Zack Snyder spera che la Warner Bros si pieghi alla pressione dei fan

0

Zack Snyder spera che la Warner Bros ascolti il “massiccio fandom” che gli chiede di fare altri film DC.

Il regista 55enne pensa che sia improbabile che faccia un altro film DC, avendo già diretto ‘Justice League’ e ‘Man of Steel’, ma Zack ha suggerito che lo studio potrebbe alla fine piegarsi alla pressione dei fan.

Ha detto a ‘Jake’s Takes’: “Non so cosa si potrebbe fare andando avanti se non, penso che il movimento dei fan sia così forte e la comunità dei fan è così – l’intenzione è così pura – e ho davvero un enorme rispetto per questo.

“Spero che il sangue freddo prevalga con loro e che vedano che c’è questo enorme fandom che ne vuole di più, ma chissà cosa faranno”

Zack ha recentemente ammesso di aver temuto di essere citato in giudizio dalla Warner Bros per una campagna di rilascio della sua versione di ‘Justice League’.

Il regista è stato al timone del blockbuster di supereroi fino a maggio 2017, quando si è dimesso per piangere la morte di sua figlia Autumn, ed è stato sostituito da Joss Whedon, che ha cambiato il tono del film.

Un’enorme campagna #ReleaseTheSnyderCut è stata successivamente lanciata, con cartelloni pubblicitari e aerei che facevano volare striscioni, e anche se il regista è uscito a sostegno dell’idea, non si aspettava che accadesse qualcosa di positivo.

Ha detto: “Ero più preoccupato che lo studio mi facesse causa. Fare qualcosa per mettermi a tacere”

Anche se alcuni elementi della campagna hanno portato a lotte intestine, Zack – che ha rilasciato la sua versione del film all’inizio di quest’anno – sarà sempre grato per quello che hanno fatto i fan.

Ha detto: “Ecco la realtà. Quel fandom ha raccolto 750.000 dollari per la prevenzione del suicidio e la consapevolezza della salute mentale. Hanno salvato delle vite. Questo è un fatto. Ma d’altra parte, era divertente provocarli? Per una cosa cliccabile? Sì. Ed erano un bersaglio facile. Ma continuano a raccogliere soldi.

“Non ci sono molte comunità di fan il cui obiettivo principale, oltre a vedere il lavoro di un ragazzo che gli piace, si è reso conto che l’altra cosa principale era portare consapevolezza alla salute mentale e alla prevenzione del suicidio. Per me, è un po’ difficile essere arrabbiato con loro”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.