Tutto quello che devi sapere su Shein, il gigante cinese dei vestiti economici online che minaccia Zara, Primark e H&M

0

È nata dal nulla un decennio fa, e da allora ha raddoppiato il suo fatturato anno dopo anno . Ora vende i suoi vestiti in 220 paesi, ed è diventato il negozio di moda della Generazione Z . Lo scorso maggio Shein è stata l’applicazione per lo shopping più scaricata negli Stati Uniti.

Shein si distingue perché vende abbigliamento a basso costo alla metà del prezzo del suo equivalente Zara, secondo Societe Generale . Ma allo stesso tempo il suo design piace ai giovani . Con centinaia di capi che escono ogni settimana, c’è sempre qualcosa di nuovo ed economico da indossare.

Come molte altre compagnie che escono dalla Cina, la sua origine è un mistero, così come la sua struttura finanziaria e il suo sistema di produzione, capace di produrre vestiti più economici di chiunque altro. Cerchiamo di scoprire cos’è Shein, e perché può battere giganti come Zara o H&M.

Shein è presente in Spagna, con un negozio online con un centro di distribuzione locale, e infatti è uno dei mercati più importanti per la catena.

Ha realizzato campagne promozionali internazionali con abiti ispirati al nostro paese.

Il mistero di Shein

  • Cos’è Shein
  • Le chiavi del suo successo
  • L’origine enigmatica di Shein
  • Il lato oscuro di Shein
  • Progetti per il futuro

Cos’è Shein

Shein è una catena di abbigliamento low-cost di origine cinese, che vende le sue creazioni in 220 paesi.

Grazie ai suoi prezzi bassi e alla sua presenza su social network come Tik Tok o Instagram, è diventata molto popolare tra i giovani.

Negli ultimi 8 anni ha raddoppiato il suo fatturato anno dopo anno, raggiungendo 9.715 milioni di euro nel 2020, il doppio dell’anno precedente.

Non ha negozi fisici, a parte alcuni pop-up (negozi temporanei) o finestre pubblicitarie nelle principali città del mondo.

Lo scorso maggio, Shein è stata l’app per lo shopping più scaricata negli Stati Uniti.

Le chiavi del suo successo

L’ascesa di Shein è stata folgorante fuori dalla Cina, come è successo a suo tempo con rivenditori come AliExpress, o social network come TikTok.

Cosa ha determinato il successo travolgente di Shein ? Diversi fattori hanno giocato un ruolo.

Incredibili prezzi economici

Abiti a 5€, top a 3€, set di magliette e pantaloni a 8€…

La prima cosa che colpisce di Shein è che i loro prezzi sono più bassi di tutti gli altri. Come abbiamo detto nell’introduzione, vende vestiti a basso costo alla metà del prezzo del loro equivalente a Zara, secondo Societe Generale.

Comprare vestiti da Shein è così economico che è difficile capire dove sia il profitto. Certamente non sul singolo capo, quindi tutto il business è basato sul volume. Vendere più che puoi.

Vestiti economici… ma attraenti e alla moda

I vestiti Shein non costano molto e la qualità, secondo gli utenti stessi nelle recensioni dei vestiti, non è troppo alta. Ma a prezzi così bassi, se dopo un po’ si rompe o si consuma, lo butti via e ne compri un altro.

Il successo di Shein non è solo nel basso costo. È riuscito a creare un catalogo di capi attraenti e comodi che sono alla moda e si collegano ai giovani. E fanno anche tendenza.

Prestano molta attenzione agli abiti indossati dagli influencer e dalle persone più seguite sui social network, e si ispirano ai loro design.

Il “target”: la Generazione Z

Fin dall’inizio, Shein è stata chiara su chi è il suo pubblico. All’inizio era la Generazione Y, e ora la Generazione Z . Giovani tra i 18 e i 27 anni, anche se naturalmente vende vestiti adatti a tutte le età.

La Generazione Z (nata a metà degli anni 90) è caratterizzata dal fatto che i suoi membri sono già nativi di Internet. Quando sono nati, Internet esisteva già, e l’hanno usato per tutta la vita. Sono abituati a fare acquisti su Internet e sono molto influenzati dalle reti sociali.

La maggior parte di loro vive con i genitori, e il loro reddito è per lo più basso , con stipendi più bassi delle generazioni precedenti. Ecco perché si sono collegati così bene con Shein, perché vende vestiti molto economici e alla moda, che si adattano al loro budget.

TikTok e Instagram

Shein sa dove si trova il suo pubblico ed è per questo che gestisce promozioni con molti influencer su TikTok e Instagram.

Grazie ai social media, Shein si è fatta un nome tra la generazione Z, raggiungendo milioni di persone in tutto il mondo. I suoi canali su TikTok, Instagram, Facebook, ecc, hanno più di 10 milioni di seguaci.

È noto che Shein ha un servizio in cui dà via vestiti gratis se gli influencer li mostrano nei loro video o foto.

Costi bassi, resi gratuiti

Quando compri vestiti online, è difficile ottenere la taglia giusta. Shein lo sa, ed è per questo che è molto facile comprare e restituire le cose da Shein.

Puoi pagare con PayPal, e le spese di spedizione variano tra £2 e £3, gratis per acquisti superiori a £29. I resi sono gratuiti, anche se solo il primo per ogni ordine. Cioè, se fai un secondo reso dello stesso prodotto, perché non hai la taglia giusta, dal secondo in poi, devi pagare 4,99€ di spese di spedizione.

Prezzi senza centesimi, senza espedienti

Una cosa che colpisce di Shein è che i loro prezzi sono esatti, in euro: 8, 10, 12, 15€… Non usano il vecchio trucco dei 99 centesimi: 8,99 euro, 7,99 euro, ecc. È una tattica di marketing logora, che non piace ai giovani.

È vero che si possono vedere alcuni prezzi con i centesimi quando ci sono i saldi, ma nei prezzi standard, sono prezzi in euro senza decimali.

Vestiti per tutti, davvero

Shein può essere un negozio di origine cinese, ma ha saputo promuovere la diversità meglio di altre catene. Le sue modelle sono di tutte le razze, altezze, e anche taglie che sono rare nella moda. I loro vestiti rappresentano veramente tutti.

È un rivenditore globale, in tutti i sensi della parola.

Taglie extra in copertina

Shein tratta le taglie plus (e le taglie plus) come una taglia in più, quindi i suoi vestiti sono regolarmente presenti in copertina, e le sue modelle sono regolari in quasi tutti i video pubblicitari.

La loro sezione plus-size è varia e ben fornita come il resto, sottolineando il loro impegno ad offrire vestiti economici e alla moda per tutti, indipendentemente dal diametro della vita.

Centinaia di nuovi arrivi alla settimana

Un’altra delle caratteristiche più importanti di questo negozio di abbigliamento è che non solo è in grado di produrre molto economico, ma anche molto vario. Ogni settimana lanciano centinaia di vestiti nuovi, ed eliminano i vecchi modelli. Il catalogo è in costante rotazione, quindi i loro clienti spesso tornano quasi ogni giorno, perché c’è sempre qualcosa di nuovo ed economico da comprare. E con spese di spedizione accessibili e resi gratuiti, finiscono sempre per prendere qualcosa…

Animali domestici, abbigliamento maschile, cosmetici…

Shein ha iniziato come She Inside, come negozio di abbigliamento femminile. Ma col tempo ha ampliato le sue categorie, per attirare più clienti.

Oggi Shein ha sezioni di abbigliamento per uomini e bambini, anche se non sono così grandi o economiche come quelle delle donne, dimostrando che i prezzi sono associati al volume delle vendite: si vendono molto poco perché si vende molto, nel caso dell’abbigliamento femminile. Non tanto per l’abbigliamento maschile

Qualche mese fa hanno anche aperto una sezione con vestiti per animali domestici , e una sezione di cosmetici. Hanno anche una sezione per gli accessori e le calzature.

Shein X, nuovi creatori

Il miglior esempio della filosofia di questa azienda cinese è la sua linea di abbigliamento Shein X, che sostiene giovani creatori che vogliono farsi strada nel mondo della moda.

In Shein X si possono trovare abiti non convenzionali, con nuove linee e stili in cui i giovani possono identificarsi.

MOTF, anche abbigliamento di lusso… accessibile

Non tutto da Shein è abbigliamento economico per tutti i giorni.

Ha una linea di abbigliamento di fascia alta, o come dicono loro “abbigliamento premium senza pagare il premium price“. Si chiama MOTF, e usa materiali e tessuti un po’ più sofisticati, come la seta, e una qualità di lavorazione superiore.

I tessuti e i disegni sono un po’ più sofisticati rispetto alle linee standard, ma anche i prezzi non sono troppo alti. Si possono acquistare top e altri capi a partire da 9 euro, e la maggior parte sono sotto i 20 euro, anche se si possono trovare completi e abiti per oltre 60 euro.

L’origine enigmatica di Shein

Abbiamo visto i poteri di Shein, e perché è diventato un successo in tutto il mondo.

Ma ci sono ancora molte domande a cui rispondere. Da dove viene questa azienda? Chi c’è dietro? Come riesce a produrre così tanto e così poco? La segretezza che la circonda farà sì che alcune di esse rimangano senza risposta.

Se diamo un’occhiata alla sezione Chi siamo del sito italiano di Shein (il resto del sito dice la stessa cosa), possiamo vedere che da nessuna parte indica l’origine del negozio:

SHEIN è una piattaforma internazionale di commercio online B2C (business to consumer). Il mercato di SHEIN copre Europa, America, Australia e Medio Oriente. Il marchio è stato creato nell’ottobre 2008, con il motto “tutti hanno il diritto di godere della bellezza della moda”. Ad oggi, SHEIN raggiunge più di 220 paesi e regioni in tutto il mondo “.

Nessun indirizzo o numero di telefono di contatto.

Dopo ulteriori indagini, apprendiamo che Shein è stata fondata nel 2008 nella città di Nanjing, una città di 8,5 milioni di persone nella provincia di Jiangsu, in Cina.

È stata fondata da Chris Xu, noto anche come Yangtian Xu, un cinese-americano che si è laureato all’Università di Washington. Non si sa altro su questo enigmatico CEO.

  • Nel 2012 Chris Xu ha registrato il dominio sheinside.com, il primo nome del negozio, She Inside, un gioco sulla frase See Inside.
  • Nel 2015 l’ha cambiato in Shein, quando ha iniziato ad espandersi a livello internazionale.

Quell’anno Shein ha iniziato a costruire uno staff di designer interni, e ora ha oltre 800 designer sul suo libro paga , oltre a numerose collaborazioni.

Da allora, ha raddoppiato il suo fatturato anno dopo anno . Shein non fornisce cifre di vendita, ma gli esperti stimano che i suoi profitti sono vicini ai 10 miliardi di dollari all’anno , ed è valutata 15 miliardi di dollari.

Vende i suoi vestiti in 220 paesi, ma ha negozi locali solo in alcuni. Tra questi, la Spagna. Oltre che in Spagna, ha sedi anche negli Stati Uniti, in Francia, Russia, Germania, Italia, Australia e Medio Oriente.

Produzione express

Secondo Forbes, Chris Xu si è guadagnato una buona reputazione all’inizio pagando rapidamente i suoi fornitori e produttori , cosa insolita in Cina. Questo gli ha fatto guadagnare una base fedele di centinaia di aziende satellite che si sono persino trasferite con lui quando Shein ha spostato la produzione da Canton a Panyu.

Simile a Zara, tutte le aziende della catena di produzione sono nella stessa posizione, quindi la comunicazione è molto veloce, accelerando il processo di produzione. Si stima che l’azienda abbia più di 10.000 dipendenti.

Inoltre, poiché la maggior parte di loro ha Shein come cliente esclusivo, risparmiano le commissioni. Senza dimenticare che vende direttamente al cliente , risparmiando gli intermediari.

Il lato oscuro di Shein

Stipendi e lavori

Non si sa nulla su in quali condizioni e con quali salari si lavora nelle fabbriche di abbigliamento di Shein, ma gli esperti ipotizzano che, per vendere così tanto e così poco, il lavoro nelle fabbriche deve essere duro, e non molto ben pagato.

Una cultura dell’usa e getta…. e inquina

Abbiamo più basi per criticare la cultura del fast fashion a bassissimo costo. Con prezzi così bassi e qualità che non durano molto, Shein favorisce la cultura del indossa-e-getta, anche se il capo è nuovo.

Compri un top per 3€, o un paio di pantaloni per 5€, e quando ti stanchi lo butti via e ne compri un altro . Anche se l’hai indossato solo un paio di volte.

Praticamente tutti i materiali artificiali usati nel mondo della moda sono derivati dal petrolio , come il poliestere. È un’industria inquinante, e il problema è esacerbato dai vestiti usa e getta.

Copia palese

Shein è stato denunciato in diverse occasioni per aver copiato gli abiti di altri stilisti.

Anche se, a loro credito, bisogna dire che quasi tutti i marchi sono stati beccati con questa pratica, incluso Zara.

Quando si lavora con centinaia di designer, ce n’è sempre uno che è troppo intelligente…

Piani futuri

Nei prossimi mesi, Shein prevede di lanciare un proprio sistema di pagamento, e aprire negozi fisici. Questo è tutto ciò di cui ha bisogno per andare testa a testa con giganti come Zara o H&M.

Nonostante la sua segretezza, Shein non sembra fare nulla di troppo diverso da ciò che fanno le altre grandi catene di moda.

Con prezzi così bassi sembra che il consumatore vinca, ma questo è molto discutibile se viene al costo di posti di lavoro mal pagati, e prodotti usa e getta altamente inquinanti . Qualcosa che è comune a tutta l’industria della moda veloce ed economica.

In ogni caso, sembra che Shein sia qui per restare . A poco a poco, le aziende cinesi stanno competendo al più alto livello in tutti i tipi di mercati, e questo è qualcosa a cui dobbiamo abituarci. Nessuno dubita che la Cina sarà la prossima superpotenza mondiale, se non lo è già…

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.