Samantha Ware risponde al casting di Lea Michele nel revival di Funny Girl

0

Samantha Ware ha criticato il casting di Lea Michele nel revival di Broadway di Funny Girl.

A giugno 2020, l’attrice ha accusato Michele di essere molto scortese e di comportarsi con “microaggressioni traumatiche” sul set di Glee alla fine del 2014. La 35enne si è scusata e ha promesso di “continuare a lavorare per migliorare” se stessa in quel momento.

Lunedì, Ware si è affrettata a esprimere la sua opinione quando è stato annunciato che Michele avrebbe sostituito Beanie Feldstein nel musical teatrale a partire dal 6 settembre.

“Sì, sono online oggi. Sì, vi vedo tutti. Sì, ci tengo. Sì, sono colpito. Sì, sono umano. Sì, lo sono Nero. Sì, sono stata maltrattata. Sì, i miei sogni erano contaminati”, ha scritto su Twitter, senza fare esplicito riferimento a Michele. “Sì, Broadway sostiene il candore. Sì, Hollywood fa lo stesso. Sì, il silenzio è complicità. Sì, sono rumoroso. Sì, lo rifarei.”

Si fa riferimento anche a Ware i suoi ex co-protagonisti di Glee Amber Riley e Alex Newell in un altro tweet.

“Inoltre. Il mio nome non è Amber Riley o Alex Newell. La loro esperienza non è stata la mia e la mia non è stata la loro (sic) ,” ha aggiunto il 30enne.

Dopo la notizia che Michele avrebbe assunto il ruolo principale di Fanny Brice in Funny Girl, Michele si è rivolto ai social media per descrivere il concerto come un “sogno diventa realtà”.

“Un sogno che diventa realtà è un eufemismo. Sono così incredibilmente onorata di unirmi a questo cast e di questa produzione incredibile e tornare sul palco interpretando Fanny Brice a Broadway”, ha commentato Instagram.

Ware è attualmente protagonista della serie TV All Rise.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.