lunedì, Settembre 25, 2023
HomeNotizieNon aspettatevi che Destiny si concluda con un team-up in stile Avengers...

Non aspettatevi che Destiny si concluda con un team-up in stile Avengers con l’Alveare

Se cliccate su un link ed effettuate un acquisto, potremmo ricevere una piccola commissione. Leggi la nostra politica editoriale.

“L’Alveare ha ancora commesso molti, come dire, genocidi”

L'Alveare di Destiny arriva.
Immagine: Bungie / GamingPark

Mentre Destiny si avvia verso la conclusione della sua storia decennale, Bungie ha discusso su come potrebbe finire – e ha affrontato alcune recenti critiche su come sono state gestite le grandi rivelazioni della storia.

A distanza di un paio di settimane dal le origini della palla da golf spaziale di Destiny Il Viaggiatore sono state finalmente rivelate – lo staff di Bungie ha difeso le tecniche di narrazione di Destiny e ha detto che i giocatori non devono aspettarsi di allearsi con l’Alveare cattivo del gioco.

“L’Alveare ha ancora commesso molti, come dire, genocidi”, ha dichiarato il senior narrative designer Robert Brookes Dexerto, che getta acqua fredda sul fatto che i Guardiani e l’Alveare siano diventati improvvisamente amici.

Un teaser trailer per l’espansione narrativa conclusiva di Destiny 2 del prossimo anno, La Forma Finale.

L’argomento è stato sollevato perché Destiny sta tracciando le sue linee di battaglia per l’espansione conclusiva del prossimo anno – La Forma Finale – con i suoi buoni e cattivi che stanno diventando sempre più chiari. E sì, gli eroici Guardiani hanno trovato alleati tra le razze che Destiny aveva inizialmente dipinto come nemiche: i Caduti e la Congrega.

C’è anche un motivo per cui l’Alveare potrebbe essere schierato dalla nostra parte: anche loro hanno sofferto per mano del Grande Cattivo del franchise: Il Testimone. Ma non aspettatevi di cavalcare un Ogre in battaglia molto presto.

“Sarà molto difficile tornare indietro dal punto di vista di chiunque”, ha detto Brookes, parlando della storia dell’Alveare. “Anche se fosse possibile, c’è molto terreno da coprire per fare ammenda.

“Anche quando si guarda a qualcuno come Savathun, che ha la Luce e apparentemente dovrebbe essere nostro alleato, è davvero difficile guardare oltre il miliardo di anni di male che hanno fatto”

E’ un’osservazione giusta.

Brookes ha poi discusso la recente rivelazione tardiva delle origini del Viaggiatore, criticata dai fan, tra cui MyNameIsByf, per essere arrivata troppo tardi, con risposte più adatte all’espansione principale Lightfall del gioco.

“Queste sono alcune delle stagioni più seriali e interconnesse che abbiamo mai realizzato”, ha dichiarato Brookes GamesRadar. “Solo dal punto di vista narrativo, penso che ci sia più oscillazione verso le recinzioni in questo senso.

“Di solito le nostre espansioni sono una sorta di coronamento di un anno di stagioni, e come ho detto prima, questa è stata invece una parte centrale. È stata la conclusione di ciò che abbiamo portato a Season of the Seraph, e poi ha dato inizio a qualcosa di diverso che si è affievolito nel nuovo anno”

In una delle migliori descrizioni della labirintica storia di Destiny che abbia mai sentito, Brookes ha continuato affermando che Lightfall è stato progettato per contenere: “un sacco di fili narrativi che sono stati lasciati intenzionalmente irrisolti per scavare, espandere e sentire l’impatto di questi”. Sì, a me sembra proprio Destiny.

“Dal 22 e 23 in poi, si tratta di una rampa di lancio e di condurre all’immersione nella Forma Finale”, ha concluso. “È una forma molto diversa da quella a cui siamo abituati, quindi alcuni archi narrativi potrebbero essere realizzati in modo diverso, e questo è molto intenzionale”

Per saperne di più

RELATED ARTICLES

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

- Advertisment -