Jesse Eisenberg: Sarei scioccato se finissi in un altro film DC

0

Jesse Eisenberg “non è un fan dei fumetti” e sarebbe “scioccato” se apparisse in un altro film della DC.

L’attore 38enne ha interpretato Lex Luthor nel 2016 Film di supereroi DC “Batman v Superman: Dawn of Justice”, e sebbene abbia insistito sul fatto che il genere non è importante per lui, non escluderebbe un ritorno ai franchise.

Ha detto a Deadline: “Sarei scioccato se finissi in un film DC, ma sarebbe uno shock piacevole.

“Senti, non sono un fan dei fumetti. Per me, non stava giocando un ruolo che avevo immaginato fin dall’infanzia. Per me è stata un’opportunità per interpretare questo grande personaggio che ha scritto questo grande scrittore, e mi è piaciuto farlo. Quindi, interpretarlo è una gioia, e non suonarlo non è qualcosa di cui mi vergognerò di raccontare ai miei figli, perché non è un genere importante nella mia vita, anche se mi è piaciuto fare quel film .”

Nel frattempo, Eisenberg ha rivelato questa settimana che scriverà e dirigerà ‘A Real Pain’ e reciterà nel film insieme a Kieran Culkin.

La star di ‘Zombieland’ è pronti a recarsi in Polonia nel marzo 2023 per girare il film su “due cugini separati che si recano in Polonia dopo la morte della nonna per vedere da dove viene e finiscono per unirsi a un tour dell’Olocausto”.

Loro sarà interpretato da Eisenberg, 38 anni, e dalla star di ‘Successione’ Kieran, 39.

Eisenberg sta collaborando ancora una volta con Dave McCary, Emma Stone e la società di produzione di Ali Herting Fruit Tree nel film, dopo il suo debutto direzionale ‘When You Finish Saving The World’ è stato rilasciato sotto lo striscione.

La star di ‘Now You See Me’ dice che il film chiede se “il dolore moderno è valido sullo sfondo della storia reale trauma.”

In un’intervista con ScreenDaily.com, Eisenberg ha detto dei due personaggi: “Hanno una relazione divertente e tesa; è una storia agrodolce, poiché ci rendiamo conto che forse non ci apparteniamo completamente, ma sullo sfondo di questa storia incredibilmente drammatica.

“Sto cercando di porre la domanda se il dolore moderno sia valido contro sullo sfondo di un vero trauma storico? Penso di parlare dell’esperienza di persone [sulla trentina] che tornano indietro ed è estraneo a loro – e ora improvvisamente reale.”

Eisenberg spera di lavorare con il maggior numero di membri del team dalla troupe del suo primo film che può, insieme alla gente del posto.

Ha aggiunto: “Fortunatamente sto girando in un paese che ha una straordinaria tradizione cinematografica.”

La star di ‘Social Network’ ha parlato in precedenza di provenire lui stesso da una “famiglia ebrea suburbana laica”, mentre i suoi antenati erano polacchi.

Ha detto: “Sono cresciuto in una periferia laica Famiglia ebraica dove osservavamo la religione solo in momenti molto specifici come un funerale o un Bar Mitzvah.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.