Tacoma – Recensione

0

Oggi recensiamo Tacoma, il nuovo titolo dei creatori di Gone Home, titolo da cui attinge a piene mani, cambiando l’ambientazione e trasportandoci nello spazio.

Tacom non ha bisogno delle tue abilità, ma solo della tua pazienza. Ci troviamo a qualche migliaio di chilometri di distanza dalla luna nel tardo 21esimo secolo, e impersoniamo Amy Ferrier, un tecnico di reti ingaggiato per recuperare un’IA avanzata, Odin, da una base spaziale abbandonata.

Tacoma

La messa in scena ricorda molte avventure horror, come Alien o il recente Prey, ma non ci sono creature d’altri mondi da combattere o navi in procinto di precipitare in Tacoma. A dire il vero non c’è alcun tipo di entità animata, se non un drone per la raccolta della spazzatura che gira nella zona senza gravità della base.

Amy dovrà quindi imboccare una serie di ingressi diversi nella stazione, onde cercare di recuperare porzioni di Odin sparse per la base. Non abbiamo controllato, ma nutriamo il sospetto che il gioco (che in ogni caso dura una serata al massimo) possa essere completato solamente aspettando il completamento dei download.

Ma probabilmente sarà meglio passare il tempo girando nelle stanze vicine, studiando o lanciando oggetti e cercando di capire cosa abbia portato all’evacuazione della base. Ti imbatterai anche in alcune registrazioni delle attività dell’equipaggio che potrai vedere come proiezioni olografiche, momenti chiave dei giorni prima della crisi. Dopo aver visto tutta la parte narrativa, dovrai tornare indietro e recuperare il tuo terminale che dovrebbe aver finito di scaricare. Una lieve modifica rispetto al primo gioco sviluppato da The Fullbright Company nel 2013, Gone Home. In Gone Home dovevamo riempire il quadro dopo un anno di assenza, scoprendo una crisi famigliare tra oggetti e artefatti. Tacome offre una parte più simile a quella di un detective, ma solamente per riempire i tempi.

Tacoma

Tutto questo racconta una storia sulla crescente superfluità del lavoro degli esseri umani nell’età dei computer e i robot. Come in molte altre storie sci-fi, Tacoma racconta qualcosa di realmente contemporaneo, l’erosione delle vite e degli stili di vita per via dell’automazione dilagante e la nascita delle corporazioni sempre più influenti. Presenta una distopia neoliberale tra le stelle con alcune differenze rispetto al presente, tra queste le IA che si occupano di compiti importanti e di alto profilo, e dall’altra gli umani che pensano a fare serate a tema, giocare videogames ed elaborare ridicoli rapporti sull’operato. Gli otto personaggi della storia hanno, in diversi modi, un tipo di dignità o scopo in un sistema che vede le loro aspirazioni come semplici ostacoli. Una lotta in ogni piccola porzione di storia che raccogli, da Odin che dà direttive per organizzare la festa perfetta alla foto del CEO dell’azienda con cui giocano a freccette.

Tacoma

La solitudine di tutto questo è integrata nella meravigliosa sezione senza gravità della base. Un tunnel con pezzi che ruotano autonomamente con la terra in lontananza visibile dalla cupola alla fine. C’è inoltre un campo da basket a 360 gradi, con tanto di punteggio e trombetta segnapunti. In ogni caso non c’è molto da esplorare, ma per un po’ questo punto può persino risultare divertente.

Non inganniamoci, ci troviamo a uno dei cosiddetti Walking Sim, un gioco story driven in cui le nostre interazioni con l’ambiente non hanno alcun significato e non possiamo fare altro che assistere alla storia senza realmente prenderne parte. Tacoma è, per dirla in modo semplice, come Gone Home, ma in un ambiente spaziale e con una trama nuova, che ancora una volta ci parla di diversità, amore, religione e altri temi molto attuali.

Tacoma

Questo non è un genere adatto a tutti, ma non possiamo dire che sia un gioco fatto male. Graficamente è molto curato e piacevole. La storia è ben elaborata, seppur breve, ma, come dicevamo, questo è un genere che deve piacere, e non è assolutamente adatto agli amanti dell’azione. Qui semplicemente non c’è azione.

Tacoma riceverà anche una versione Xbox One X Enhaced, ma al momento è disponibile solamente la versione PC e Xbox One.

Caratteristiche tecniche Tacoma

Anteprima  2017
Sviluppatore  Fullbright
Modalità Di Gioco  Giocatore singolo
Editore  Fullbright
Piattaforme  Xbox One, Microsoft Windows, Linux, Classic Mac OS

Tacoma

19,99 €
Tacoma
7.2

Giocabilità

8.0/10

Grafica

8.0/10

Sonoro

8.0/10

Divertimento

6.0/10

Durata

6.0/10

Pro

  • Storia bel elaborata ed attualissima.
  • Grafica molto curata.
  • Ottima cura dei dettagli.

Contro

  • Non c'è azione.
  • Durata brevissima.
  • Non c'è l'italiano (ed è un gioco in cui la storia è tutto).

Commenta!