Ellen Pompeo ridimensiona il ruolo in Grey’s Anatomy

0

Ellen Pompeo ridimensionerà il suo ruolo sullo schermo in Grey’s Anatomy per lavorare a un nuovo progetto televisivo.

Gli editori di Deadline hanno riferito mercoledì che l’attrice ha firmato per appaiono in una serie limitata di otto episodi di Hulu sul caso in corso dell’orfana nata in Ucraina Natalia Grace Barnett.

Natalia, che ha una forma di nanismo, è stata adottata da Kristine e Michael Barnett nel 2010, ma l’anno successivo la coppia americana ha fatto notizia quando i pubblici ministeri hanno affermato di averla abbandonata e di aver lasciato il Paese. Tuttavia, Kristine e Michael hanno affermato che Natalia era in realtà un’adulta che fingeva di essere una bambina e aveva minacciato di ferirli.

Ellen interpreterà Kristine nello show e, di conseguenza, rinuncerà ai suoi doveri in Grey’s Anatomy, apparendo solo come la dottoressa Meredith Gray in otto episodi della prossima 19a stagione del dramma medico. Rimarrà a bordo come narratrice e produttrice esecutiva.

Inoltre, il 52enne sarà produttore esecutivo del nuovo progetto Hulu, scritto da Katie Robbins.

Nessun altro dettaglio del casting sono stati annunciati. Tuttavia, i dirigenti hanno pubblicato una sinossi dello spettacolo, che hanno descritto come una “coppia che adotta quella che credono sia una bambina con nanismo”.

“Mentre iniziano a crescerla insieme ai loro tre figli biologici, iniziano lentamente a credere che potrebbe non essere chi dice di essere”, si legge nel riassunto. “Mentre mettono in discussione la sua storia, si trovano di fronte a dure domande su quanto sono disposti a fare per difendersi, cadendo in una battaglia che è stata combattuta nei tabloid, in aula e, infine, nel loro matrimonio.”

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.