Cara Delevingne chiede alleati LGBTQ+

0

Cara Delevingne sta invitando più persone a parlare come alleate della comunità LGBTQ+.

La modella trasformata in attrice è una delle 12 persone in testa al numero di agosto di British Vogue, che si concentra sull’orgoglio.

Parlando alla famosa pubblicazione, a Cara è stato chiesto quali sono i cambiamenti più urgenti da apportare affinché il mondo sia uno spazio più sicuro e accogliente per la comunità LGBTQ+.

In un grido di battaglia, ha detto: “Diritti. Che si tratti di diritti dei trans, sia che si tratti di diritti delle donne, sia che si tratti di pari opportunità, sia che si tratti di matrimonio gay.

“Ma la cosa più importante quello che deve essere fatto è abbiamo bisogno di alleati. Abbiamo bisogno che le persone si alzino e facciano un cambiamento, perché deve accadere ora. Ci sono così tante persone che soffrono così tanto, e in tutto il mondo ci sono ancora scelte da fare, politiche e governi che vanno contro i diritti umani delle persone, e questo non va bene.”

Altrove in Nell’intervista, la 29enne ha spiegato di non avere una vera storia di coming out, ma ha semplicemente deciso di mettere le sue “carte in tavola” quando si trattava di chi era innamorata.

“Non mi sembrava di prendere, sai, una decisione consapevole di uscire”, ha continuato Cara. “Significava solo che avevo finito con l’essere nell’armadio. Avevo finito con la vergogna per chi amavo e chi ero. Quindi per me era più solo essere come, l’amore è amore, e dovremmo essere in grado di amare chi vogliamo.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.