007: Tutto o niente è il miglior film di James Bond che non abbiamo mai avuto

0

Cos’è una rosa senza nome?

Non c’è stato un gioco di James Bond che abbia catturato lo spirito della superspia così perfettamente come Everything or Nothing. GoldenEye 007 rimane il preferito dai fan, certo, ma ho sempre preferito le esperienze originali di 007 agli adattamenti diretti. Quando EA ha avuto la licenza di Bond nell’era di Pierce Brosnan, 007 è stato creativo. Non sempre con successo, purtroppo. Escludendo gli spin-off come 007 Racing, Agente sotto tiro è stato un primo tentativo mediocre, anche se Nightfire ha portato un notevole miglioramento. Per me, non c’è mai stato niente di meglio di questo.

Molti fan considerano ufficiosamente Tutto o niente come il quinto film di Brosnan, e non è difficile capire perché. Dopo aver lavorato a GoldenEye, Il domani non muore mai e Il mondo non basta, Bruce Fierstein è stato nuovamente chiamato a scrivere una sceneggiatura adatta all’epoca. Collegandosi a A View to a Kill, troviamo l’apprendista di Max Zorin, Nikolai Diavolo, che cerca di vendicarsi di Bond per la morte di Zorin. Inoltre, sta cercando di ricreare l’Unione Sovietica con l’aiuto dei nanobot. Perché… beh, vale la pena provarci, credo.

Non sarebbe un film di Bond senza un cast di stelle, e il gioco non ha deluso le aspettative. Mentre Nightfire ha semplicemente utilizzato le sembianze di Brosnan con un altro doppiatore, Everything or Nothing ha riportato l’attore irlandese ancora una volta, segnando la sua ultima apparizione prima che Daniel Craig ne prendesse il posto. Judi Dench, John Cleese e Richard Kiel tornano rispettivamente nei ruoli di M, Q e Jaws, mentre volti nuovi come la dottoressa Nadanova di Heidi Klum e Serena St. Germaine di Shannon Elizabeth completano il quadro.Il casting di Willem Dafoe come Diavolo è stato particolarmente ispirato. È un vero peccato che probabilmente non lo vedremo mai in un film principale, ma in questo caso ha interpretato bene Diavolo. Non possiamo nemmeno dimenticare Mýa, né la sua energica sigla che ricordo ancora adesso.

Allora forse non dovresti vivere qui.

Ci sono tutte le carte in regola per un film di 007 ma, cosa più importante, Everything or Nothing non ha lesinato su ciò che conta davvero: il gameplay. Avrei preferito che EA avesse mantenuto il multiplayer di Nightfire, dato che questo gioco offre solo una modalità cooperativa limitata, ma le sequenze d’azione del gioco ti fanno sentire come Bond, con gadget ridicoli e tutto il resto. Tra l’impiego del Q-Spider per la ricognizione e la discesa in corda doppia dai muri, il gioco ha abbracciato il lato più sciocco di Bond, che mancava disperatamente nei film recenti. Non dimentico nemmeno le missioni di guida: l’utilizzo del motore di Need for Speed è stata una scelta ispirata. Non ricordo quante volte ho rigiocato quelle missioni; vorrei solo che i seguiti di Bond facessero di più per me.

Il mandato di EA si è concluso con una nota insolita. Goldeneye: Rogue Agent è andato completamente fuori strada, mentre From Russia with Love è stato divertente ma una strana scelta di adattamento. Personalmente, solo 007: Blood Stone di Activision ci si è avvicinato, e, forse opportunamente, è stato scritto da Fierstein. Sono nove anni che non vediamo giochi di James Bond, ma l’attesa sta per finire. IO Interactive ha in programma Project 007 e, sebbene sia troppo presto per esprimere un giudizio, sono cautamente ottimista.

Read More

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.