Dragon Ball Super – Broly: la sceneggiatura di Akira Toriyama è “epica”, nuove sequenze in VIDEO

0

Il regista Tatsuya Nagamine e il character designer Naohiro Shintani svelano alcuni segreti sulla produzione di Dragon Ball Super: Broly.

Recentemente il sito web ufficiale di Dragon Ball ha avuto modo di tenere un’intervista con Tatsuya Nagamine, il regista di Dragon Ball Super: Broly, ovvero il primo lungometraggio animato della serie “Super” che si sta ricoprendo di attese e di tante emozioni non solo perchè è scritto da Akira Toriyama in persona, ma sopratutto perchè proporrà una nuova storia che introdurrà personaggi nell’ufficialità dell’opera stessa, come Broly, ad esempio, dal momento che tornerà nelle scene ovviamente in vesti da villain principale.

Questo film è considerato dalla produzione come una delle parti ufficiali più sacre dell’epopea di Akira Toriyama e, tornando all’intervista, il regista ha parlato della sceneggiatura del film a cura dell’autore giapponese e la descrive, senza troppi giri di parole, come l’opera d’arte sempre relativamente alla narrazione dell’interno franchise nato negli anni ’80. Ecco le parole del regista in merito all’epica sceneggiatura di Toriyama:

Potrebbe sembrare presuntuoso da parte mia, ma Akira Toriyama è davvero il migliore quando si parla di creare manga, giusto? Con la sceneggiatura di questo film, posso percepire che sta ricorrendo al suo talento per la produzione, per il concept, per il character design, assieme al suo tipico stile di narrare una storia. Ecco perchè io credo che sarebbe un compito gravoso per tutti, eccetto per Toriyama, creare questa tipologia di produzione. Anche ora, sento lo stesso batticuore di quando ero un bambino mentre leggevo il manga su Weekly Shonen Jump. Penso che questo film riporterà in vita esattamente quelle emozioni di tanti anni fa“.

Nell’intervista, Nagamine ha svelato che Toriyama non ha semplicemente creato un reboot del personaggio di Broly e di tutto ciò che lo circonda, anzi. Il regista, in più, ha confermato che Toriyama ha creato una sceneggiatura tanto estesa che può valere per due film. Questo ha costretto la produzione non solo a creare un montaggio tale da ridurre i tempi di esecuzione a 90 minuti, ma ad estrapolare le parti più esaltanti al fine che di realizzare il miglior film di sempre e che possa incontrare le aspettative dei fan.

Stiamo adattando la sceneggiatura di Toriyama piuttosto così come è stata proposta a parte le scene d’azione. La sceneggiatura originale, tuttavia, se fosse stata adattata per filo e per segno avrebbe superato di due volte la durata da 90 minuti prevista. Pertanto, tutti qui stiamo lavorando al fine di sfoltirla un po’, sebbene i tempi di esecuzione del film siano stati leggermente estesi“.

Come sappiamo, la storia del film narrerà le origini della storia dei Saiyan, ripercorrendo una strada che parte dal vero inizio sino all’era attuale dei guerrieri più forti di sempre. Il film non solo rivisiterà il villain Broly, ma riproporrà, in chiave ovviamente moderna nella nuova serie “Super”, uno dei simboli che ha reso Goku celebre in tutto il mondo e non stiamo parlando nè della Sfera del Drago a 4 stelle e nè di una delle tante trasformazioni. Ci riferiamo al leggendario Bastone Nyoi (Bastone Allungabile nella versione Mediaset dell’anime).

Non a caso la prima key visual del film propone un Goku adulto mentre maneggia lo stesso Bastone magico che, nella sua gioventù, gli consentiva di raggiungere vette altissime e anche di combattere contro nemici formidabili.

C’è tuttavia una ragione dietro la introduzione del Bastone nel film e l’ha spiegata il character design del film, Naohiro Shintani.

Il character designer ha svelato che è stata un’idea della moglie quella di creare un Goku col Nyoi prendendo ispirazione dalla tavola di frontespizio di un capitolo manga di Dragon Ball con Gohan bambino che esegue la stessa posa. “Tale padre, tale figlio”, dichiara il designer. Ecco le sue parole sulla key visual:

Il Bastone Nyoi ha creato impatto perchè simboleggia il ritorno alle origini. Ci sono già una marea di locandine con Goku mentre lancia una Kamehameha, ma poche con Goku mentre vanta uno dei suoi strumenti storici“.

Ecco di seguito la key visual del film con Goku che si ispira alla pagina in frontespizio del capitolo manga di Dragon Ball con Gohan:

Like son, like father. Shintani notes that this has impact because it symbolizes returning to square one. Plus, there's already a crapload of pictures of Goku firing a Kamehameha, but precious few showing adult Goku holding his good ol' Compliant Rod. https://t.co/XLTH5LZAFi pic.twitter.com/5u9nffH1eK

— Todd Blankenship (@Herms98) August 19, 2018

The Official DB Site has an interview with that Shintani fellow all the ajays love. Seems it was his wife's idea to have Goku holding the Nyoibo, taking inspiration from the manga title page where Gohan holds it in a similar pose. https://t.co/XLTH5LZAFi pic.twitter.com/JwT5H2EKYX

— Todd Blankenship (@Herms98) August 19, 2018

Parlando di rivisitazioni, la produzione ne applicherà una anche ad una delle theme song più epiche e famose del franchise di Dragon Ball, ovvero “Cha-La Head Cha-La”.

Il pezzo storico sarà riprodotto nel film, ma, secondo quanto dichiarato dal cantante Ayumu Yahaba attraverso il proprio profilo ufficiale Twitter, vanterà un nuovo arrangiamento. L’artista, difatti, sta lavorando con i la band per produrre una versione completamente nuova dell’epica theme song.

Ecco le parole nel dettaglio del cantante:

Ho cantato il ritornello della theme song di Dragon Ball Super: Broly, ‘Cha-La Head Cha-La’. Io, Daisuke Ito e KOTETSU abbiamo partecipato come band dal nome HamojiN! E’ un riarrangiamento strumentale solo per il ritornello, pertanto, dovrebbe comunque risaltare. La musica, ovviamente, è composta da Norihito Sumitomo“.

Ayumu Yahaba: "I sung the chorus for the DBS: Broly theme, Cha-La Head Cha-La. Me, Daisuke Itō and KOTETSU participated as the band HamojiN! It's an instrumental arrangement, so while it's just the chorus, it should still stand out. Of course the music is by Norihito Sumitomo." https://t.co/SIrbKS2KxU

— Todd Blankenship (@Herms98) August 22, 2018

E non è finita qui. Ieri, alla conclusione dello speciale animato di One Piece, One Piece: Episode of Skypiea, Fuji TV ha trasmesso sequenze dalla durata di cinque secondi dedicate al film di cui parliamo in questo articolo. Sebbene siano momenti già visti nell’ultimo trailer, lo scontro svela in maniera estera e dettagliata la tecnologia CG applicata allo scontro tra Goku e Broly. Ecco qui di seguito:

I think I fixed it pic.twitter.com/i3kMQ8SZwM

— Terez (@Terez27) August 26, 2018

Riproponiamo il nuovo trailer e la sinossi del film:

Questa è la storia di un nuovo Saiyan.
Dopo gli eventi del Torneo del Potere la Terra sta vivendo un periodo di pace. Realizzato che gli Universi nascondono tantissimi nuovi guerrieri ancora da scoprire, Goku trascorre tutte le sue giornate allenandosi al fine di superare nuove vette e i suoi stessi limiti. Un giorno, quindi, Goku e Vegeta vengono affrontati da un Saiyan chiamato Broly e che non hanno mai visto prima d’ora. La razza Saiyan avrebbe dovuto essersi estinta quasi completamente a causa della distruzione del Pianeta Vegeta per mano di Freezer, pertanto che ci fa questo Saiyan sulla Terra? L’incontro tra i tre Saiyan, che hanno perseguito destini completamente opposti, si trasforma in una battaglia stupenda, con Freezer (resuscitato dall’Inferno) che si unisce alla mischia“.

Il 20° lungometraggio di Dragon Ball è ispirato al franchise di Akira Toriyama e sarà il primo che confluirà nel circuito della serie “Super”. Akira Toriyama ha pensato al character design e alla sceneggiatura del progetto che verterà sul racconto delle origini della forza dei guerrieri Saiyan.

Akira Toriyama ha realizzato la sceneggiatura e il design dei personaggi. Tatsuya Nagamine (One Piece Film Z) dirige il lungometraggio, Naohiro Shintani è il responsabile regista delle animazioni e Kazuo Ogura è il responsabile e direttore dell’immagine. Norihito Sumitomo compone le musiche, Rumiko Nagai è il color designer, Naotake Oota si occupa degli effetti speciali e Kai Makino è il regista responsabile della computer grafica. Toei Animation distribuisce il film in collaborazione con 20th Century Fox.

Dragon Ball Super è una serie animata giapponese, prodotta da Toei Animation, trasmessa in Giappone su Fuji Television la quale si pone come seguito alla sconfitta di Majin Bu. La serie si è conclusa con l’episodio numero 131 (Una conclusione miracolosa! Addio Goku, fino al giorno in cui ci rivedremo di nuovo!). La programmazione italiana dell’anime si è arrestata all’episodio 76.

La versione manga è realizzata a cadenza mensile, ideata e sceneggiato da Akira Toriyama e disegnata da Toyotaro. Il manga è serializzato su V-Jump (Shueisha) dal 20 giugno 2015 ed è attualmente giunto al capitolo 39, con i primi 28 scritti raccolti in 5 volumi. Il manga sta in questo momento affrontando l’arco narrativo Universal Survival (Torneo del Potere).

L’edizione italiana del manga è affidata a Star Comics con i primi quattro volumi già disponibili per l’acquisto. Il quinto è in uscita ad ottobre 2018.

Dragon Ball Super – Broly: la sceneggiatura di Akira Toriyama è “epica”, nuove sequenze in VIDEO è di MangaForever.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.