Diablo 4 avrà un mondo più aperto, ma la storia avrà “un inizio, una parte centrale e una fine”

0

Se cliccate su un link ed effettuate un acquisto, potremmo ricevere una piccola commissione. Leggi la nostra politica editoriale.

“Ci sono molte cose che si possono fare e che non fanno parte del sentiero d’oro”

Il mondo di Diablo 4 consentirà ai giocatori di lasciare e riprendere la storia a piacimento, ma anche se “consentirà la non linearità”, la storia avrà “un inizio, una parte centrale e una fine”.

In un’intervista con IGNil direttore di Diablo 4, Joe Shely, e il direttore generale, Rod Fergusson, hanno spiegato cosa ha in serbo la nuova avventura per i fan del franchise, oltre a dare qualche indicazione su come le meccaniche narrative del gioco differiranno da quelle dei giochi di Diablo che l’hanno preceduto.

Eurogamer Newscast: L’acquisizione di Activision Blizzard da 68 miliardi di dollari da parte di Microsoft sarà bloccata?

“Una delle preoccupazioni nel mettere ‘open world’ in un grande neon e far lampeggiare quel cartello è che la gente abbia l’idea di Breath of the Wild, ‘oh, è completamente organico e posso andare ovunque e fare qualsiasi cosa’”, ha detto Fergusson, come trascritto da NME

“Questa non è la nostra storia. La nostra storia permette la non linearità, ma c’è una storia: volevamo avere un inizio, una parte centrale e una fine.

“Si può anche non seguire la storia per un po’, questo è il bello dell’open world”, ha aggiunto Fergusson. “Ci sono molte missioni secondarie, molte cose che si possono fare e che non fanno parte del sentiero d’oro”

Si dice che, Blizzard potrebbe essere pronta a rilasciare Diablo 4 nell’aprile del 2023. Secondo recenti rapporti, la finestra di uscita provvisoria di Diablo 4 “2023” può essere ristretta ad aprile, con l’accesso anticipato che sarebbe stato lanciato a febbraio e i preordini che sarebbero partiti già il mese prossimo.

ICYMI, Blizzard ha recentemente annunciato che sta conducendo dei test di beta chiusa per i giocatori che hanno “recentemente trascorso un tempo significativo nelle esperienze endgame di Diablo”. Alcuni filmati e dettagli di questi test chiusi sono trapelati online.

Il gruppo di Blizzard di Albany di I tester di Diablo hanno ottenuto il diritto di formare un sindacato.

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.