Un uomo di 83 anni scomparso è stato ritrovato da una giocatrice di Pokémon GO

0

Grazie all’enorme successo riscontrato fin dal giorno del suo rilascio, Pokémon GO ha aiutato i giocatori di tutto il mondo a collaborare, socializzare e prendere parte a molte iniziative. Sono davvero tante le buone notizie collegate alla nota applicazione di Niantic, e di recente ne è stata aggiunta una nuova di zecca.

Nel corso di aprile 2018 Homer Howard, uomo di 83 anni affetto da demenza senile, un giorno non è rientrato a casa ed è stato dato per scomparso. Nessuno dei suoi familiari sapeva, infatti, dove fosse e le autorità allertate brancolavano nel buio. Probabilmente incapace di ricordarsi la strada del ritorno, Homer si era allontanato sempre di più ed era introvabile. Per sua fortuna Allison Hines, smartphone in mano, era a caccia di Pokémon nello stesso parco in cui l’uomo vagava sperduto. La giocatrice di Pokémon GO ha ritrovato Homer mentre gironzolava lungo il Kenney Shields Park a Covington, nel Kentucky, a ben 30 miglia di distanza da casa, senza essere al corrente del fatto che fosse disperso e che le sue ricerche fossero in corso.

Qualcosa, nella mente di Hines, deve averla convinta a smettere di giocare per rivolgere la parola all’anziano, ed è fortunato il momento in cui ha deciso di abbandonare l’applicazione per soccorrerlo.

Homer Howard è riuscito a tornare a casa e Allison ha ripreso il suo importante compito di catturare Pokémon. Il Kennedy Shields Park è ricchissimo di creature tascabili e, senza quel movente a spingerla fino a lì, probabilmente la donna non avrebbe mai incontrato Homer.

L'articolo Un uomo di 83 anni scomparso è stato ritrovato da una giocatrice di Pokémon GO proviene da Pokémon Millennium.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.