Microsoft sta valutando un nuovo approccio al diritto alla riparazione

0

Con l’obiettivo di ridurre i rifiuti elettronici.

Microsoft sta riconsiderando il suo approccio al diritto alla riparazione a seguito delle pressioni degli azionisti.

Come riportato da Grist (tramite VG247), il gruppo di difesa degli azionisti As You Sow ha presentato un rapporto a giugno esortando Microsoft ad analizzare il “benefici ambientali e sociali” di semplificare la riparazione dei dispositivi, in modo che i consumatori possano riparare la propria tecnologia.

Microsoft ora eseguirà il proprio studio su come una maggiore accessibilità delle parti potrebbe aiutare a ridurre i rifiuti elettronici e agire entro la fine del prossimo anno.

In passato, alcune aziende tecnologiche sono state accusate di rendere i loro dispositivi volutamente difficili da riparare per costringere i consumatori a pagare per costosi servizi di riparazione. Al contrario, molti clienti acquistano semplicemente dispositivi nuovi di zecca che aumentano l’impronta di carbonio della produzione e contribuiscono ai rifiuti elettronici.

Sebbene Microsoft si sia impegnata ad agire, questo è solo un primo passo. Kelly McBee, la coordinatrice del programma sui rifiuti di As You Sow, ha inizialmente incontrato la società che “ha presentato una visione molto antagonista della riparazione”.

Tuttavia, a seguito di una risoluzione degli azionisti a giugno, secondo quanto riferito spostato. “Microsoft è tornata con diversi consulenti legali e rappresentanti in linea e ha detto: ‘Stiamo davvero cambiando il nostro ritmo su questo problema, pensiamo che questo studio sia una grande idea, lavoriamo insieme per apportare questo cambiamento'”, ha affermato McBee. “Che è giorno e notte.”

Secondo una dichiarazione di Microsoft a

The Verge , tuttavia, lo studio pianificato fungerà da “guida” per la sua “progettazione del prodotto e piani per espandere le opzioni di riparazione dei dispositivi”. Non è chiaro, quindi, quanto impatto avrà questo sul movimento per il diritto alla riparazione.

Tuttavia, questo potrebbe essere un passo positivo se Microsoft prenderà il comando. Kyle Wiens, CEO del sito di guida alla riparazione iFixit, ha descritto la notizia come “un’enorme mossa storica” ​​su Twitter.

Questa è una mossa enorme e storica. Microsoft ha accettato volontariamente di implementare il diritto alla riparazione. https://t.co/aux6l8WWAA

— Kyle Wiens (@kwiens) 7 ottobre 2021

Per saperne di più

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.