Square Enix pensa all’occidente con Final Fantasy XV

0
Il lancio di Episode Duscae, demo di Final Fantasy XV, è stata un’ottima iniziativa pensata per riuscire ad ottenere il maggior numero di feedback possibili.

La Gamescom 2015 è alle porte e con lei arriverà una nuova occasione per dare un’occhiata ai nuovi progetti in cantiere di Square Enix a breve e medio termine. Tra i videogiochi che la compagnia giapponese intende portare all’evento europeo spicca il prossimo e quasi eterno nuovo capitolo della serie Final Fantasy. Possiamo dire ben poco di un gioco che è riuscito ad abbattere le barriere dell’ordinario quando si è trattato di seguire un processo di sviluppo solido e stabile. Per fortuna Square Enix è riuscita a trovare la via corretta per poter portare finalmente l’atteso Final Fantasy XV alla realtà. Un gioco titanico come pochi, la compagnia giapponese ha trovato mille problemi durante la realizzazione, ma niente che non possa essere risolto con l’aiuto degli utenti.

 final fantasy xv

Il lancio di Episode Duscae (demo di Final Fantasy XV) è stata un’ottima iniziativa per ottenere il maggior numero di feedback possibili per riuscire a creare un’esperienza di gioco stabile e soddisfacente. Final Fantasy è una delle serie più importanti che la compagnia giapponese possiede attualmente. Durante oltre 20 anni, i ragazzi di Square Enix hanno regalato agli amanti degli JRPG titoli di una qualità invidiabile e vogliono che questo fatto continui ad essere realtà. Macchie nere a parte, la serie principale ode di una qualità eccelsa in quasi tutti i giochi disponibili attualmente. Per mantenere questo livello, Square Enix sa che i giocatori possono aiutare molto con le proprie opinioni. Per questo la compagnia punta verso l’Occidente.

Final Fantasy XV è stato un grande progetto per noi, e quando parli con Tabata-san, realmente vuole avvicinarsi ai giocatori occidentali. Sa quanto siano importanti, e le opinioni che cerca sono quelle degli eventi con fan e gruppi di discussione. È incredibile quando la gente viene in ufficio e parla con lui, e lui gli ascolta davvero. La demo che abbiamo fatto uscire e abbiamo ritoccato basandoci sulle opinioni è molto importante per noi. Nuovamente, prendiamo il nostro gioco molto sul serio, vogliamo aumentarne il valore”, ha dichiarato Phil Rogers, Ceo di Square Enix Europa e America.

La compagnia, tramite Phil Rogers, ha commentato che il principale obiettivo è tornare 10 anni nel passato per tornare ad essere la compagnia che molti utenti valutavano in modo così positivo. Ovviamente i tempi sono cambiati e bisogna sapercisi adeguare per catturare nuovi utenti. Le licenze che Square Enix possiede attualmente sono dedicate a un ampio settore di giocatori e devono mantenere un ritmo stabile nell’offrirle.

Vogliamo riuscire a fare un passo indietro a 10 anni fa e vedere che sempre più gente gioca al nostro gioco, che viene goduta da più gente e che una nuova generazione si interessa. È in questo modo che l’abbiamo organizzata e quando la smonterai potrai più o meno vedere qual è il ritmo corretto per un’IP o progetto”.

Via|PLS

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome