Le 10 peggiori console della storia

5
Quante sono le console che sono passate negli anni inosservate per le più disparate ragioni? Apple ha mai prodotto una console? Queste ed altre domande trovano una risposta nella nostra classifica!

10 – Apple Pippin

Apriamo la classifica dall’ultimo posto, e qui troviamo subito la risposta a una delle domande, Apple ha prodotto una console! O meglio, ha prodotto il software per una console, prodotta assieme a Katz Media e Bandai.

Questo dimostra che non tutte le creazioni Apple hanno riscosso successo. Nonostante negli ultimi anni abbia avuto un notevole successo con iPod, iPhone o iPad, questo apparecchio, che aveva la pretesa di essere una console per videogiochi, un computer per navigare in rete ed un riproduttore multimediale, ha avuto un successo diametralmente opposto.

Peggiori console Pippin

Pippin è stato disegnato da Apple nel ormai lontano 1996 come “apparecchio multimediale” e dato in licenza ad altre compagnie per la fabbricazione. Sfortunatamente per Bandai e Katz Media, il sistema non compiva bene nessuna delle funzionalità per le quali era stato creato.

Nel mondo Mac è riconosciuto come uno dei sei peggiori prodotti realizzati da Apple.

Contro: Processore lento, modem lento, prezzo elevato, poca disponibilità di giochi e programmi. Il punto più a suo sfavore era il fatto di essere stato progettato per un mercato che non esisteva.

A favore: Si trattava di un progetto parecchio all’avanguardia a suo tempo.

Maggiori informazioni

9 – Game.com

A metà anni 90 la compagnia Tiger era molto ben stabilita come produttrice di giochi elettronici tascabili. Nel 1997 ha cercato di effettuare un assalto al predominio che Nintendo Gameboy deteneva sul mercato. Per farlo, aveva presentato Game.com

Peggiori console game.com

Si trattava della prima console portatile touch e con connettività a internet. Il comparto internet era piuttosto scarso a causa del fatto che supportava solo testo e la connessione veniva realizzata tramite un cavo seriale connesso ad un modem esterno (tecnologia anni 80 per una console anni 90).

Contro: collezione di giochi orribile, schermo tattile poco definito e con bassa risoluzione.

A favore: prima console touch, gioco “Solitario” integrato (il miglior gioco della console…) e funzionalità da PDA.

Maggiori informazioni

8 – Nokia N-Gage

Inizio secolo XXI, l’allora prestigiosa Nokia presenta N-Gage, metà telefono cellulare, metà console. Ed in questo caso 1 + 1 non fa 2, ma 1,5, perché né il cellulare era un buon cellulare, né la console era una buona console. Ciò nonostante ha avuto qualche bel gioco, ma come ben sappiamo, non erano tanti e per la maggior parte nemmeno buoni.

Nokia_N-Gage

Contro: Per cambiare gioco era necessario togliere il coperchio posteriore e la batteria. Libreria di giochi povera. La disposizione del microfono nella parte laterale obbligava a tenere il terminale in modo peculiare durante la conversazione. I tasti di controllo erano disegnati male.

A favore: Incorporava la modalità multi giocatore wireless, connessione ad internet e univa in un solo dispositivo una console portatile ed un cellulare.

Maggiori informazioni

7 – Mattel Hyperscan

Questo è un progetto di console lanciato nel 2006 in cui ogni gioco era accompagnato da una serie di figurine che poi sarebbero state utilizzate per migliorare le nostre abilità durante il gioco. Ogni figurina conteneva un chip di radio frequenza che lo identificava. All’inizio l’idea era parecchio buona, vendevi la console, vendevi i giochi e le figurine.

Peggiori console Mattel Hyperscan

Contro: Costruzione debole, giochi orribili, lettore di codici eccentrico e tempi di caricamento esagerati.

A favore: Prima console a fare uso della tecnologia RFID.

Maggiori informazioni (Inglese)

6 – Gakken TV Boy

Si tratta di una rarità lanciata nel mercato giapponese nell’anno 1983 (lo stesso anno in cui usciva sul mercato il più famoso Nintendo Famicom).

Peggiori console  Gakken TV Boy

Contro: Scomoda, joystick a forma di “T” integrato nella console, libreria di giochi piccola e brutta.

A favore: Un incantevole, strano, design.

Maggiori informazioni (Inglese)

5 – RDI Halcyon

Lanciata in poche, costosissime unità (2.500 dollari) nel 1985. La sua ragione d’esistere era permettere ai suoi acquirenti di giocare a casa a giochi sullo stile di Dragon’s Lair del 1983, pure quello di RDI. Per farlo, la console integrava riconoscimento e sintesi vocale. Funzionava con Laser Disc.

Peggiori console RDI Halcyon

Contro: Eccessivamente cara. Errore di previsione nel supporre che nel 85 giochi come Dragon’s Lair avrebbero avuto successo. Sono stati lanciati solo 2 giochi, entrambi brutti.

A favore: L’ambizione del progetto.

Maggiori informazioni (Inglese)

4 – Philips CD-i

Concepito come lettore multimediale per giochi ed educazione il cui obiettivo era occupare il posto di fianco al Video e lanciato sul mercato nel 1991. Philips aveva ceduto la licenza anche ad altri fabbricanti per costruire riproduttori CD-i. Nonostante questo, il sistema è stato un fallimento.

Peggiori console Philips CD-i

Contro: Enorme libreria di brutti giochi. Qualità video penosa. Design povero dei controlli.

A favore: L’interesse che la saga Zelda per CD-i sveglia ancora oggi su eBay (nonostante siano le versioni peggiori mai prodotte).

Maggiori informazioni

3 – Tandy/Memorex VIS

Un’altra soluzione multimediale lanciata nel 1992 sulla linea tracciata da Philips CD-i

Peggiori console Tandy Memorex VIS

Contro: Software praticamente inesistente. Hardware abbastanza scarso, un Intel 286 ed un software di sistema obsoleto, una versione speciale di Windows 3.1.

A favore: Il joystick wireless ed il gioco di golf Links.

Maggiori informazioni (inglese)

2 – Tiger Telematics Gizmondo

Esce sul mercato nel 2005. La sua brutta fama nasce dal comportamento libertino ed illegale dei dirigenti di Tiger Telematics e da una libreria giochi scarsa.

Peggiori console Tiger Telematics Gizmondo

Contro: Giochi brutti ed una grossa arroganza durante la commercializzazione.

A favore: La console incorporava un ricevitore GPS ed un riproduttore multimediale.

Maggiori informazioni

1 – RCA Studio II

E siamo arrivati all’inizio della lista. In prima posizione si trova questa console del 1977, la seconda console nella storia ad usare giochi su cartuccia ROM interscambiabile.

Peggiori console RCA Studio II

Purtroppo per Studio II, la prima e la terza console della sua categoria, la Fairchild Channel F e la Atari VCS, funzionavano meglio. Entrambe le console avevano grafica a colori e controlli di gioco indipendenti.

Contro: Non aveva joystick. I grafici erano in bianco e nero e quadrati. L’audio veniva da un altoparlante integrato nella console stessa.

A favore: A distanza di 37 anni ancora nessuno ha mai lamentato un’esplosione della console.

Maggiori informazioni

Che ne pensate di questa nostra classifica? Siete d’accordo? Ce ne siamo dimenticati qualcuna? Fateci sapere nei commenti! E se vi è piaciuta la nostra classifica, leggete anche il nostro articolo su 10 curiosità dal mondo dei videogiochi!

5 Commenti

  1. l’Ngage ha fatto storia e non è assolutamente sensato aggiungerlo a una lista come questa! l’elenco dei titoli a disposizione è piuttosto lungo, c’era anche Tomb Raider!! e si potevano installare degli emulatori! era gia’ nel futuro! qui a mio avviso avete toppato!

    ragazzi il 3DO! il 3DO dove lo mettiamo? e il Jaguar?

  2. L’N-Gage credo sia rimasta un’ottima idea ma realizzata male, diciamocelo, non ha avuto molti giochi (certo, alcuni erano buoni, ma erano port di vecchi giochi), ed il telefono in quanto telefono era mal concepito, ciò nonostante rispetto pienamente la tua opinione, e ti ringrazio tanto per il commento :)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome