La star di Halloween Kills, Jamie Lee Curtis, odia i film horror

0

Jamie Lee Curtis pensa che odiare i film horror abbia aiutato la sua performance in ‘Halloween Kills’.

L’attrice 62enne – che riprende il suo ruolo di Laurie Strode nel sequel di ‘Halloween’ del 2018 – ha ammesso che non potrebbe essere “pagata” per guardare un film di paura e si chiede se è per questo che è andata così bene davanti alla telecamera.

Quando le è stato chiesto se ha mai guardato altri film del franchise di ‘Halloween’ in cui non era lei stessa, si è messa a ridere e ha detto alla rivista SFX: “No. Non guarderei un film horror neanche se mi pagassi.

“E lo dico con tutta la gente alla Universal che fa, ‘Oh mio Dio, ha appena detto questo? Davanti alla telecamera? Non sono una fan del genere.

“Non mi piace essere spaventata. Forse è per questo che sono brava. Forse hanno trovato l’unica attrice che aborre la violenza e aborre la suspense, e il dramma, e lo strisciare in giro e le cose che saltano.

“Forse hanno trovato l’attrice perfetta ma a me non piace. Forse è per questo che sono brava!”

Nel 2018, la Curtis è tornata a vestire i panni di Laurie in ‘Halloween’, sequel diretto dell’omonimo film del 1978, e la nuova trilogia si concluderà l’anno prossimo con ‘Halloween Ends’.

Ha anche interpretato il personaggio in ‘Halloween H20: 20 anni dopo’ del 1998 e in ‘Halloween Resurrection’ del 2002, ma li considera “separati” dal franchise complessivo.

Ha spiegato: “Questa trilogia, e il primo film del 1978, sono davvero, secondo me, la storia di ‘Halloween’.

“Il resto, anche ‘Halloween II’, anche ‘H20’, quelli erano separati. Ma il film del 1978, il film del 2018 e poi le versioni 2021 e 2022 di ‘Halloween’ sono, per me, la storia completa di ‘Halloween’.”

Nel frattempo, ha anche respinto l’idea di scrivere un libro sulle sue esperienze con la serie di film horror.

Ha insistito: “Non ce n’è bisogno. Parte di ciò che lo rende bello è la quantità di informazioni e poi la mancanza di informazioni.

“Penso che troppe informazioni ti desensibilizzino. Non c’è bisogno di un libro su ‘Halloween’.

“Tutto quello che avrei da dire su ‘Halloween’ è sullo schermo.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.