Dragon Ball Super: in video la nuova fusione tra Kale e Caulifla [SPOILER]

0

ATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER per coloro che non seguono la programmazione giapponese della serie animata di Dragon Ball Super.

Nell’ultimo episodio di Dragon Ball Super, il numero 114, Goku ha dovuto nuovamente tenere alta la guardia e affrontare due dei guerrieri più forti di tutti gli Universi, ovvero Caulifla e Kale, le Saiyan del 6° Universo.

Kale e Caulifla (Toei Animation)

Le due guerriere si sono poste l’obiettivo di superare i livelli del Super Saiyan di secondo e terzo livello al fine di poter competere con Goku, eliminarlo dal Torneo, e coltivare qualche chance di vittoria dopo la dipartita di Hit e Cabba.

Lo scontro comincia con Kale che riesce a controllare alla perfezione il Super Saiyan Berserker (la trasformazione simile a quella Leggendaria di Broly) e Caulifla che resta in Super Saiyan di 2° livello. Le due ragazze si incoraggiano l’un l’altra con la consapevolezza che combattendo unite possono essere le migliori dell’Universo.

Unendo i poteri, difatti, le ragazze danno fino a torcere a Goku tanto che è costretto a ricorrere al Super Saiyan God e lentamente si comincia a delineare il divario tra le guerriere e Son. Infatti, dopo aver subito ampiamente all’inizio grazie a combo ben sincronizzate e intelligenti, il nostro eroe si emoziona e mette in mostra la sua potenza che pian piano sta tornando e la sua esperienza volgendo lo scontro a suo vantaggio.

Caulifla subisce un attacco comandato da Goku e i suoi effetti non le permettono di reggersi in piedi, ma non vuole arrendersi e vuole giocare, appunto, la carta della fusione Potara assieme a Kale per dare vita al guerriero più forte del 6° Universo. Goku non se ne rende conto e lancia una potente Kamehameha che comunque non sortisce effetto in quanto le ragazze si fondono un attimo prima e si presentano con sicurezza e a testa alta col nome di Kafla, la nuova fusione.

La fusione Potara è dieci volte più forte rispetto alle forze combinate di Caulifla e Kale. L’episodio termina con il nuovo guerriero, molto più letale e veloce, che si scaraventa contro un Goku incredulo, colpendolo in volto, per poi lasciare il resto del prosieguo dello scontro tra Goku e Kafla al prossimo appuntamento di domenica. In questo video, ecco il momento della nascita di Kafla

Grazie al preview dell’episodio 115 scopriamo che Kafla può anche trasformarsi in Super Saiyan.

Kafla Super Saiyan (Toei Animation)

Come promesso a Goku, Zeno il Re Supremo di tutti gli Universi sta per dare inizio ad un torneo di arti marziali tra tutti gli Universi, chiamato “torneo del potere”. Tuttavia, si viene a conoscenza che questo evento sarà l’inizio della distruzione universale. Cosa attende i vincitori e gli sconfitti del torneo? Che ne sarà e cosa porterà questa feroce battaglia a squadre tra i migliori guerrieri di ogni Universo?

Dragon Ball Super è una serie animata giapponese, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji Television e si pone come seguito alla sconfitta di Majin Bu, arrivata attualmente all’episodio numero 114 (Situazione spaventosa! L’improvvisa apparizione di un nuovo super guerriero!!). La programmazione italiana dell’anime è attualmente in corso su Italia 1 con l’arco narrativo del 6° Universo.

La versione manga è realizzata a cadenza mensile, ideata e sceneggiato da Akira Toriyama e disegnata da Toyotaro. Il manga è serializzato su V-Jump (Shueisha) dal 20 giugno 2015 ed è attualmente giunto al capitolo 29, con i primi 20 scritti raccolti in 3 volumi. Il 4° volume è disponibile dal 2 novembre.

L’edizione italiana del manga è affidata a Star Comics la quale ha pubblicato il primo volume il 26 aprile. Il secondo volume è già disponibile dal 24 maggio, il terzo è stato pubblicato dal 25 ottobre 2017.

Dragon Ball Super: in video la nuova fusione tra Kale e Caulifla [SPOILER] è di MangaForever.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.