Masuda svela i retroscena dietro all’Eevee di Pokémon: Let’s Go

0

Questa settimana sulla rivista giapponese Famitsu è stata pubblicata una lunga intervista dedicata a Pokémon: Let’s Go, Pikachu! e Let’s Go, Eevee!. L’intervistato, nientemeno che il direttore dei giochi, Junichi Masuda, ha rivelato numerosi dettagli sul sistema di cattura e sulla nuova mascotte!

Proprio riguardo a quest’ultima, nel corso del colloquio a Masuda è stato chiesto come mai la scelta è ricaduta su Eevee. Nonostante il Pokémon Evoluzione sia stato il primo mostriciattolo a essere preso dal nostro rivale in Pokémon Giallo, il direttore ha spiegato che è stato il grande amore che i fan provano per il Pokémon ad aver condizionato la loro scelta: “molti fan mi mandano disegno di Eevee che loro stessi hanno fatto – a volte anche più carini dell’artwork ufficiale (ride) […] In conclusione, quello charme di tenerezza che pervade Eevee ha cementato la nostra decisione“.

Per saperne di più sul piccolo Pokémon, il prode direttore ha spiegato di aver fatto qualche ricerca sull’adorato mostriciattolo: “ho parlato con quelli che in ufficio adorano veramente Eevee e ho indagato su cosa li affascinasse“, racconta Masuda, “quando ho chiesto cosa ha contribuito alla sua tenerezza, molti hanno menzionato l’aspetto morbido di coda e collo“.

Il nuovo status del Pokémon ha richiesto che gli venisse dato un trattamento particolare, dandogli un doppiatore personale. A tal proposito, a Masuda è stato chiesto chi fosse a ricoprire tale ruolo. Il direttore ha spiegato che la selezione è stata ardua, ma alla fine la scelta è ricaduta su Aoi Yuki, già doppiatrice di Iris: “Yuki-san è la voce di Eevee […] e mette molta energia nel suo ruolo. In precedenza aveva partecipato a un evento dedicato al Pokémon e abbiamo avuto l’impressione che le piacesse molto! Invero, abbiamo scelto la voce di Eevee attraverso numerose audizioni; 108 persone si sono presentate per il ruolo“.

Nell’intervista, Masuda ha affermato di essere contento dell’energia che la doppiatrice mette ne proprio ruolo. “Il nome di Pikachu è lo stesso ovunque tu vada, ma per Eevee è un pochino differente“, spiega, “per esempio, in America è sempre Eevee, ma in Germania è Evoli. Yuki ha dovuto registrare tutti questi suoni differenti e lavorare senza sosta“.

Quanto a ciò che è visibile nei giochi, Masuda ha riconfermato che le mascotte avranno dettagli differenti a seconda del sesso, ricordando che sarà la coda dei Pokémon a cambiare. Queste differenze e un crescente numero di interazioni con il proprio compagno sono volte a incuriosire il giocatore, tanto che, afferma, “il gioco è pieno di cose da scoprire“!

Ultimo ma non ultimo, per quanto riguarda l’aspetto tecnico, nel corso dell’intervista è stato spiegato che durante lo sviluppo vi erano apposite persone che lavoravano sull’espressività delle due mascotte: “sono stato molto attento sull’interazione – sia Pikachu che Eevee hanno il proprio motion designer dedicato esclusivamente a loro […] I Pokémon hanno molti gesti e movimenti caratteristici. Non dubito che qualcuno possa sedersi e guardarli senza venire annoiato“.

L'articolo Masuda svela i retroscena dietro all’Eevee di Pokémon: Let’s Go proviene da Pokémon Millennium.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.