Rockstar conferma la fine del supporto per Red Dead Online

0

Mentre lo sviluppo si sposta su GTA6.

Rockstar ha comunicato ai fan di non aspettarsi ulteriori aggiornamenti importanti per Red Dead Online, in quanto continua a spostare le risorse di sviluppo verso Grand Theft Auto 6.

Si tratta di una cattiva notizia per i giocatori di Red Dead Online, che da tempo si lamentano del fatto che il gioco sia stato sottoutilizzato e trascurato da Rockstar rispetto al più redditizio GTA Online.

Ora Rockstar ha illustrato il suo piano per mantenere Red Dead Online in vita e ha ammesso di essersi concentrata maggiormente su GTA6.

Ian esamina una mod VR di Red Dead Redemption 2.

“Negli ultimi anni abbiamo costantemente spostato più risorse di sviluppo verso il prossimo capitolo della serie Grand Theft Auto, comprendendo più che mai la necessità di superare le aspettative dei giocatori e di fare in modo che il prossimo capitolo sia il migliore possibile”, ha scritto Rockstar, “e di conseguenza stiamo apportando alcune modifiche al modo in cui supportiamo Red Dead Online”.

Questi cambiamenti significheranno che non ci saranno ulteriori “aggiornamenti di contenuti tematici importanti come negli anni precedenti”, ha riconosciuto Rockstar.

I giocatori di Red Dead Online dovranno invece aspettarsi eventi che mettano in risalto i contenuti esistenti, oltre a “eventi speciali stagionali e miglioramenti dell’esperienza”. Quest’anno seguiranno anche alcune nuove missioni Telegram.

All’inizio di questa settimana, i fan di Red Dead Online hanno annunciato l’intenzione di organizzare un funerale all’interno del gioco per il servizio live , al fine di segnare quello che hanno suggerito essere “un anno di abbandono del [gioco]”.

Reagendo all’annuncio di Rockstar, l’importante account Twitter gestito dai fan Red Dead News ha scritto che “la gestione di Red Dead Online da parte di Rockstar è stata una serie di fallimenti, dall’implementazione malriuscita di una valuta premium e di pass per i contenuti, ai bug che rompono il gioco che ancora esistono e alla completa mancanza di protezione per i giocatori PC contro i modder”.

“Senza contare le promesse ingannevoli sui contenuti e la mancanza di comunicazione al di fuori di questi”, prosegue l’account. “L’annuncio di oggi è una notizia che Rockstar avrebbe potuto condividere a febbraio dopo l’annuncio del ‘prossimo’ GTA, perché far aspettare i fan? È una pessima forma”.

Rockstar ha riconosciuto che GTA 6 era in “sviluppo attivo” e “ben avviato” nel febbraio di quest’anno, dopo un precedente rapporto di Bloomberg che suggeriva che il gioco sarebbe stato lanciato non prima del 2024.

Read More

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.