David Ayer sbatte il taglio dello studio di Suicide Squad

0

David Ayer ha criticato il taglio dello studio di ‘Suicide Squad’.

Il regista 53enne ha diretto il film del 2016 del DC Extended Universe (DCEU) che è stato accolto con recensioni critiche, ma sostiene che il taglio finale “non è il mio film”.

In una lettera pubblicata su Twitter, David ha spiegato: “Ho messo la mia vita in ‘Suicide Squad’. Ho fatto qualcosa di incredibile – Il mio taglio è un viaggio intricato ed emotivo con alcune ‘persone cattive’ che vengono sate e scartate (un tema che risuona nella mia anima).

“Lo studio cut non è il mio film. Leggete di nuovo. E il mio taglio non è il director’s cut di 10 settimane – È un montaggio completamente maturo di Lee Smith in piedi sull’incredibile lavoro di John Gilroy. E’ tutta la brillante colonna sonora di Steven Price, senza una sola canzone radiofonica in tutto il film”

Il regista aggiunge che solo una “manciata” di persone ha visto la sua versione del blockbuster – che ha visto protagonisti Jared Leto e Margot Robbie.

David ha detto: “Ha archi di personaggi tradizionali, performance sorprendenti, una solida risoluzione del terzo atto. Una manciata di persone l’ha visto. Se qualcuno dice di averlo visto, non l’ha visto”

I fan hanno pregato la Warner Bros. di rilasciare una ‘Ayer Cut’ del film – come hanno fatto con ‘Justice League di Zack Snyder’ – ma il regista si rifiuta di aggiungere alla speculazione.

David ha dichiarato: “Non parlerò più pubblicamente su questo argomento”

James Gunn ha diretto un sequel del film e Ayer è stato pieno di lodi per ‘The Suicide Squad’.

Ha detto: “Sono così orgoglioso di James ed eccitato per il successo che sta arrivando. Sostengo la WB e sono entusiasta che il franchise stia ottenendo le gambe di cui ha bisogno. Faccio il tifo per tutti, il cast, la troupe. Ogni film è un miracolo. E il brillante lavoro di James sarà il miracolo dei miracoli”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.