Google segue le orme di Apple e impedirà alle app di tracciare gli utenti in cambio di pubblicità personalizzata

0

Gli utenti saranno in grado di disabilitare gli ID pubblicitari e impedire alle applicazioni di tracciare la loro attività sui telefoni Android.

Le applicazioni Android troveranno più difficile tracciare gli utenti quando gli utenti rifiuteranno questa opzione nelle loro impostazioni del telefono. Google ha annunciato modifiche alla sicurezza del suo sistema operativo mobile, seguendo le orme prese un mese fa da Apple.

Secondo il Financial Times, Google inizierà a tagliare l’accesso delle app agli ID pubblicitari entro la fine dell’anno. Darà agli utenti un maggiore controllo su ciò che vogliono condividere con le aziende e se vogliono ricevere pubblicità personalizzata attraverso i loro dati e gusti.

L’annuncio è stato prima inviato agli sviluppatori del Play Store e notato sulla pagina di supporto di Google . Una misura che è stata promessa altre volte, ma ad un livello blando. Ricordiamo che los utenti possono già rifiutare di ricevere annunci personalizzati nelle impostazioni di Google, anche se questo non impedisce alle aziende di accedere all’identificazione della pubblicità.

Come spiegato in AdExchanger, le applicazioni hanno potuto utilizzare l’identificatore in precedenza con l’intenzione di analizzare e rilevare le frodi, non per la pubblicità. Google assicura che presenterà presto un’alternativa per questi casi. Nel frattempo, gli utenti possono entrare nelle Impostazioni mobili, poi nella sezione Google e infine in Annunci, ci permette di attivare o disattivare l’ID pubblicitario.

Google assicura che questi cambiamenti nella privacy del suo sistema operativo saranno implementati in fasi durante l’anno. I primi a riceverlo, saranno i dispositivi che integrano Android 12, che inizieranno a vedere il cambiamento “alla fine del 2021”.

Al momento, non è chiaro come Google limiterà l’accesso delle applicazioni a questi dati utente, se sarà simile a quello applicato da Apple su iOS o no. Se Google si unisce a questa iniziativa di Apple, potrebbe essere un colpo per l’industria della pubblicità digitale e le applicazioni il cui business dipende da questi dati.

Facebook è stato uno dei più critici di questa decisione, sostenendo che Apple ATT (App Tracking Transparency) avrà un forte impatto sulle entrate della società. Tuttavia, Google fa anche affari nel settore della pubblicità digitale, quindi dovremo aspettare e vedere come si sviluppa questa nuova tendenza pro-privacy.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.