Martin Freeman si è sentito “triste e strano” durante le riprese di Black Panther 2 senza Chadwick Boseman

0

Martin Freeman dice che è stato “strano” e “triste” fare “Black Panther 2” senza il compianto Chadwick Boseman.

Il L’attore 50enne ha ripreso il ruolo di Everett K. Ross nella seconda puntata del film sui supereroi della Marvel “Black Panther” e ha parlato di come le cose sono cambiate dopo la morte dell’attore protagonista Chadwick, morto nel 2020 dopo una battaglia segreta con il colon cancro.

Freeman ha detto a Collider: “Da un lato, stai girando il film che sei lì per fare, e ci sono decine e decine di persone sul set, che si sono unite a questo per fare il film. Ma non c’è nemmeno dubbio che, al centro, c’è un bel vuoto ora, e tu lo hai sentito.

“Con pieno rispetto Ryan Coogler e tutti gli altri, che stanno sudando e sanguinando per fare bene questa cosa, è stato divertente.

“È stato divertente. Sono entrato e uscito abbastanza rapidamente, credo. Ma mi piace interpretare Everett Ross. È un personaggio molto divertente da interpretare. È simpatico per la storia. È un bravo ragazzo.

“Ma era strano. Certo, era strano che Chadwick [Boseman] non fosse lì. Non c’è modo di aggirarlo. Penso che tutti lo troverebbero piuttosto strano e triste, ma allo stesso tempo, le cose della vita non finiscono e basta. Non è come “Beh, è ​​successo, quindi dobbiamo solo andarcene e non farlo mai più”. Ma era strano. Quando è morto, Ho pensato: ‘Ok, beh, forse non ce ne sarà un altro.’ Ma ci sono ancora altre storie da raccontare in quel mondo e altri grandi personaggi. Penso e spero che abbiamo fatto un buon film. Mi fido molto di Ryan Coogler”.

“Black Panther: Wakanda Forever”, attualmente in fase di post-produzione, uscirà esclusivamente nei cinema l’11 novembre 2022.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.