Come disabilitare FLoC in Google Chrome per evitare di far parte di gruppi di monitoraggio

0

Google Chrome ha detto addio ai cookie e ciao a FLoC, ma questo sistema non convince molti utenti e se fai parte di questo gruppo ti insegniamo come disabilitarlo.

L’arrivo di FLoC non è stato senza polemiche, questo sistema unico di Google mira ad essere la sostituzione dei cookie di terze parti in Chrome. Quello che succede è che non è un sistema perfetto lontano da esso, infatti, ha molti detrattori tra i quali sono esperti in cybersecurity .

La ragione di avere detrattori è che ereditano diversi problemi di privacy dei classici cookies come informare i siti web e terze parti sulla vostra storia di navigazione, permette ai siti web di tracciare gli utenti attraverso Internet ed è un campione errato del significato di privacy sulla rete.

L’unica cosa positiva del sistema FLoC è che Google permette di disattivarlo nell’ultimo aggiornamento di Chrome. Inoltre, può essere disabilitato sia per il browser desktop, ma solo se stiamo usando la versione Canary, sia per il browser del cellulare . Il processo è molto semplice e vi mostreremo come farlo passo dopo passo.

In Android quello che dovete fare è aprire l’applicazione Google Chrome e una volta lì toccate dispiegare il menu hamburger premendo i tre punti nell’area in alto a destra, si aprirà una finestra e cliccare l’opzione che dice “Impostazioni”.

All’interno della sezione di configurazione, quello che ci interessa è il sottomenu della privacy e quindi cliccheremo lì per continuare il processo . Nella sezione privacy dovremo cliccare sull’opzione che dice “Privacy Sandbox” e una volta lì segnare deselezionare l’interruttore che dice “Privacy Sandbox Testing” . Questo sarebbe tutto, anche se vi consigliamo di riavviare l’applicazione.

Sul desktop la cosa cambia perché possiamo disabilitare questa opzione solo se usiamo Chrome Canary, che è la versione beta di Google Chrome. Se siete utenti di questa versione vi mostreremo come disabilitare FLoC. La prima cosa che dovete fare è scrivere quanto segue nella barra del browser ed è importante che non mettiate le virgolette: “chrome://settings/privacySandbox”.

Quando si scrive questo apparirà un menu con diverse opzioni, che ci interessa è quello che dice “Privacy Sandbox Settings 2” e che è in modalità predefinita, quello che dobbiamo fare è attivarlo scegliendo “Enable” e dopo questo dovremo riavviare il browser per applicare le modifiche.

Dopo aver riavviato quello che dobbiamo fare è scrivere il seguente indirizzo nel browser “chrome://settings/privacySandbox” per far apparire la seguente opzione che dobbiamo disattivare . Questa opzione è attivata di default e l’unica cosa che dovete fare è cambiare lo stato dell’interruttore.

Se abbiamo fatto tutto questo correttamente, Google Chrome utilizzerà i soliti cookie e non faremo parte dei gruppi di persone che Chrome utilizza per tracciare e avvantaggiare gli inserzionisti. È vero che disabilitare queste opzioni non sono altro che cerotti a un sistema che già di per sé non finisce per convincere gli utenti. Speriamo che Google ci ripensi e migliori il FLoC.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.