Il tuo account Amazon non è bloccato: questa email è phishing e ruba i dettagli della tua carta

0

Un’e-mail che ti avverte che il tuo account Amazon è bloccato? Ignoratelo e cancellatelo immediatamente: è una campagna di phishing per rubare i dati della vostra carta di credito.

Il phishing è una delle tecniche più antiche per rubare dati personali, ma ancora oggi è una delle strategie più efficaci per ingannare gli utenti. Per questo motivo, i criminali informatici lo usano molto regolarmente, quindi ti consigliamo di controllare sempre molto attentamente le tue e-mail.

Le campagne di phishing sono all’ordine del giorno e purtroppo riceviamo innumerevoli email malevole. Fortunatamente, la maggior parte di esse sono abbastanza ovvie e qualsiasi utente può riconoscere la truffa, ma ce ne sono altre che sono più elaborate ed è facile cadere nella trappola.

La campagna che trattiamo oggi è di questo secondo tipo, quindi è più pericolosa. Stiamo parlando della nuova campagna di phishing che avverte che il tuo account Amazon è stato bloccato, che si distingue per riprodurre molto fedelmente il design e le caratteristiche delle email ufficiali di Amazon.

Come si può vedere nello screenshot qui sotto, l’email integra perfettamente i loghi di Amazon nell’intestazione e nel piè di pagina, la tipografia utilizzata dal gigante dell’e-commerce nelle sue comunicazioni, il pulsante call-to-action e persino il messaggio legale in basso.

Il messaggio avverte l’utente che il suo account Amazon è stato bloccato perché “le informazioni di fatturazione fornite non corrispondono alle informazioni memorizzate dall’emittente della carta”.

Per risolvere il problema e riattivare l’account, il messaggio sollecita l’utente a verificare i suoi dati di pagamento tramite un pulsante incluso nell’email. Avverte anche che se questo non viene fatto entro tre giorni, tutti gli ordini saranno cancellati.

Come potete immaginare, niente di tutto questo è vero, e il pulsante vi porta ad una pagina falsa creata dai criminali per rubare i dettagli della vostra carta. Come ci ricorda Maldita.es, Amazon non chiede mai informazioni personali via e-mail, e sono sempre inviate da un indirizzo che finisce in “amazon.es”, il che non è il caso di questa comunicazione.

Pertanto, se ricevi questa e-mail, cancellala il prima possibile e non seguire il link. Se sei caduto nella trappola, contatta immediatamente la tua banca per spiegare l’accaduto e bloccare la carta interessata se necessario.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.