Joss Whedon nega di aver minacciato Gal Gadot sul set di Justice League

0

Joss Whedon ha negato le accuse fatte da Gal Gadot e Ray Fisher relative al loro tempo sul set di Justice League.

Whedon è stato portato per le riprese del film del 2017 dopo che il regista originale Zack Snyder ha vissuto una tragedia familiare, ma si è scontrato con il cast, tra cui l’attrice di Wonder Woman Gadot e la star di Cyborg Fisher.

L’anno scorso, Gadot ha affermato che Whedon aveva “minacciato” di danneggiare la sua carriera, e che si è sentita “stordita” prima di decidere di opporsi al regista.

Affrontando le accuse della star in un’intervista per il New York Magazine, Whedon ha affermato che la nativa di Israele lo aveva frainteso.

“Io non minaccio le persone. Chi lo fa?” ha detto all’uscita. “L’inglese non è la sua prima lingua, e io tendo ad essere fastidiosamente fiorito nel mio discorso”.

In risposta ai suoi commenti, Gadot ha rilasciato una dichiarazione in cui ha insistito, “Ho capito perfettamente.”

Nel luglio 2020, Fisher ha affermato che il trattamento di Whedon del cast e della troupe di Justice League era “volgare, abusivo, non professionale e completamente inaccettabile”.

Per quanto riguarda le accuse di Fisher, Whedon ha dichiarato che le affermazioni non erano vere o non “meritavano di essere discusse”. Ha anche respinto la convinzione della Fisher di aver alterato il suo tono di pelle sullo schermo, e ha rivelato di aver apportato modifiche alla storyline della 34enne perché “non aveva senso” e Cyborg era “il peggiore di tutti i personaggi del film”.

“Stiamo parlando di una forza malevola. Stiamo parlando di un cattivo attore in entrambi i sensi”, ha risposto Whedon.

Dopo la pubblicazione dell’articolo, Fisher ha preso su Twitter e ha scritto: “Sembra che Joss Whedon abbia diretto un finale dopo tutto… Piuttosto che affrontare tutte le bugie e le buffonate di oggi – celebrerò l’eredità del Reverendo Dr. Martin Luther King Jr. Martin Luther King Jr. Domani il lavoro continua”.

I dirigenti della WarnerMedia hanno indagato sulle accuse di Fisher contro il regista e hanno annunciato nel dicembre 2020 di aver preso “azioni correttive”.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.