Aaron Taylor-Johnson ha dovuto combattere per la parte di Bullet Train

0

Aaron Taylor-Johnson ha dovuto lottare per il suo ruolo in ‘Bullet Train’.

L’attore 32enne interpreta l’assassino britannico Tangerine nella nuova commedia d’azione e ha rivelato che ha dovuto competere per la parte dopo aver rifiutato la possibilità di lavorare con il regista David Leitch in “Deadpool 2”.

Aaron ha detto a The Hollywood Reporter: “David Leitch in realtà mi ha chiesto di essere in ‘ Deadpool 2’ secoli fa. Quindi l’ho incontrato, ma non l’ho fatto.

“Quindi quando è arrivato questo… mi ha detto, ‘Mettiti in fila, amico. Ci sono tipo altri dieci attori che vogliono questo lavoro e hanno un nome più grande del tuo.'”

Aaron ha raccolto una cicatrice da una scena di combattimento comico con il co-protagonista Brad Pitt e era grato che il suo personaggio avesse il suo stile di combattimento.

Ha spiegato: “Tutti questi personaggi hanno il loro stile di combattimento e penso che sia importante.

“In molti film d’azione, combattono tutti come se fossero stati addestrati come artisti marziali, e sai solo che qualche controfigura sta facendo tutto.

“E penso che sia davvero noioso, mentre in questo film, tutti questi personaggi combattono in modo molto diverso e distintivo.”

Aaron ha continuato: “È allora che crei l’elemento comico perché sai davvero chi è il tuo personaggio. Anche combattere in uno spazio ristretto si aggiunge a questo.

“Quindi io e Brad ci saremmo semplicemente detti, ‘E se litighiamo con un pacchetto di patatine e una bottiglia di acqua frizzante?’ Cominci a prendere dal Jackie Chans del mondo e dai Buster Keaton del mondo, ed è questo che rende un film di David Leitch.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.