Super Mario Bros., copione riscritto perché “troppo adulto e oscuro”

0
Il co-direttore del film Super Mario Bros., Rocky Morton, ha rivelato durante una recente intervista che “non è il film che avevano in mente” e che si sente “umiliato” per averci lavorato.

Tanti anni dopo il lancio, il polemico adattamento cinematografico di Super Mario Bros. continua a creare polemiche. In occasione del lancio del Blu Ray nel Regno Unito, il co-direttore del film, Rocky Morton, svela che l’idea originale che avevano in mente è stato cambiato radicalmente durante la produzione.

Concretamente, spiega che il copione è stato riscritto da capo perché “troppo adulto e oscuro, dove la storia del gioco sarebbe una “perversione” della storia originale, che sarebbe stata quella del film. Finalmente, e sempre stando a quanto rivelato da Morton, i produttori hanno proposto di cambiare la storia per quella con cui è stato poi lanciato, che secondo il direttore non è il film che volevano fare.

Super Mario Bros

Morton puntualizza anche che la tecnologia per la realizzazione degli effetti speciali era “così primitiva” che hanno dovuto assumere programmatori per realizzare alcuni effetti del film, per cui in un certo senso sono stati pionieri dell’industria. Il direttore insiste durante tutta l’intervista sull’intenzione di creare una “realtà distorta” del videogioco nel film e perciò erano state cambiate tante cose rispetto all’opera originale. Infine, Morton ammette di provare “umiliazione” per aver lavorato al film Super Mario Bros.

Voi vi ricordate il film? E se ve lo ricordate, che ne pensate?

Via|Blogocio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome