Riot “deluso” dalla conversazione dei dipendenti con il progetto dei fan di League of Legends

0

Ma conferma la richiesta di chiudere il progetto.

Negli ultimi giorni c’è stato un bel po’ di drammi nella community di League of Legends: un fan project chiamato Chronoshift, che stava realizzando una versione legacy del gioco, annunciato

che era stata inviata una serie di messaggi Discord da un rappresentante di Riot Games che richiedeva la chiusura del progetto. Tuttavia, ciò che ha reso questo particolarmente notevole è stato il tono di quella conversazione – con l’impiegato “Riot Zed” che ha fatto una serie di commenti che non sarebbero fuori luogo in un film mafioso come Quei bravi ragazzi.

Riot si è detto “deluso” da come è andata a finire questa conversazione, ma la società ha ripetuto la sua richiesta di interrompere lo sviluppo del progetto dei fan.

Cast di notizie Eurogamer: l’inversione di marcia di Sony sui giochi PS3 e Vita sta solo ritardando l’inevitabile?

Venerdì scorso, un membro del team di sviluppo di Chronoshift si è rivolto a Reddit

per condividere uno screenshot di una conversazione su Discord tra uno dei suoi sviluppatori e Riot Zed. Nella conversazione Zed ha stabilito che il team legale di Riot voleva che il progetto venisse chiuso… poi le cose sono diventate un po’ strane. “Ovviamente hai lavorato molto su Chrono 1Shift, ma posso assicurarti Chrono

Break sta arrivando”, ha detto Zed in risposta al team di sviluppo che rimuoveva alcuni canali Discord. “Sono nel team di sicurezza. Trovo persone e cose”, hanno aggiunto in seguito.

Zed ha anche chiesto allo sviluppatore di consegnare il sito Web Chronoshift e il codice sorgente, insieme ai dettagli sulle comunicazioni tra i membri del team di sviluppo, minacciando azioni legali se lo sviluppatore non si fosse conformato.

1

Questo ovviamente non è andato molto d’accordo con il team del progetto Chronoshift, che si è detto “incredibilmente deluso” dal modo in cui Riot ha gestito la situazione. “Invece di aprire una conversazione sul futuro e sull’interesse per questo tipo di progetto, hanno tentato quello che potrebbe essere visto come un tentativo di sfruttare gratuitamente il nostro lavoro e iniziare a intraprendere un’azione legale contro di noi”, ha detto uno sviluppatore su Reddit. “Per quanto ne sappiamo, e la valutazione degli avvocati specializzati in diritto d’autore IT con cui abbiamo discusso il progetto, non abbiamo fatto nulla di illegale.

“Abbiamo lavorato a questo progetto per quasi cinque anni e migliaia di ore”, continua il post. “Non abbiamo mai chiesto nemmeno tanto una donazione durante tutto questo tempo, pagando tutte le spese di tasca nostra. Questo progetto ha sempre riguardato la conservazione delle prime stagioni del gioco che non possono più essere vissute, una capsula del tempo per qualcosa che è andato da tempo e per cui le persone esprimono ancora molto interesse fino ad oggi.”

Il team di Chronoshift aveva creato un server legacy per League of Legends, che avrebbe consentito ai giocatori di accedere a una versione del gioco di 10 anni fa.

In seguito alla conversazione su Discord, il team di Chronoshift ha detto è stato notificato dagli avvocati di Riot confermando la richiesta di Zed. Riot ha ora confermato ufficialmente la legittimità della richiesta di chiusura, ma ha anche evidenziato che il team di Chronoshift è stato avvertito di non continuare con il progetto più di un anno fa, in un Commento Reddit di Riot Gene.

“Ieri il nostro consulente legale ha inviato il team di sviluppo di Chronoshift una lettera che richiede formalmente di cessare lo sviluppo sul pro on ject”, ha detto Riot a Eurogamer. “Questo segue una richiesta esplicita che il nostro team di relazioni con gli sviluppatori ha fatto un anno fa quando il progetto è stato annunciato per la prima volta.”

Riot ha anche indicato la sezione tre dei suoi linee guida legali

, che vietano la creazione di giochi o app non autorizzati che fanno uso di IP di Riot. “Comprendiamo che il team di Chronoshift sia deluso, ma non dovrebbero essere sorpresi dalla nostra richiesta”, ha aggiunto Riot.

Per quanto riguarda gli interessanti messaggi di Zed, anche Riot ha avuto qualcosa da dire al riguardo.

“Per quanto riguarda lo scambio con Riot Zed, siamo delusi dal tenore della conversazione e ne parleremo internamente”, si legge nella nota. “Spesso tentiamo contatti in buona fede prima di emettere documentazione legale. In questo caso, tuttavia, data la risposta del team di Chronoshift, abbiamo proceduto attraverso canali più formali.”

Quindi è andata a finire così up: Chronoshift è stato poi contattato da un legale legale e sembra che probabilmente sia la fine del progetto.

Mentre il team di Chronoshift ha ritenuto che Riot volesse che il codice sorgente del progetto creasse un server legacy ufficiale, una copia trapelata della lettera del team legale di Riot spiega che ci sono altri motivi per la procedura. “Questa è una richiesta standard fatta a tutti gli sviluppatori impegnati in attività non autorizzate al fine di aiutare il team di sicurezza di Riot a comprendere la natura precisa del progetto, il modo in cui viola la proprietà intellettuale di Riot e altri diritti e la misura in cui il codice è stato condiviso o diffuso online”, spiegava la lettera (tramite PC Gamer).

È un peccato che non vedremo mai la versione completa del server legacy, soprattutto perché si trattava di un progetto senza scopo di lucro, ma date le rigide regole di Riot sull’uso del suo IP, l’arresto non è del tutto sorprendente. Per quanto riguarda Riot Zed, beh, spero che abbiano avuto la possibilità di bere una tazza di tè e calmarsi un po’.


Leggi di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.