Addio Jeff dal team di Overwatch

0

Sono stato davvero triste questa settimana nel leggere di Jeffrey Kaplan che lascia Blizzard dopo 19 anni . È molto tempo. Pensa a tutto quello che ha fatto lì: ha diretto World of Warcraft, ha diretto Titan, che sì, non è mai uscito, ma è stato riciclato in Overwatch e si è rivelato OK, no? Kaplan è un’oca d’oro se me lo chiedi. Ma non è tanto cosa ha fatto ma come l’ha fatto ammiro.

Jeffrey Kaplan ha portato umiltà e disponibilità a Blizzard. Tanto che trovo strano anche scrivere il suo nome in quel modo. Perché non è Jeffrey Kaplan, vero? È Jeff del team di Overwatch, e lo sarà sempre. Era l’umile identificatore che usava ogni volta che iniziava un video di diario di sviluppo, come se dovesse spiegarci chi era: lui, il volto di uno dei giochi più famosi al mondo. E per quanto grande sia diventato il gioco, è continuato. Era come se quasi non credesse di essere famoso.

Questo potrebbe essere il suo primo “Jeff dal team di Overwatch”, più di cinque anni fa. E quanto è robusto con quella barba!

E all’interno di questo c’era un’apertura e una volontà di comunicare con una comunità. Per invitarli davvero nello sviluppo del gioco e livellare con loro su quello che stava succedendo, nessun PR in vista. In effetti, una volta ho parlato con un PR di Blizzard di Jeff del team di Overwatch, dei video che ha registrato e se hanno impiegato più tempo di quanto sembrasse. E il PR ha detto di no, si è semplicemente seduto, gli puntano una telecamera e se ne va.

Ha aiutato che conoscesse il gioco così bene che non lo sapeva Non c’era bisogno di prepararsi, ovviamente, e dato che era così anziano non aveva bisogno di chiedere il permesso per quello che stava per dire. Ma anche questo lo trovo notevole, perché quante persone di livello dirigenziale riesci a pensare che si siederebbero di fronte a una comunità e comunicherebbero apertamente come ha fatto lui? Questo era un dirigente che ha pescato a Reddit ed è stato inserito anche negli angoli più hardcore della comunità, godendosi i loro meme con loro. Non sembrava esserci niente di dirigente su di lui.

Guarda il suo discorso alla cerimonia di apertura della BlizzCon 2019, quando è stato annunciato Overwatch 2, per vedere quanto fosse discreto. Passa un minuto o giù di lì a scherzare sul maglione D.Va nero “dad-edgy” che indossa. È un po’ sciocco, è irresistibilmente accattivante, è al 100% Jeff.

Avanti veloce a 1 ora e 36 minuti per Jeff. Illumina quella sala.

Il suo aperto approccio ha ammorbidito la scogliera brutalista delle relazioni con la comunità Blizzard. Si è calato per parlarci al nostro livello, nel modo più onesto possibile, e l’abbiamo apprezzato. Chi lo sapeva? Ora, ogni squadra Blizzard sembra provare a fare lo stesso. Ma non puoi emulare Jeff. È il ragazzo che scrive in lettere minuscole il suo messaggio di addio formale alla comunità di Overwatch . Il ragazzo che dice “non accettare mai il mondo come sembra. osa sempre vederlo per quello che potrebbe essere. spero che tu faccia lo stesso. gg”. Per sempre low-key, per sempre Jeff del team di Overwatch. Grazie e arrivederci.

Leggi di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.