Sylvester Stallone critica il produttore di Rocky Irwin Winkler per i diritti di proprietà

0

Sylvester Stallone rivuole “ciò che resta dei (suoi) diritti” sul franchise di Rocky dal produttore Irwin Winkler.

L’uomo d’azione ha lanciato la redditizia serie di boxe con Rocky del 1976, da lui ideato , ha scritto e interpretato. Ha generato cinque sequel e il franchise spin-off Creed, che uscirà il suo terzo film entro la fine dell’anno.

Stallone ha venduto i diritti della sua sceneggiatura di Rocky ai produttori Winkler e al compianto Robert Chartoff, quindi non ha quote di proprietà nella serie nonostante ne sia il creatore.

On Domenica, ha condiviso un’illustrazione di Winkler, 91 anni, come un serpente con un coltello che gli spuntava dalla bocca e ha chiesto al produttore di restituirgli i suoi diritti.

“Dopo che IRWIN ha controllato ROCKY per oltre 47 anni, e ora CREED, mi piacerebbe davvero (avere) riottenere almeno un po’ di QUELLO CHE E’ SINISTRO dei miei DIRITTI, prima di passarlo a SOLO I TUOI BAMBINI – Credo che sarebbe un gesto GIUSTO da parte di questo signore di 93 anni (sic)?” ha scritto su Instagram. “Questo è un argomento doloroso che mi mangia l’anima, perché volevo lasciare qualcosa di Rocky per i miei figli, ma è sempre bello ascoltare i fan fedeli… (sic).”

In un precedente post condiviso sabato, Stallone ha descritto il produttore come “straordinariamente privo di talento e parassitario” e ha affermato che Winkler gli ha impedito di fare altri film Rocky.

“Ho davvero rispettato e adorato il suo meraviglioso partner ROBERT CHARTOFF che aveva un vero talento e un’ANIMA, ma purtroppo è morto troppo presto”, ha spiegato. “Se non fosse stato per Winkler ci sarebbero stati almeno altri tre Rocky, sarebbe stato meraviglioso… francamente quella troupe è il peggior essere non umano (sic) che abbia mai incontrato nell’industria cinematografica.”

Il 76enne aveva precedentemente detto a Variety che nei primi giorni del franchise non voleva “arruffare le piume dell’oca d’oro”, ma si è confrontato con lo studio sul possesso di alcuni i diritti prima di Rocky IV del 1985.

“Ho detto, ‘Vi infastidisce ragazzi che ho scritto ogni parola, l’ho coreografato, vi sono stato fedele, l’ho promosso, diretto e Non ho l’1% che potrei lasciare per i miei figli?’ E la citazione era: “Sei stato pagato”. E quella è stata la fine della conversazione”, ha detto il padre di cinque figli.

Stallone e Winkler sono accreditati come produttori di Creed III, la cui uscita è prevista per novembre.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.