Il COVID-19 è costato ai cinema europei “almeno '20 miliardi di dollari di entrate”, afferma il gruppo commerciale

0

COVID-19 è costato ai cinema europei “almeno” $ 20 miliardi di entrate tra il 2020 e il 2021, afferma il gruppo commerciale.

L’Unione Internazionale del Cinema ha pubblicato un rapporto che ha rilevato che le sale cinematografiche dell’Unione Europea e del Regno Unito hanno subito un aumento di entrate stimato di diversi miliardi durante il primo anno della pandemia.

I dati del suo rapporto annuale – visionato dall’Hollywood Reporter e diffuso all’inizio della conferenza CineEurope a Barcellona, ​​che si svolgerà dal 20 al 23 giugno – hanno rilevato che le misure sanitarie, come le chiusure forzate, devono affrontare mascherine, capacità ridotta, hanno ostacolato le prospettive di guadagno del settore.

Nel 2019, il settore ha segnato un record di 9,3 miliardi di dollari di entrate prima della caduta indotta dalla pandemia a 2,8 miliardi di dollari nel 2020. L’anno scorso ha registrato un aumento del 40% con le entrate del continente che hanno raggiunto i 3,9 miliardi di dollari , tuttavia rappresenta ancora un disavanzo del 70 per cento rispetto a due anni prima.

I risultati del rapporto hanno suggerito che un pool più piccolo di film avrebbe potuto rappresentare un ostacolo all’aumento delle entrate poiché nel 2019 sono stati rilasciati 480 film. L’anno successivo ha visto solo 250 nuovi titoli e l’anno successivo ne ha visti 270. In 2021, solo cinque film – “No Time to Die”, “Spider-Man: No Way Home”, “Dune”, “F9” e “Venom: Let There Be Carnage – hanno raggiunto la soglia di 98 milioni di biglietti nel 2021, una frazione del totale di 589 milioni di biglietti. Nel 2020, il gruppo commerciale ha registrato 432 milioni e 1,347 miliardi nel 2019.

Poiché Hollywood e altri mercati cinematografici hanno aumentato la loro produzione a causa dell’aumento della domanda e dell’indebolimento delle restrizioni, l’UNIC ha mantenuto un atteggiamento positivo nei confronti il futuro del cinema in Europa e nel Regno Unito. Hanno evidenziato una previsione di Gower Street Analytics secondo cui i botteghini nella regione potrebbero raggiungere gli 8,1 miliardi di dollari nel 2022, il che significherebbe un aumento del 62% rispetto allo scorso anno e un potenziale ritorno ai livelli del 2019.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.