L’aggiornamento next-gen di The Witcher 3: testati PS5 e Series X

0

Inoltre, ulteriori informazioni sulle versioni Series S e PC.

L’aggiornamento next-gen di The Witcher 3 arriva il 14 dicembre, dando finalmente al gioco un’uscita adeguata su PS5, Series X e Series S. Inoltre, migliora la versione PC con una serie di aggiornamenti attesi da tempo, tra cui il supporto al ray-tracing. A sette anni dall’uscita originale, dopo molteplici espansioni e un adattamento di successo su Netflix, questo aggiornamento è l’occasione perfetta per creare una versione definitiva per i fan di lunga data e per i nuovi arrivati. E sono lieto di affermare che, dopo aver raggiunto gli uffici dello sviluppatore CDPR a Varsavia la scorsa settimana per toccare con mano le versioni PS5 e Series X, questa versione rivitalizzata sembra davvero mantenere la promessa

Anche se all’evento non ci è stato permesso di effettuare riprese dirette, ci è stato fornito un filmato dei primi 15 minuti del nuovo aggiornamento in esecuzione su PS5 e Serie X, sia in modalità performance che in modalità RT – più che sufficiente per un’anteprima prima di un resoconto completo più vicino all’uscita. Come sempre accade con le anteprime, è bene sottolineare che tutto questo è ancora in fase di ottimizzazione e che la versione finale potrebbe essere ulteriormente migliorata

Tuttavia, The Witcher 3 su PS5 e Serie X ha impressionato enormemente nelle quattro ore di gioco, e non solo per gli aggiornamenti visivi, che includono fogliame rielaborato, texture in 4K e modelli di qualità superiore in tutto il gioco. Ci sono anche significativi miglioramenti della qualità della vita, come una telecamera rivista e controlli più rapidi per l’utilizzo dei segni, gli incantesimi dell’universo di Witcher. In definitiva, il gioco ha un aspetto e una giocabilità migliori che mai.

Ecco il resoconto completo dei nostri test pratici su PS5 e Serie X

Come accennato, le versioni PS5 e Series X del gioco offrono una modalità performance a 60 fps e una modalità ray tracing a 30 fps, ognuna delle quali utilizza l’upscaling FSR 2.1 di AMD per produrre un’uscita 4K con scalatura dinamica della risoluzione. FSR 2.1 si occupa anche dell’anti-aliasing rispetto alle vecchie opzioni FXAA e TAA, offrendo di conseguenza un’immagine molto più stabile

Come si comportano queste due modalità nella pratica? Iniziando dalla modalità ray tracing a 30 fps, vediamo abilitate due forme di ray tracing: l’illuminazione globale e l’occlusione ambientale. La prima permette all’illuminazione di rimbalzare in modo realistico tra le superfici, ombreggiando e colorando gli angoli del mondo, mentre la seconda assicura che gli oggetti siano meglio inseriti nell’ambiente circostante con un’ombreggiatura più credibile. Insieme, questi effetti hanno un effetto trasformativo su molte scene, soprattutto quelle in interni o comunque illuminate indirettamente

I confronti che possiamo fare con White Orchard non rendono pienamente giustizia ai cambiamenti, ma nel tempo trascorso a giocare su PS5 e Serie X ho trovato differenze sostanziali. Senza dubbio avremo l’opportunità di mostrare alcuni scenari più interessanti oltre i primi 15 minuti, in particolare le nostre aree di prova preferite come Novigrad City e Crookback Bog

Anche gli utenti di PC hanno molto da festeggiare. Una macchina di fascia alta beneficerà di due funzioni RT aggiuntive: riflessi e ombre, che completano il quartetto degli effetti RT più noti. Anche le console di fascia alta non hanno abbastanza cavalli della GPU per abilitare tutti e quattro gli effetti simultaneamente, quindi CDPR ha scelto le due opzioni che offrivano il maggior “rapporto qualità-prezzo”, per così dire – una scelta sensata, dato che l’ambiente di The Witcher non è esattamente pieno di strade bagnate dalla pioggia o di edifici rivestiti di vetro che mostrano i riflessi RT così bene in Cyberpunk

Tuttavia, anche senza riflessi RT su console, la modalità a 30 fps ha abbastanza spazio per la GPU da consentire riflessi dello spazio dello schermo (SSR) pesantemente rielaborati, fornendo riflessi a più alta risoluzione che sono presenti anche su una gamma più ampia di superfici, dalle pozzanghere di Novigrad agli elementi metallici delle armature

Anche senza i riflessi RT, l’SSR rielaborato offre risultati migliori su PS5 e Series X

Se preferite la reattività dei 60fps, la modalità prestazioni è un’ottima alternativa disponibile per PS5 e Serie X. Indipendentemente dalla modalità, potrete comunque beneficiare dei miglioramenti apportati al fogliame e alle texture 4K, quindi l’unico aspetto perso è quello delle funzioni di ray-tracing e dell’SSR migliorato. Inoltre, mentre One X disponeva già di un’opzione a 60 fps (per quanto instabile), gli utenti PlayStation sono stati finora limitati a 30 fps anche su PS5, a causa della dipendenza dal codice di PS4 Pro, il che rende questo aggiornamento ancora più rivelatore

Le prestazioni sono risultate buone durante i nostri test, con solo una manciata di cali al di sotto dei 60fps evidenti nei filmati forniti, anche se a occhio il centro di Novigrad sembra perdere più fotogrammi. Quest’area è stata storicamente la parte più impegnativa del gioco in termini di prestazioni – e la base dei nostri benchmark della GPU di Witcher su PC – quindi sarà affascinante vedere come le nuove console e schede grafiche gestiranno la versione next-gen

Le due modalità offrono una modalità più reattiva a 60 fps o una modalità a 30 fps con RT

È interessante notare che per il PC è disponibile un nuovo preset grafico per molte impostazioni, chiamato Ultra Plus, che consente di ottenere distanze di disegno ancora maggiori e un’erba più fitta, il che potrebbe rendere The Witcher 3 un candidato per la nostra suite di test GPU anche nel 2023.

Oltre agli aggiornamenti grafici, ci sono una miriade di altri cambiamenti e miglioramenti della qualità della vita: nuovi stati meteorologici, auto-ombre con dettagli più elevati nel gioco, una nuova telecamera, un nuovo sistema di lancio dei segni, filtri per le mappe, saccheggi delle erbe più veloci e contenuti legati allo show televisivo di The Witcher. Vale la pena ricordare che anche le versioni last-gen del gioco su PS4, Xbox One e Switch riceveranno le modifiche alla qualità della vita (tranne la nuova telecamera, a causa del suo impatto sulle prestazioni) e i contenuti televisivi, il che è una bella mossa

L’illuminazione RT e l’occlusione ambientale offrono risultati più realistici

Tutto questo è solo un assaggio di ciò che verrà. Da quello che abbiamo visto finora, PS5 e Serie X hanno una distribuzione quasi identica dell’aggiornamento next-gen, ma non vediamo l’ora di provare la versione Serie S, che non era disponibile nella nostra sessione. Sappiamo che sulla piccola console bianca sono disponibili le modalità prestazioni a 60fps e qualità a 30fps, con quest’ultima modalità che offre una risoluzione più elevata ma senza RT

L’aggiornamento next-gen si preannuncia come uno dei più completi aggiornamenti gratuiti per i giochi a memoria d’uomo. È anche l’ultima volta che CDPR prevede di utilizzare il motore di Witcher, in quanto lo studio passerà all’Unreal Engine 5 per le versioni future. Si tratta quindi di un’uscita storica sotto molti punti di vista, e di una conclusione appropriata per un gioco che probabilmente rimane il miglior lavoro di CDPR

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.