Heroes of the Storm-Anteprima

0
È nato un nuovo promettente MOBA, Heroes of the Storm, e di sicuro farà parlare di sé, dato che dietro c’è Blizzard Entertainment. Abbiamo provato la beta, e queste sono le nostre prime impressioni.

Nato come mod di Warcraft 3 il genere moba ha trovato l’apice del successo con League of Legends, probabilmente uno dei giochi più giocati in tutto il mondo, ovviamente non ci si deve dimenticare DOTA il primo vero gioco di questo genere, entrambi i titoli hanno una community smisurata e ovviamente sono arrivati cloni più o meno riusciti. Ora anche Blizzard ci prova con Heroes of the Storm, ma il gioco non si propone come semplice clone, anzi, mette nel calderone meccaniche innovative e si differenzia dai suoi concorrenti. Il gioco è attualmente in fase di closed beta, noi siamo riusciti ad accaparrarci una key e abbiamo provato il titolo, vediamo se potrà dare filo da torcere ai suoi rivali.

heroes-of-the-storm-logo-1920x1080-720x380

Il gameplay dei moba lo consociamo tutti, 5 giocatori contro 5, ogni giocatore controlla un eroe con le abilità e peculiarità, c’è uno spawn continuo di minion che si muovono su tre diverse linee che hanno delle torri difensive, lo scopo del gioco è abbattere le torri e distruggere il nucleo del nemico per vincere la partita. Fin qui nulla di diverso le basi di Heroes of the Storm sono sempre le stesse ovviamente ma vi sono parecchie meccaniche diverse dalla formula originale. Negli altri moba, ogni eroe ha il proprio livello mentre qua vi è un livello di squadra unico per tutti i membri, questo oltre ad facilitare la vita ai neofiti favorisce il gioco di squadra ed evita le kill rubate, complice anche il fatto che non vengono registrate le kill singole nel punteggio ma le kill a cui si prende parte, contando anche gli assist. A inizio partita ogni eroe avrà le prime tre abilità base sbloccate e la ultimate (ovvero la mossa più potente di ogni eroe) verrà sbloccata al livello 10 e se ne potrà scegliere una tra due diverse. Differente anche la crescita del personaggio, negli altri moba l’eroe a ogni livello può spendere un punto abilità per potenziare le abilità singole, qua invece non si potranno potenziare le suddette, ma ogni tot livelli si potrà scegliere un talento che fornirà abilità passive al nostro eroe o potenziamenti per le abilità, questo permette una discreta personalizzazione del eroe e la possibilità di creare build specifiche a seconda dei nostri gusti. In Heroes of the Storm non è disponibile alcun tipo di shop per oggetti in game.

Heroes of the Storm

Altro aspetto fondamentale sono le mappe, infatti nei moba siamo abituati a vedere una sola mappa, invece in Heroes of the Storm ne abbiamo diverse e ognuna con delle meccaniche diverse necessarie per vincere la partita, per esempio in una dovremo consegnare dei dobloni a un pirata fantasma che bombarderà le strutture nemiche, in un’altra dovremo mantenere il controllo di due diverse torri per trasformare un nostro alleato in un potente drago cavaliere e altre mappe che vi lasciamo il piacere di scoprire.

Anche il jungling è diverso, se negli altri vi erano specifici eroi adibiti al farm di minion neutrali, qua vi saranno dei campi di mercenari di diversa potenza che una volta uccisi sarà possibile reclutare per rimpolpare le nostre fila nella speranza di sfondare le difese nemiche, c’è anche un potente mercenario chiamato “Il Boss” davvero potente e per ucciderlo sarà necessaria la collaborazione di tutta la squadra. Segnaliamo anche la presenza di una cavalcatura da subito disponibile per aumentare la nostra mobilità nella mappa.

Heroes of the Storm

Heroes of the Storm pone attenzione soprattutto al gioco di squadra, attenzione dimostrata anche dalla presenza delle team fight fin dai primi minuti di partita, quando negli altri videogiochi del genere generalmente avvengono durante le fasi avanzate di gioco.

Purtroppo c’è un leggero sbilanciamento per quanto riguarda qualche eroe, ma Blizzard aggiorna continuamente Heroes of the Storm  aggiungendo contenuti e bilanciando il gioco con l’aiuto dei beta tester attraverso il forum. Il costo dei singoli eroi, skin e delle cavalcature appare un po’ eccessivo, 10 euro per gli eroi più costosi, ovviamente si potranno comprare con valuta in-game ma anche in questo caso il costo è notevole, 10000 gold per gli eroi più costosi, considerando che ad ogni vittoria guadagneremo 30 gold e a ogni sconfitta 20. Per fortuna esistono delle missioni giornalieri che ci permetteranno di racimolare gold extra. Questi sono tutti aspetti sembrano comunque facilmente risolvibili. È presente anche un sistema di crescita dell’utente e dei singoli eroi, il primo ci sbloccherà modalità e slot aggiuntivi per la rotazione gratuita degli eroi, mentre quello degli eroi ci sbloccherà la seconda ultimate, nuovi talenti e una skin aggiuntiva.

Heroes of the Storm

Anche dal punto tecnico Heroes of the Storm se la cava piuttosto bene, soprattutto per quanto riguarda i modelli dei personaggi e delle mosse, complice anche l’integrazione di eroi  e scenari provenienti da World of Warcraft, Diablo e Starcraft. Heroes of the Storm arriva fin dall’inizio doppiato in italiano.

Passando alle conclusioni, nonostante sia in fase di Closed Beta, Heroes of the Storm è già un titolo molto solido, che riesce anche a distinguersi dalla enorme massa di moba, alcune semplificazioni lo rendono anche un titolo accessibile ai neofiti ma non manca di complessità sopratutto nella gestione della mappa.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.