Microsoft dichiara di aver offerto a Sony un accordo di 10 anni per mantenere Call of Duty su PlayStation

0

Se cliccate su un link ed effettuate un acquisto, potremmo ricevere una piccola commissione. Leggi la nostra politica editoriale.

E l’accusa di aver ingannato le autorità di regolamentazione.

L’intenso controllo governativo sulla L’acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft per 69 miliardi di dollari microsoft ha dichiarato al New York Times di aver offerto a Sony un accordo decennale per mantenere la serie su PlayStation all’inizio di questo mese.

In totale, 16 enti normativi in tutto il mondo hanno avviato indagini sulla proposta di acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft per valutarne il probabile impatto sulla concorrenza. Finora, solo il Brasile e l’Arabia Saudita hanno approvato l’operazione, mentre diversi territori, tra cui il Regno Unito, hanno approvato l’acquisizione di Activision Blizzard Commissione europea e la Autorità per la concorrenza e il mercato del Regno Unito, che ha annunciato un esame più approfondito della questione.

In entrambi i casi, il futuro di Call of Duty è stato messo in evidenza come una particolare preoccupazione, con le autorità di regolamentazione che hanno sollevato il timore che la juggernaut franchising può essere sfruttato da Microsoft per ottenere un vantaggio sleale sulla concorrenza.

Notizie: Dovreste sbirciare i leak di Pokémon Scarlatto e Viola?

Nel tentativo di dissipare queste preoccupazioni, Microsoft ha parlato sempre più apertamente della sua volontà di mantenere Call of Duty sulla piattaforma di Sony. A settembre la società ha rivelato di aver inizialmente si era impegnata a di mantenere Call of Duty su PlayStation per “almeno altri anni” oltre l’accordo esistente con Activision – un accordo che Jim Ryan, capo di PlayStation, avrebbe poi definito “inadeguato a molti livelli”.

In ottobre, il capo di Xbox Phil Spencer si è pubblicamente impegnato di continuare a pubblicare i giochi di Call of Duty sulle console di Sony “finché ci sarà una PlayStation su cui spedirli”. Ma ora, parlando con il New York Times, Microsoft ha ha rivelato i termini della sua ultima offerta a Sony in modo più specifico, affermando che l’11 novembre ha proposto un accordo decennale per mantenere Call of Duty su PlayStation. Sony non ha risposto alla richiesta di commento della pubblicazione.

Sony si è naturalmente opposta con forza all’acquisizione di Microsoft sin dal suo annuncio in gennaio. A settembre ha ha dichiarato, “Dando a Microsoft il controllo di giochi Activision come Call of Duty, questo accordo avrebbe importanti implicazioni negative per i giocatori e per il futuro dell’industria videoludica”. Anche Jim Ryan è stato , che si è recato a Bruxelles per incontrare le autorità di regolamentazione dell’UE e impugnare di persona l’accordo con Microsoft.

Parlando con il New York Times, Microsoft ha accusato Sony di aver ingannato le autorità di regolamentazione, affermando che la società ha “sopravvalutato l’importanza di Call of Duty per la sua redditività” In risposta, Jim Ryan ha dichiarato che ciò “non è vero”, aggiungendo che Microsoft è “un gigante tecnologico con una lunga storia di dominio delle industrie” e che “è altamente probabile che le scelte che i giocatori hanno oggi scompariranno se questo accordo andrà avanti”

Se Microsoft riuscirà a superare tutti gli ostacoli normativi, l’acquisizione di Activision Blizzard dovrebbe essere completata la prossima estate.

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.