Il Redmi K50 potrebbe essere in forno, quindi potremmo presto vedere un POCO F4

0

Un funzionario Xiaomi ha chiesto ai fan quali caratteristiche si aspettano nel nuovo Redmi K50 e questo ha fatto scattare tutti gli allarmi, dato che ha confermato l’esistenza di questo portatile.

Anche se Redmi non fa parte di Xiaomi da un po’ di tempo, è indiscutibile che le due aziende condividono una stretta relazione. In effetti, sembra che Redmi voglia copiare il ritmo di lancio di Xiaomi. L’ultimo portatile di cui si è parlato è il Redmi K50, che sarebbe il vociferato POCO F4 una volta arrivato sul mercato .

I dettagli provengono direttamente da Weibo, un social network cinese, in cui un leader Xiaomi ha fatto sapere che c’è un Redmi K50 in arrivo e ha chiesto agli utenti le caratteristiche che vorrebbero vedere nella famiglia di questo dispositivo . Questa domanda conferma la produzione, o almeno la prospettiva di una nuova famiglia Redmi K.

In Europa, il Redmi K è solitamente chiamato POCO e, in questo caso, il nuovo Redmi K50 arriverebbe come POCO F4, anche se la versione sarebbe da vedere visto che di solito ci sono almeno due portatili in questa famiglia. Per quanto riguarda i dati che sono stati discussi, non c’è nulla di chiaro dato che stanno facendo un sondaggio agli utenti per conoscere le loro preferenze in termini di hardware .

Se prendiamo in considerazione i lanci precedenti, saremmo di fronte a un terminale con abbastanza potenza come il POCO F3 che ha un processore Qualcomm Snapdragon 870 5G con 6GB di RAM e 128GB di storage. Inoltre, Redmi ha iniziato ad andare per i display con tecnologia AMOLED per il pannello e le alte frequenze di aggiornamento. Ci si aspetta che questo nuovo dispositivo mantenga questa linea di pensiero .

Non ci sono ulteriori dettagli sul Redmi K50 o POCO F4, ma ciò che è chiaro è che il portatile è in cantiere. Ora dobbiamo solo aspettare e vedere se Redmi ascolta le richieste dei suoi utenti e sviluppa un portatile che non deluderà i suoi fan.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.