Spyker tornerà dalla bancarotta quest’anno, i dettagli sono già noti

0

Spyker ha annunciato il suo ritorno per il 2022, con il lancio di tre nuovi modelli e l’idea di continuare a produrre auto con motori a combustione V8.

2022 porterà nuovi sviluppi e uno di loro sarà il ritorno di Spyker . L’azienda olandese sembra destinata a tornare quest’anno come Spyker Group, secondo un comunicato stampa che è stato emesso in merito.

Non è la prima volta che l’azienda ritorna dopo un periodo di sparizione e, infatti, si parlava già di una tale rinascita nel 2020. Tuttavia, a quel tempo, nessun accordo fu raggiunto e tutto finì in una perdita di 52.000 euro per Victor Muller, fondatore del marchio.

A quel tempo, Spyker fallì . Tuttavia, è ora un gruppo di investimento guidato da Michail Pessis e Boris Rotemberg che ha firmato un accordo il 20 dicembre per riportare la società nel 2022.

Attraverso questo accordo, Muller sottolinea che segna “il punto di partenza per ricostruire Spyker come un produttore di auto sportive con una base più forte che mai e con ampio accesso a risorse tecniche e finanziarie migliori che mai per raggiungere i nostri ambiziosi obiettivi commerciali

Come questo ritorno sarà eseguito in termini di auto da costruire è ancora da finalizzare, ma il CEO di Spyker ha detto che “in un mondo dominato dall’elettrificazione, c’è una domanda costante per vere auto sportive , quelle che fanno appello a tutti i sensi. Continueremo a soddisfare quel particolare gruppo di appassionati.

Continueranno ad usare motori V8

Con questo significa che cercheranno di continuare a contare su auto con un tradizionale motore V8 sotto il cofano, anche se non escludono varianti ibride in alcuni modelli futuri: “Naturalmente offriremo soluzioni ibride nei nostri modelli futuri, ma il V8 a combustione interna rimarrà nel cuore di ogni Spyker per molti anni“, sentenzia.

Così, l’idea è quella di cercare di rimanere fedele ai fondamenti dell’azienda in termini di configurazione delle auto sportive, così come la loro fabbricazione, che dovrebbe rimanere artigianale. Con queste premesse, la creazione di tre nuovi modelli è prevista per il 2022.

Secondo i piani del marchio, il Spyker C8 Preliator, Spyker D8 Peking-to-Paris SUV e Spyker B6 Venator, che sono stati già svelati qualche tempo fa, arriverà ora. Quindi, due auto sportive nello stile proprio del marchio e un SUV, il cui obiettivo principale sarà quello di garantire la sostenibilità economica del marchio. Ci sarà un lieto fine questa volta?

Questo articolo è stato pubblicato su Top Gear da Sergio Rios.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.