Taron Egerton si è ritirato dalle audizioni per Han Solo

0

Taron Egerton ha rivelato di essere stato vicino a interpretare Han Solo in “Solo: A Star Wars Story” del 2018.

La star di “Rocketman”, 32 anni, ha rivelato di aver fatto un provino per la parte di una versione giovane dell’iconico personaggio di Harrison Ford nel prequel, che è finito per andare ad Alden Ehrenreich.

Tuttavia, si è ritirato prima del prossimo round di audizioni.

Parlando al podcast ‘Happy Sad Confused’, ha detto: “Sarò onesto: sono salito sul Falcon. Ero con Chewie.

“Ero in costume completo .. E ce n’era un altro… c’era un altro giro [di audizioni] che ho deciso di non fare. Ed è abbastanza lontano nel passato ora che sento di poterlo dire. Spero che nessuno si senta infastidito dal fatto che l’ho detto.”

Alden in precedenza aveva detto di essere disposto a interpretare di nuovo Han Solo.

L’attore 32enne ha assunto il ruolo nel prequel e anche se non è riuscito a dare fuoco al botteghino, con la Disney che in seguito ha accettato di aver pubblicato troppi film di “Star Wars” per chiudere insieme dopo aver acquisito i diritti del franchise quando hanno acquistato Lucasfilm nel 2012, Alden è pronto a tornare nel ruolo se la storia è giusta.

Quando gli è stato chiesto se avrebbe interpretato di nuovo Han Solo, Alden ha detto nel 2020: “Dipende da cosa è. Dipende da come è fatto. Dipende se sembra innato alla storia.”

Ha anche insistito sul fatto che non c’erano piani ufficiali per un sequel di ‘Solo’, nonostante la fine del film fornisse possibili trame.

Ha detto: “Non ne so niente. Voglio dire, sai, penso che il nostro film sia stato l’ultimo film uscito nell’era convenzionale di ‘Guerre stellari’.”

The ‘Hail, Caesar!’ la star ha continuato spiegando di aver sentito voci dall’universo di “Star Wars” che potrebbero vederlo riprendere il ruolo.

Alden ha detto: “Ho sentito alcune cose, ma niente di concreto”.

La star di “Brave New World” ha deciso di allontanarsi dai riflettori dopo essere apparsa nel film, diretto da Ron Howard.

Ha spiegato: “È stata fondamentalmente un’esperienza di tre anni dalla pre-produzione all’uscita del film, e volevo solo essere una persona, entrare in contatto con le persone della mia vita, trascorrere del tempo e svilupparmi come persona al di fuori di quei mondi. E poi non si sa mai.”

E ha confessato di non aver tenuto il passo con l’iconico franchise di fantascienza da quando è apparso in ‘Solo’, rivelando di non aver visto ‘The Rise of Skywalker ‘ o l’acclamata serie TV Disney+ ‘The Mandalorian’.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.