Pokémon Puzzle League para Nintendo Switch: ¿Vale la pena?

0

Nintendo ha confermato l’uscita di Pokémon Puzzle League su Nintendo Switch il 15 luglio tramite Nintendo Switch Online + Expansion Pack.

Questa è l’ultima aggiunta al catalogo di giochi classici Nintendo 64 sul servizio di abbonamento della Grande N. Si unisce ad altri titoli importanti come Pokémon Snap, Super Mario 64, The Legend of Zelda: Ocarina of Time, Mario Kart 64 e altre esperienze retrò che sono state rinnovate con il multiplayer online.

Essendo l’annuncio più recente, molti giocatori si stanno chiedendo se Pokémon Puzzle League valga la pena di essere giocata su Nintendo Switch, visti i molteplici giochi di Tetris presenti sulla piattaforma. In questo articolo vi diremo tutto quello che c’è da sapere su questo gioco e se dovreste dargli una possibilità sull’ibrido di Nintendo Nintendo.

Pokémon Puzzle League

Il titolo di puzzle Pokémon Puzzle League è stato pubblicato nel settembre 2000 in America esclusivamente su Nintendo 64, seguito da un’uscita a marzo 2001 in Europa. All’epoca rappresentava una ventata di aria fresca per il genere, facendo progredire ulteriormente il gameplay del match-three e aggiungendo al contempo i propri tocchi della serie Pokémon.

L’obiettivo principale del gioco consisteva nell’affrontare diversi allenatori e capipalestra per progredire nella storia; molto in linea con la serie. Tuttavia, a differenza dei giochi principali, Pokémon Puzzle League ha come protagonista nientemeno che Ash Ketchum, che in compagnia del carismatico Pikachu affronterà vari personaggi classici dell’anime, da amici a vecchi rivali.

Un punto interessante da notare è che Pokémon Puzzle League ha sfruttato le possibilità di gioco del Nintendo 64 con un motore che supportava meccaniche sia 2D che 3D. Sfortunatamente, quest’ultima causava continui bug, ma il titolo aveva caratteristiche sufficienti per essere interessante.

La comunità Pokémon si è divisa tra coloro che hanno goduto di innumerevoli ore di questo spin-off e coloro che ritengono che non sia paragonabile all’esperienza offerta dalla serie principale Pokémon.

Pokémon Puzzle League su Nintendo Switch: gameplay e meccaniche

Come altri giochi del genere, Pokémon Puzzle League consiste nell’abbinare blocchi di tre, fare combo e segnare punti. Collegando una linea orizzontale o verticale con tre o più blocchi si genererà “spazzatura”. Questi rifiuti diventeranno ostacoli che impediranno il gioco degli avversari.

Sconfiggendo gli avversari si potrà avanzare nella storia, sbloccando nuovi avversari e stage con temi e design ispirati all’anime Pokémon. Inoltre, è possibile divertirsi con altre modalità di gioco, come la modalità arena, la modalità a tempo limitato o persino le battaglie multigiocatore con 15 allenatori di Pokémon tra cui scegliere. Il tutto al ritmo di una colonna sonora dinamica con voci e suoni dei Pokémon.

Se volete sperimentare un po’, avrete accesso a una modalità di prospettiva cilindrica 3D, che vi offrirà una curiosa e unica visione a 18 blocchi dello scenario per godervi il gioco in modo diverso. Non è una meccanica che si trova in molti puzzle game.

Pokémon Puzzle League su Nintendo Switch: ne vale la pena?

Come molti altri titoli per Nintendo 64, il suo valore si basa più sulla nostalgia che sulle sue meccaniche di gioco. All’epoca il suo gameplay era piuttosto interessante, ma oggi il gioco non è all’altezza di altri titoli di rompicapo. Non si tratta certo di uno di quei giochi che vi spingerebbero ad acquistare un abbonamento a pagamento.

Va detto che le capacità ibride di Nintendo Switch, così come la possibilità di giocare online, aggiungono un notevole valore aggiunto al divertente gameplay retrò. Tuttavia, i titoli moderni superano Pokémon Puzzle League sia per le caratteristiche che per il design. Questo include ovviamente il recente annuncio Puzzle & Dragons Nintendo Switch Edition.

Se si tratta solo di godersi la serie, ci sono anche giochi Pokémon migliori su Nintendo Switch. Dal moba Pokémon Unite, ai titoli principali della serie, nuovi e in arrivo sulla piattaforma.

Detto questo, chi ha apprezzato questo gioco ai tempi vorrà sicuramente giocarci di nuovo, rivivendo l’avventura originale dell’anime Pokémon su Nintendo Switch.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.