Il giudice del processo di Fortnite decide che Apple non può impedire agli sviluppatori di collegarsi ad altri metodi di pagamento

0

Ma Epic non è riuscita a dimostrare che Apple è monopolista.

Dopo mesi di attesa, oggi porta un importante sviluppo nel caso giudiziario Epic vs. Apple, scatenato dalla rimozione di Fortnite dall’app store iOS.

In una sentenza che può essere vista come una vittoria per entrambe le parti, il giudice californiano Gonzalez-Rogers ha deciso che Apple era libera di controllare il sistema di pagamento della propria piattaforma, poiché Epic non era riuscita a dimostrare che il produttore di iPhone deteneva un monopolio come definito dalle leggi antitrust.

Tuttavia, Gonzalez-Rogers ha anche deciso che Apple non poteva impedire agli sviluppatori di collegarsi a metodi di pagamento alternativi dall’interno delle app, poiché ciò costituirebbe una “condotta anticoncorrenziale” secondo la legge statale.

” permanentemente trattenuto e ingiunto dal vietare agli sviluppatori di includere nelle loro app e nei loro metadati pulsanti, collegamenti esterni o altri inviti all’azione che indirizzano i clienti a meccanismi di acquisto, oltre all’acquisto in-app e alla comunicazione con i clienti attraverso punti di contatto ottenuti volontariamente da clienti attraverso la registrazione dell’account all’interno dell’app”, ha scritto Gonzalez-Rogers.

Dove va a finire Fortnite? La palla rimane nel campo di Epic per quello che vuole fare dopo. la decisione che Apple non è monopolista e tenta di mantenere il proprio sistema di pagamento installato all’interno del gioco?Come Apple ha scritto in precedenza oggi, in riferimento all’ultima mossa di Epic per ottenere Fortnite rilanciato in Corea del Sud, spetta a Epic rimuovere questo sistema di pagamento dalla versione mobile di Fortnite prima di ogni altra cosa.

In alternativa, Epic potrebbe decisione di consentire il collegamento a metodi di pagamento alternativi come vincita ha cercato? Cambiare Fortnite per offrire in qualche modo questo potrebbe vederlo tornare sui telefoni prima.

La sentenza è attualmente prevista per essere applicata dal 9 dicembre. Nessuna delle due società ha ancora commentato la decisione.

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.