Creepypasta #1: Kirby’s Hack Adventure

1
Primo capitolo per la nuova rubrica Creepypasta, e iniziamo con Kirby’s Hack Adventure, pronti per un’avventura horror coi videogame?

Sono sempre stato appassionato di hack e di creepypasta e mi piacevano le “hack creepy“, fino al giorno in cui comprai su e-bay una copia di Kirby’s Adventure molto strana.

Il gioco costava 5 euro e quindi mi sembrava un affare ma quando arrivò 5 giorni dopo notai subito che qualcosa non andava: la copertina era molto diversa, Kirby era triste e spaventato.

Presi la cassetta e la misi nel NES e il gioco partì; al posto del logo Nintendo uscì la scritta “LEAVE NOW” scritto in rosso sangue come se volesse mettermi paura.

 kirby's Hack Adventure Creepypasta

Allora capì che era un hack e pensai: “Fantastico, una hack” ma poi frenai l’entusiasmo nel vedere cosa mi aspettava dopo.

Lo schermo del titolo non mostrava il solito Kirby sorridente, ma un Kirby spaventato che piangeva e che scuoteva la testa come per dire “Sei ancora in tempo, non premere il tasto start“, premetti start senza ascoltare Kirby e li cominciarono le prime stranezze.

Kirby non aveva la faccia normale ma la faccia triste e spaventata della copertina. Andai al primo livello e notai che non c’erano nemici, solo delle macchie di sangue sul pavimento e il background in fiamme.

Mentre camminavo comparve il quadro di testo e Kirby disse: “Ho sete, forse mi fermo a bere un po’”. Non c’era acqua nei paraggi, Kirby si chinò e bevve il sangue dei nemici sul pavimento.

Kirby divenne rosso e il livello finì automaticamente senza mini giochi bonus.

Kirby non finì nell’ Hubworld normale ma in un luogo pieno di fiamme che dava l’impressione di essere una riproduzione dell’inferno, in un lato c’erano tutti i boss (tranne King DDD e Nightmare) impiccati.

Wispywoods era sradicato, le sue radici penzolavano e facevano gocciolare sangue, una corda era legata al naso e dove prima c’era la faccia ora c’era solo un grosso buco. Kirby iniziò a volare da solo ed entrò nel buco di Wispywoods, avviando il livello 2.

Il secondo livello era identico alle Green Greens di Kirby Dreamland, solo che era in negativo e in cielo c’erano fulmini che sembravano troppo realistici per il NES, finirlo fu facile perché l’unico nemico era il Waddle Dee.

Mi ritrovai di nuovo nell’ “inferno“, questa volta Wispywoods bruciava e dal suo buco usciva molto sangue; non riuscivo a muovere Kirby, mentre premevo tutti i tasti per vedere se riuscivo a sbloccarlo lui si girò verso di me dicendomi: LEAVE NOW!

Kirby_hack_adventure Creepy Pasta

Subito dopo partì lo Staticmesh.wav di Pokémon Verde Beta e quella fu la goccia che fece traboccare il vaso: “Chi cazzo può essere abbastanza malato da creare un hack del genere?” Mi chiesi, molto spaventato e arrabbiato.

Provai a spegnere il NES ma un box di dialogo mi interruppe nel farlo, il box diceva: “Non ci provare, stronzo!“, Kirby camminò da solo fino alla porta boss e ci entrò, iniziando così un discorso con King DDD.

Uscì scritto “King DDD: Ciao Kirby, il tuo giocatore è stato così stupido da aver giocato a Kirby Hack Adventure! Non doveva farlo, adesso, LEAVE NOW!!!” poi King DDD sollevò il martello sopra la testa e spiaccicò Kirby; chili e chili di sangue e di organi si sparsero in tutto il campo di battaglia. Stavo per vomitare nel vedere quella scena.

Poi uscì scritto “King DDD: Adesso tocca a te, voi e tutti gli hacker dovete morire in modo atroce, perché fate le hack?? Perché rovinate le nostre avventure?? Leave now the life!! Come in the creepypasta!!“.

Poi lo schermo divenne di un rosso abbagliante e un urlo potentissimo usci dalla tv; per fortuna la luce saltò per un attimo e il NES si resettò.

Dopo che il NES si resettò, sullo schermo uscì scritto “Non importa dove fuggirai, il ricordo di quest’hack ti tormenterà e ti farà odiare la vita.

Storia di Creepypasta Wiki Italia

1 commento

Commenta!