Pokémon GO – 10 trucchi per essere il più forte

2

Ecco a voi tutti i trucchi per Pokémon GO, da come catturare Pokémon senza uscire di casa a strategie per vincere in tutte le palestre e diventare un allenatore esperto.

Sono sempre di più i giocatori di Pokémon GO che percorrono le strade alla ricerca dei piccoli mostriciattoli. Le autorità e diverse entità sono al lavoro per mettere in allerta gli utenti di tutti i problemi che può causare la dipendenza da quest’app e i possibili rischi del distrarsi mentre camminiamo guardando lo schermo.

Pokémon GO

Pokemon x e y Pokedex Trainer kit

by Pokémon [Tomy]
Rank/Rating: 58903/-
Price: EUR 27,13

Uno dei motivi del successo di questo videogioco è il misto tra realtà e finzione e anche perché Niantic ha disegnato un’interfaccia semplice e intuitiva, la stessa già usata in Ingress più di due anni fa. Ciò nonostante, non ci sono molte informazioni a riguardo e debbono essere i giocatori stessi a scoprire come andare avanti nel gioco e imparare piccoli trucchetti per migliorare l’esperienza di gioco. Ecco a voi alcuni trucchi e consigli per Pokémon GO.

1 – Ottenere Pikachu in Pokémon GO

Proprio come nel primo capitolo di Pokémon su console, uscito ormai 20 anni fa, l’avventura inizia potendo scegliere tra tre Pokémon iniziali, Bulbasaur (di tipo pianta), Charmander (di tipo Fuoco) e Squirtle (tipo acqua).

Ciò che molti non sanno è che esiste un altro possibile Pokémon iniziale nel gioco. Come in Pokémon Gold o la serie TV, il famoso Pikachu può diventare il nostro primo compagno.

Per ottenerlo, quando compariranno a schermo i tre Pokémon iniziali, dobbiamo cominciare a camminare e allontanarci da loro. In poco tempo, ricompariranno nel nostro cammino e dobbiamo fare la stessa cosa, continuare a camminare. Dobbiamo farlo per tre volte e, finalmente, troveremo Pikachu e potremo catturarlo.

Ciò nonostante, è importante commentare che i Pokémon iniziali sono considerati rari, vale a dire, trovarli è complicato durante il gioco. Quindi occorre prendere molto sul serio questa decisione.

2- I PokéStop, la tua seconda casa

La cosa basilare per capire il funzionamento è l’uso della geolocalizzazione. Questo permette di posizionare nel punto esatto nel globo terrestre, e allo stesso tempo sparge le diverse creature negli ambienti in cui ci sposteremo alla ricerca di nuovi Pokémon.

Nel nostro cammino troveremo PokéStop e Palestre, che suono collocati in luoghi d’interesse, che possono essere monumento, palazzi d’epoca o altri elementi curiosi (come murales). Questo ci permetterà di conoscere meglio ciò che ci circonda e, allo stesso tempo, serviranno a fare scorta di Pokéball (necessarie in Pokémon GO per catturare nuove creature) e medicine, che saranno molto utili per curare i nostri Pokémon dopo le battaglie, che hanno luogo nelle Palestre.

Senza Pokéball e medicine non potrai né catturare nuovi Pokémon né combattere, quindi dovresti cercare ogni giorno di usare qualche PokéStop.

3 – Acchiappali tutti! Più volte!

La base del gioco è catturare Pokémon, non solo per completare la missione di ottenere le 150 creature disponibili, ma anche per avanzare più velocemente nel gioco.

Catturare doppioni non è una cosa stupida. Facendolo otterremo punti esperienza (necessari per salire di livello e sbloccare nuove opzioni e oggetti) oltre a polvere stellare e caramelle di cui abbiamo bisogno per aumentare il potere dei nostri Pokémon ed evolverli.

Inoltre, tutti i Pokémon doppi potranno essere trasferiti e, in cambio, otterremo altre caramelle come bonus.

4 – Punti extra quando si catturano Pokémon

Lanciare la nostra Pokéball per catturare un Pokémon è una delle immagini più rappresentative del gioco. In base a come lo facciamo, possiamo ricevere un extra di punti esperienza e anche altre ricompense quando saremo riusciti a catturare il nostro Pokémon.

Dipenderà dalla forza con cui lo facciamo e se lanciamo con effetto (Palla Curva), per esempio, se agitiamo la Pokéball prima di lanciarla e riusciamo ad andare a segno, avremo queste ricompense.

Un altro metodo è prestare attenzione al bersaglio colorato che compare sul Pokémon quando prendiamo la Pokéball. Si presenta come un circolo che può avere diversi colori in base alla rarità e la possibilità di cattura (verde è un Pokémon facile, il giallo è difficoltà moderata e il rosso è la difficoltà massima e significa che questo Pokémon potrebbe rifiutare di essere catturato, ci vorranno vari tentativi). Quando il cerchio è più piccolo, sarà più facile catturare il Pokémon, e al contrario, se lanciamo quando il cerchio è più grande otterremo più punti, ma la creatura potrebbe scappare, un rischio che potrebbe valer la pena di correre per aggiungere più azione al gioco.

5 – Attento al radar

La dinamica di gioco sembra dimostrare che la comparsa delle creature risponde a motivi in parte aleatori. Né NintendoNiantic hanno voluto spiegare come funziona il sistema di distribuzione dei Pokémon nella mappa, limitandosi a specificare che esistono zone dove è più facile trovare certi tipi. Vicino all’acqua, come laghi o spiagge, troveremo più facilmente Pokémon acquatici e in parchi e boschi, creature di tipo coleottero o pianta. Per quanto riguarda i Pokémon di tipo fantasma, possiamo trovarli solamente di notte.

Per facilitare la ricerca e dimostrare che ci sono sempre creature da catturare intorno a noi, il gioco ha a disposizione un radar. Questo ci mostra l’immagine del Pokémon (o la sagoma se ancora non lo abbiamo incontrato) e a che distanza si trova, rappresentato in forma di passi. Tre passi significano che si trova lontano da noi, e man mano che ci avviciniamo, il numero di passi diventerà sempre meno. Se stiamo attenti, sarà più facile trovare Pokémon. Anche se è un metodo più intuitivo che preciso.

6 – Cattura da casa in Pokémon GO

La cosa divertente di questo gioco a realtà aumentata è uscire in strada per catturare nuovi Pokémon, ma molti utenti sono infastiditi di trovare nella propria zona sempre le stesse creature e vedersi costretti a correre da una parte all’altra della città per completare la propria collezione.

A questo riguardo, esiste l’opzione di poter catturare Pokémon senza muoversi da casa e in modo completamente casuale. Tra i molti oggetti che puoi trovare nel gioco, occorre avere l’Incenso. Questo servirà ad attrarre diversi Pokémon per mezz’ora dovunque tu sia senza bisogno di muoverti. Ciò nonostante, è molto più efficace se viene usato mente si cammina, infatti, l’algoritmo di gioco fa in modo che, più velocemente si sposta il giocatore, più Pokémon compariranno.

Purtroppo, l’incenso può essere ottenuto solo con soldi veri (tramite micro transazioni all’interno dell’app) o, puntualmente, come regalo salendo di livello.

7 – Evolvi l’agognato Eevee

Eevee è uno die Pokémon che chiunque vuole catturare. Di per sé è semplicemente una creatura che sembra un’adorabile volpe marrone, ma il vero interesse nasce per via delle sue potenti evoluzioni: Jolteon, Flareon e Vaporeon.

Nel gioco per console potevamo scegliere che forma finale desideravamo, ma in Pokémon GO possiamo controllare l’evoluzione di Eeevee. Nella serie comparivano tre fratelli, e ognuno di essi aveva un’evoluzione diversa di questo Pokémon. Se diamo al nostro Eeevee il nome di uno di questi fratelli, la creatura si evolverà nel Pokémon che possedeva il fratello in questione. Quindi per evolverlo in Jolteon dovremo chiamarlo Sparky, Pyro se desideriamo un Flareon e infine Rainer se vogliamo un Vaporeon. Con questo trucco non dovrete più impazzire per avere tutte le evoluzioni di Eevee.

8 – Risparmiare dati e batteria in Pokémon GO

Ninatic è al lavoro per migliorare l’enorme consumo di batteria nei prossimi aggiornamenti, ma per il momento possiamo selezionare l’opzione Risparmio Batteria nelle Impostazioni del gioco, che garantisce di consumare il 10% in meno di batteria senza risentirne in giocabilità.

Per evitare l’eccessivo consumo dei dati, possiamo scaricare la mappa della zona e usarla in modalità “offline”. Pokémon GO fa uso diretto di Google Maps per funzionare, quindi possiamo accedere all’app Google e scaricare la mappa della nostra zona per evitare di consumare i nostri dati mobile e, già che ci siamo, ottimizzare ancora un po’ l’uso della batteria.

Per farlo, andiamo nel menù di Google Maps e selezioniamo “Zone senza connessione”. Aggiungiamo la nostra zona e selezioniamo l’area che ci interessa salvare. Una volta scaricato, Pokémon GO lo userà in modo automatico e il gioco non dovrà scaricare costantemente dati dalla rete.

9 – Domina nei combattimenti

A partire dal quinto livello, i giocatori potranno affrontare battaglie tra Pokémon nelle palestre. La modalità di lotta dipenderà dalla squadra a cui apparteniamo (rosso, blu o giallo). Possiamo sfidare il capopalestra se è di una squadra diversa dalla nostra o, nel caso in cui sia della stessa squadra, possiamo realizzare combattimenti amichevoli o aiutare i capipalestra a difendere e conservare la palestra,

La cosa più importante per dominare nei combattimenti è possedere Pokémon forti, con molti Punti Lotta (CP), possiamo ottenerli con la polvere stellare e le caramelle. Prima di lanciarci nella mischia, possiamo vedere i CP dei nostri avversari e valutare le nostre possibilità.

Per dominare la metodologia di combattimento in Pokémon GO dobbiamo usare i due tipi d’attacco che ha ogni Pokémon, l’attacco fisico e L’attacco speciale. Il primo si usa dando veloci colpi nello schermo che vanno a colpire la creatura del nostri rivale, per il secondo stile dobbiamo caricare l’attacco mantenendo premuto sullo schermo, sarà molto più efficiente, ma lascerà il nostro Pokémon meno protetto finché non rilasceremo il colpo. Durante il combattimento possiamo anche schivare gli attacchi dell’avversario spostando il dito ai lati.

10 – Diventa il leader

Una volta abituati al funzionamento sarà molto più facile stabilire una strategia funzionante. Ma esiste un trucco se vogliamo strappare una palestra a una squadra avversaria e diventare i nuovi leader.

Le palestre funzionano con un sistema di punti prestigio, che si ottengono ad ogni vittoria. Se il contatore diventa zero, il capopalestra perderà la palestra e diventerà dell’allenatore che ha ottenuto l’ultima vittoria.

Il capopalestra può lasciare un solo Pokémon a difendere. A questo si possono aggiungere altri Pokémon di amici che desiderino aiutarlo, arrivando ad un totale di quattro creature. Chi sfida, invece, può usare fino a 6 Pokémon nel proprio team. Per questo motivo è imprescindibile scegliere di combattere in una palestra con pochi Pokémon a difendere e avendo sempre contro dei loro CP. Una volta battuto uno degli avversari, avrai fatto un passo per diventare capopalestra. Anche se poi perdi, puoi tornare a combattere, e questa volta ci sarà un avversario in meno, quindi, ripetendo questo processo, finirai col diventare capopalestra.

Se conosci altri trucchi per Pokémon GO non esitare a lasciarceli nei commenti qui sotto!

 

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.