Resident Evil 7 – End of Zoe – Recensione

0

Un nuovo incubo informato di arrivare nel nuovissimo Resident Evil 7 – End of Zoe, la nuova espansione per il titolo horror sviluppato da Capcom.

Recentemente mi è stato chiesto quali sono i miei 10 giochi preferiti di quest’anno, lo sembra, ma non è affatto un compito facile. Resident Evil 7 è finito nel podio. Ho sempre apprezzato moltissimo questa serie, e questo nuovo capitolo ha recuperato un po’ dell’atmosfera nei primi capitoli.

Resident Evil 7 End of Zoe

by - [-]
Rank/Rating: -/-
Price: -

Proprio per questo motivo, ogni volta che compaiono nuovi contenuti per quest’appassionante avventura horror non posso che essere felice, soprattutto se porta nuove esperienze come nel caso di Resident Evil 7 – End of Zoe. Questo capitolo, che una delle grandi aggiunte nella nuova edizione intitolata Resident Evil 7: Biohazard Gold Edition e che può essere acquisita anche indipendentemente negli store on-line, offre alcune novità interessanti. Anche se di anticipo già che apporta solo due o tre ore di divertimento, si tratta sicuramente di una bella esperienza.

Resident Evil 7 End of Zoe

La storia ha luogo appena dopo quanto successo nell’altro contenuto scaricabile messo a disposizione per i giocatori di questo videogioco, Not a Hero. E siccome è quasi impossibile non fare alcun tipo di spoiler, (come ad esempio l’identità di Zoe stessa) cercheremo di svelare in ogni caso il meno possibile sulla storia di Resident Evil 7. L’unica cosa che possiamo svelarvi è che il protagonista è un tizio di nome Joe che deve cercare una cura per Zoe. Questo è tutto, ma possiamo anticipare che questo di DLC dalla risposta ad alcune domande molto interessanti.

STAAAARSSSS!

La parte più interessante di questo DLC è che il protagonista potrà fare uso solamente dei propri pugni per sconfiggere i mostri in agguato. Anzi, uno dei pochi trofei / obiettivi che include questo DLC ci viene dato se superiamo l’avventura avvalendoci unicamente della forza bruta del protagonista. Joe non può usare armi? Sì, può, anche se ce ne sono solo un paio e tra queste nessun’arma da fuoco. Ma è possibile fabbricare qualche arma se troviamo i pezzi necessari come rami d’albero o detriti.

Resident Evil 7 End of Zoe

Proprio questo fatto trasforma parecchio la dinamica dell’avventura e la giocabilità che ci viene offerta in questo capitolo rispetto a quanto vissuto nell’avventura principale. I combattimenti corpo a corpo diventano il modo abituale per affrontare i mostri che popolano il nuovo scenario che accoglie questa mini avventura. Scontri che nonostante la loro semplicità (è possibile soltanto coprirsi, tirare pugni e destro e di sinistro ed eseguire due combo) sono discretamente soddisfacenti.

Resident Evil 7 End of Zoe

Lo zenit di queste battaglie viene raggiunto quando affrontiamo nuovo nemico (che non ho intenzione di svelare) veramente tosto e che, come Nemesi in Resident Evil 3, ci importunerà durante tutta la durata del gioco. Un vero tipo tosto che affronteremo in un paio di combattimenti che, secondo me, sono davvero eccitanti. Ma come abbiamo già detto, costui non sarà l’unico essere che dobbiamo eliminare, dato che incontreremo anche i soliti mostri e coccodrilli letali affamatissimi.

Resident Evil 7 End of Zoe

Per dare un maggior coinvolgimento e profondità a questa dinamica, da una parte troviamo delle meccaniche stealth che permettono di arrivare alle spalle dei nemici per ucciderli molto semplicemente, che sia schiacciando alla loro testa contro il pavimento o spezzandogli il collo. In ognuno dei casi un vero festival di sangue. Inoltre, man mano che avanziamo possiamo raccogliere una serie di pupazzi o statuette pugile che, se conservati nell’inventario, potenza i nostri corpi dell’uno o 5% in base a quanti ne abbiamo. Unite a questo la ricerca di cibo (in questo caso insetti) e un tocco survival horror, piccole dosi d’esplorazione e la solita ambientazione inquietante è ottenere un’esperienza di gioco più che discreta.

Resident Evil 7 End of Zoe

Vale la pena di giocato? Tutti quelli che hanno acquistato precedentemente il season pass del gioco originale o che hanno intenzione di comprare la nuova edizione, Resident Evil 7: Gold Edition, sicuramente passeranno dal momento con questo DLC, Resident Evil 7 – End of Zoe, ma anche con gli altri contenuti che sono disponibili per questa grande avventura. Gli altri utenti, dato che Resident Evil 7 – End of Zoe costa 14,99 €, dovranno valutare bene serie due o tre ore (a dir tanto) di durata valgono la pena.

Conclusioni

I fan di Resident Evil 7: Biohazard possono finalmente gustarsi Not a Hero e Resident Evil 7 – End of Zoe. Quest’ultimo si presenta un nuovo protagonista, scenario e antagonista principale oltre a una nuova meccaniche di gioco diversa dalle precedenti che funziona abbastanza bene. Basta soltanto per un paio d’ore di divertimento, a meno che non vogliate trovare tutte le statuette, ma sono davvero ben riuscite e inoltre ci dà la possibilità di affrontare un paio di combattimenti molto appariscenti.

Resident Evil 7 – End of Zoe

Resident Evil 7 – End of Zoe
8.3

Grafica

8.5/10

Gameplay

9.0/10

Sonoro

8.5/10

Innovazione

7.0/10

Pro

  • Nuovo personaggio principale, scenario e avversario (formidabile).
  • I combattimenti corpo a corpo sono molto riusciti.
  • L’atmosfera tesa è sempre eccelsa.
  • Doppiaggio molto buono.

Contro

  • Dura solo un paio d’ore.
  • Manca qualche altro nemico nuovo.

Commenta!