Il possibile futuro degli scooter: limiti di velocità GPS e telecamere di rilevamento del marciapiede

0

Gli scooter sono diventati uno dei protagonisti della mobilità urbana. Ma dopo anni di crescita, i problemi endemici di questo veicolo elettrico hanno dimostrato che è necessario fare progressi in termini di sicurezza… e quella dei pedoni.

Gli ingegneri di tutto il mondo stanno lavorando per creare scooter elettrici più avanzati. E quando diciamo avanzati, intendiamo che si adattano meglio alle esigenze delle città, dove auto, moto e pedoni si incontrano su strade e marciapiedi .

Come parte di questa corsa tecnologica, un gruppo di ricercatori ha lanciato un nuovo sistema chiamato Pedestrian Shield, che regolerà automaticamente le restrizioni di velocità per gli scooter a seconda che siano sulla strada o sul marciapiede.

Questo sarà ottenuto usando una telecamera frontale, un’analisi basata sull’intelligenza artificiale per valutare l’ambiente, e usando il GPS per far rispettare le zone no-ride.

Beam, la società dietro la tecnologia, sta attualmente testando il Pedestrian Shield nelle sue flotte di noleggio in diverse capitali australiane.

Pedestrian Shield utilizza il sistema Path Pilot di Drover AI, un modulo che sostiene di essere in grado di identificare strade, marciapiedi e piste ciclabili fuori dalla scatola utilizzando solo i dati delle telecamere, quindi non c’è bisogno di identificare ed etichettare accuratamente queste aree.

Da lì, gli operatori o i comuni sono liberi di imporre i limiti che vogliono. L’esempio di Beam permetterebbe 25 km/h sulla strada e 15 km/h sui marciapiedi.

Il sistema può fare molto di più. Per cominciare, Drover può configurarlo per controllare che gli utenti parcheggino i loro scooter nei posti giusti (aree regolamentate nelle città e 60 cm da un marciapiede, per esempio)

Questa tecnologia di intelligenza artificiale è progettata per funzionare sia con le biciclette elettriche in affitto che con gli scooter. Suona sicuramente come un’interessante soluzione tecnologica che le città possono mettere in atto se hanno problemi con i guidatori spericolati.

In generale, tutto ciò che può spianare la strada per una maggiore adozione di queste opzioni di trasporto urbano pulito e confortevole, e allo stesso tempo smettere di essere veicoli pericolosi, sta per aiutare a togliere le auto dalla strada, e questo è buono per tutti.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.