Il giudice decide che Kevin Spacey deve pagare $ 31 milioni ai produttori di House of Cards per presunta cattiva condotta

0

Un giudice ha stabilito che Kevin Spacey deve pagare $ 31 milioni (£ 26 milioni) ai produttori di House of Cards per aver fatto deragliare la serie quando è stato licenziato per accuse di cattiva condotta.

Funzionari di MRC , la società di produzione dietro la serie Netflix, ha presentato una petizione a novembre per confermare che un arbitro aveva ordinato all’attore di pagare loro quasi 31 milioni di dollari dopo aver scoperto che aveva violato il suo contratto violando la loro politica sulle molestie sessuali. La squadra di Spacey ha cercato di respingere la sentenza a gennaio.

Giovedì, il giudice della Corte Superiore di Los Angeles Mel Red Recana ha confermato il lodo, originariamente emesso dall’arbitro nell’ottobre 2020. Il lodo consiste in circa $ 29,5 milioni (£ 24 milioni) di danni e il resto in costi e commissioni.

“Siamo soddisfatti della sentenza del tribunale”, ha dichiarato l’avvocato di MRC Michael J. Kump in una dichiarazione a Deadline.

In A gennaio, la squadra di Spacey aveva sostenuto che il suo comportamento sul set era solo “allusioni sessuali” e “giochi innocenti” e quindi non ha violato la loro politica.

Spacey, che è stato il produttore esecutivo e ha interpretato Frank Underwood nello show, ha lasciato la produzione nel caos a metà della sesta stagione dopo essere stato accusato di fare avances sessuali indesiderate nei confronti della star di Rent Anthony Rapp nell’ottobre 2017

Successivamente, alcuni membri dello staff di House of Cards hanno accusato Spacey di cattiva condotta. Dopo un’indagine interna, l’attore è stato interrotto dallo spettacolo, costringendo due episodi a essere accantonati e la maggior parte della sesta stagione da riscrivere. MRC ha originariamente depositato atti giudiziari nel 2019 per recuperare i costi di eliminazione della stagione e ricominciare da capo.

Rapp sta attualmente citando in giudizio il 63enne per aggressione sessuale, percosse e inflizione intenzionale di stress emotivo e il processo dovrebbe iniziare a New York in ottobre.

Nel Regno Unito, l’attore di American Beauty si è recentemente dichiarato non colpevole di quattro capi di imputazione per aggressione sessuale e un’accusa di aver indotto una persona a impegnarsi in attività sessuale penetrativa senza consenso. L’inizio del processo è previsto per giugno 2023.

Spacey ha costantemente negato che tutte le accuse di cattiva condotta sessuale e tutte le altre azioni legali contro di lui siano state ritirate o archiviate.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.