Matthew McConaughey si diverte molto a interpretare i cattivi

0

Matthew McConaughey dice che fare “cose ​​cattive” e comportarsi in modo “depravato” sullo schermo è una grande emozione.

L’attore 52enne – che in precedenza aveva rivelato di aver rifiutato un’offerta da 14,5 milioni di dollari per una commedia romantica dopo un anno sabbatico di sei mesi dall’industria cinematografica per allontanarsi dal genere – ha recitato nel ruolo dell’ingannatore e stregone Walter Padick nel western fantasy di fantascienza del 2017 “The Dark Tower”, mentre ha anche interpretato il protagonista assassino in “Killer Joe” del 2011.

E Matthew ammette che interpretare personaggi che sono malvagi o che non hanno nulla di buono è inebriante.

Tuttavia, crede che tali ruoli siano buoni solo per gli attori che sono “calmi” nelle loro stesse vite.

Matthew è citato dal quotidiano Daily Star come dicendo: ” Essere cattivi è il migliore. È proprio così.

“Non dovrebbe essere, ma fare cose brutte o drammi depravati.

“E senza ripercussioni – in altre parole, tu vai a casa, vedi la tua famiglia alla fine della giornata – lo sai, mi piace.

“Penso sia vero che devi essere in uno spazio aperto e tranquillo prima di tutto se devono farlo e sono felice di dire che ci sono sicuramente.

“Quindi, oltre a ciò, sento che c’è una vera libertà di far luce sull’ombra di un personaggio.”

La star di “Magic Mike” aveva precedentemente rivelato come “nessuno” volesse sceglierlo dopo aver rifiutato le commedie romantiche.

Matthew è diventato un rubacuori di Hollywood dopo aver recitato in film come ” The Wedding Planner’, ‘Ghosts of Girlfriends Past’ e ‘Come perdere un ragazzo in 10 giorni’.

Ha detto: “Ora, passano 14 mesi dopo quei sei mesi in cui non arriva nulla , chiamo il mio agente a giorni alterni, ‘Che cosa hai?’

“‘Amico, nessuno sta nemmeno menzionando il tuo nome. Riporto il tuo nome, dicono: “Non voglio nemmeno parlarne”. Ora sto dicendo: ‘Potrei aver appena preso un biglietto di sola andata per Hollywood. Potrei non lavorare mai più a Hollywood’.

“Ma ho avuto la sensazione di essere come ogni giorno – Sai quando vai e sopporti qualcosa e stai prendendo uno stendardo, con ogni giorno costruisci un po’ più di onore e forza per trascinarlo in questo, meno sarà anche una possibilità che io torni indietro. Non stavo tornando.”

Tuttavia, il Il piano dell’attore di “Dallas Buyers Club” ha funzionato, poiché il suo esilio autoimposto ha portato le persone a volerlo coinvolgere per diversi progetti.

Ha aggiunto: “Indovina chi è ora un nuovo romanzo buono idea per ruoli drammatici come “Killer Joe”, “Mud”, “Paperboy”, “Bernie”, “True Detective”, “Dallas Buyers Club”, “Magic Mike”? Io. Ho trovato l’anonimato nei 20 mesi.

“Mi sono trasformato in, ‘Dove diavolo è McConaughey? Non è in una commedia romantica a teatro davanti a me. Non è in una commedia romantica nel mio soggiorno. Non lo vedo a torso nudo sulla spiaggia, dove diavolo è? Non so cosa stia facendo.’

“Ho trovato l’anonimato. Ho smarcato, e poi quando mi sono venuti in mente, mi sono venuti in mente i copioni che volevo fare quella fiera drammatica, ho invece lo attaccò con le zanne e lo mangiò, perché sapevo cosa volevo fare, ma era l’annullamento del marchio. Era il tentativo di ritrovare l’anonimato.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.