Wizards of the Coast si scusa per gli “offensivi” “stereotipi razziali” in Dungeons & Dragons

0

“D&D insegna che la diversità è forza”.

Wizards of the Coast si è scusata per un aggiornamento di Dungeons & Dragons che includeva “materiale offensivo” e stereotipi razziali su una razza chiamata Hadozee.

La società ha dichiarato di aver “deluso voi, i nostri giocatori e i nostri fan”, di voler rimuovere il materiale offensivo “con effetto immediato” e di essere “veramente dispiaciuta”.

Eurogamer Breaking Newscast: Sony aumenta a malincuore il prezzo della PS5, ma sa di poterla fare franca.

“Volevamo riconoscere e riconoscere l’inclusione di materiale offensivo nei nostri recenti contenuti di Spelljammer: Adventures in Space. Abbiamo deluso voi, i nostri giocatori e i nostri fan, e siamo veramente dispiaciuti”, ha dichiarato la società in un comunicato .

“La campagna include un popolo chiamato Hadozee, apparso per la prima volta nel 1982. Purtroppo, non tutti i contenuti relativi agli Hadozee sono stati adeguatamente controllati prima di apparire nella nostra ultima versione. Continuando a imparare e a crescere in ogni situazione, riconosciamo che per vivere i nostri valori dobbiamo fare meglio.”

La dichiarazione aggiunge che “nei 50 anni di storia di Dungeons & Dragons, alcuni dei personaggi del gioco sono stati mostruosi e malvagi, utilizzando descrizioni che ricordano dolorosamente il modo in cui i gruppi del mondo reale sono stati e continuano ad essere denigrati”. Di conseguenza, afferma di “comprendere l’urgenza di cambiare il nostro modo di lavorare per garantire un gioco più inclusivo”.

“Con effetto immediato, rimuoveremo i contenuti offensivi su Hadozee nelle nostre versioni digitali – e questi non saranno più inclusi nelle future ristampe del libro”, continua la dichiarazione. “La nostra priorità è quella di sistemare le cose quando commettiamo degli errori. Inoltre, abbiamo avviato un’approfondita revisione interna della situazione e adotteremo le azioni necessarie a seguito di tale revisione”.

Le scuse si concludono con i ringraziamenti alla comunità di D&D e la promessa di “impegnarsi a rendere D&D il più accogliente e inclusivo possibile”.

“Siamo eternamente grati per il dialogo continuo con la comunità di D&D e non vediamo l’ora di introdurre nuovi contenuti coinvolgenti e inclusivi in D&D per le generazioni a venire. D&D insegna che la diversità è forza, perché solo un gruppo di avventurieri diversi può superare le molte sfide che una storia di D&D presenta. In questo spirito, ci impegniamo a rendere D&D il più accogliente e inclusivo possibile. Questa parte del nostro lavoro non finirà mai”.

Per saperne di più su come Larian e Slitherine hanno adattato Dungeons & Dragons e Warhammer.

Read More

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.