Questa potrebbe essere la sim F1 più avanzata disponibile in commercio

0

A un certo punto, questo pomeriggio ad Abu Dhabi, si farà la storia. Se Lewis Hamilton conquisterà il suo ottavo titolo e si allontani dal record di sette corone rivendicate da Michael Schumacher o Max Verstappen avrà i suoi primi resti da vedere, ma qualunque sia il risultato, stiamo per assistere alla fine di un’era. Con un nuovo set di regole progettato per raggruppare il gruppo e rallentarli, almeno temporaneamente, stiamo per dire addio alle auto da corsa più veloci che abbiano mai abbellito il pianeta.

Quindi è un po’ opportuno che abbiamo appena ricevuto quella che sono certo sia la sim di F1 più avanzata disponibile in commercio, grazie alla partnership tra iRacing e il Team Mercedes AMG che ha visto la W12 E arrivare al servizio all’inizio di questa settimana. Non posso pretendere di avere molto a titolo di esperienza diretta di questa iterazione più muscolosa dell’era ibrida, ma ho avuto la fortuna di essere a bordo pista alcune volte e questo sicuramente porta la velocità e le prestazioni soprannaturali del più veloce Le auto di F1 prendono vita in modo più vivido di qualsiasi altro titolo.

Con pneumatici freschi e un basso carico di carburante è perfettamente possibile portare Pouhon a terra. Se hai qualche abilità, cioè – ne faccio una colossale cazzata nell’eventuale hotlap qui.

Prima di entrare più in dettaglio, però – e i dettagli della W12 in iRacing sono sublimi – vale la pena dare credito a Codemasters, se dovessero sentirsi irritati per la propria interpretazione dell’auto in F1 2021. quel gioco ha un fascino molto più ampio, ma il feel sottostante è lo stesso: c’è la stessa capacità di cambiare direzione quando si spezza il collo velocità, come si sposta in un istante e come divora avidamente tutto l’asfalto con un ritmo così oltraggioso. È solo detto qui in un modo leggermente diverso.

Una configurazione decente aiuta, e forse sto barando giocando in VR con tutta l’immersione aggiuntiva che ciò comporta (anche se forse è ora che Codemasters aggiunga il supporto VR ai suoi giochi di F1, ma questo è un punto per un altro giorno). Sedersi nella stessa cabina di pilotaggio che è stata l’ufficio di Sir Lewis 22 fine settimana quest’anno porta con sé un po’ di emozione: la lettura del cruscotto è la stessa, il bilanciamento del freno prende il sopravvento in grandi numeri arrabbiati ogni volta che lo si regola, mentre i pulsanti sono tutti accuratamente mappati e, in molti casi, hanno lo stesso scopo di quelli reali (è presente anche il famigerato pulsante del freno magico, che mette un po’ di calore in più nelle gomme anteriori se ne hai bisogno, o più probabilmente ti porta a bloccare quei fronti proprio come ha fatto Lewis quando lo ha colpito per errore nella debacle al riavvio di Baku all’inizio di quest’anno).

11
Vedendo il la forma di vortici sull’ala posteriore è un bel tocco, e indicativo del dettaglio che si trova qui.

Tutto ciò che diciamo che questa è una cosa scandalosamente complessa, con più sistemi per riuscire a vederlo funzionare al suo apice, anche se per fortuna è abbastanza facile per gli idioti come me avere ancora un’idea di cosa sia capace. C’è un talento delicato per raccogliere e distribuire la potenza della batteria che è abbastanza facile da farti girare la testa; la batteria si scarica quando sei a tutto gas, con un pratico indicatore di quanta carica hai al centro del cruscotto, così quando finisci per un giro veloce è solo un caso di tenerlo a nove decimi prima scatenando tutto quel potere.

E oh mio che potere. Semplici confronti dei tempi sul giro ti diranno che questa è la razza più veloce di auto di F1 di sempre, ma ciò non trasmette esattamente l’accelerazione astronomica (e la decelerazione, se è per questo) di queste cose, e tornando ai circuiti che conosco intimamente dall’interno di una cabina di pilotaggio GT3 è un’istruzione che apre gli occhi. Vai a Spa-Francorchamps e senti la compressione dell’Eau Rouge assorbita: tuffati in Pouhon, che normalmente richiede una scalata di marcia e un profondo respiro, e la W12 ti sfiderà a prendere la doppia curva a sinistra completamente piatta. È esilarante.

11
La coppia è francamente oltraggiosa e richiede un piede sinistro delicato per non farlo girare.

È anche una cosa sorprendentemente facile da guidare, anche se dovrei dire piuttosto che è una cosa sorprendentemente facile da guidare a proprio agio. Per guidare questa cosa al limite o vicino ad essa occorrono reazioni sovrumane abbinate a un’acuta concentrazione. Abbinalo allo stress fisico che la guida di uno di questi razzi deve sottoporre al pilota e che non sono replicati in iRacing, e ho un rispetto ancora più profondo per l’artigianato e la sportività dei migliori della F1. Dopo una dozzina di giri con una ruota a trazione diretta, le mie spalle mi fanno male per aver tenuto il volante così stretto, i miei occhi si sono aperti all’indietro per lo shock persistente allo spettacolo di tutta quella velocità. Il cielo sa come fanno artisti del calibro di Max e Lewis, correndo ruota contro ruota mentre sopportano le incredibili forze fisiche che derivano dalle prestazioni oltraggiose di queste auto.

Abu Dhabi ospiterà l’addio , quindi, e sono contento che abbiamo avuto una stagione che si addice a queste magnifiche bestie (e incrociamo le dita per ottenere anche un finale degno, senza alcuni dei drammi eccessivi delle ultime gare). Mi mancheranno queste auto quando non ci saranno più, e sono sicuro che col tempo verranno ricordate insieme ai mostri turbo degli anni ’80 e ai ululanti V10 dei primi anni 2000 come F1 al suo meglio. Mi rende ancora più grato che l’ultima aggiunta di iRacing mi permetta di apprezzare questa brillante razza di auto di F1 in tale fedeltà e dettaglio.

Sosterrai Eurogamer?

Vogliamo migliorare Eurogamer, e questo significa meglio per i nostri lettori, non per gli algoritmi. Puoi aiutare! Diventa un sostenitore di Eurogamer e potrai visualizzare il sito completamente senza pubblicità, oltre ad avere accesso esclusivo ad articoli, podcast e conversazioni che ti avvicineranno alla squadra, alle storie e ai giochi che tutti amiamo. Gli abbonamenti partono da £ 3,99 / $ 4,99 al mese.

Sostienici

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.