Black Shark 4, recensione e opinione

0

Black Shark è stata la risposta di Xiaomi alla fiorente domanda di telefoni da gioco ad alte prestazioni , pur mantenendo il punto di prezzo basso del marchio del gigante cinese.

Black Shark si presenta ora come una società indipendente, ma mantiene gli stessi valori e il legame con le sue origini nella quarta generazione di cellulari da gioco a basso costo .

Non lasciatevi ingannare dal termine low-cost. L’unica cosa che è stata tagliata in questo cellulare da gioco è il suo prezzo, che arriva nei negozi con un prezzo di partenza di 499 euro. Vale la pena investire in uno smartphone con queste caratteristiche? Vi raccontiamo in dettaglio in questa recensione del Black Shark 4 e vi diamo la nostra opinione.

Black Shark 4
Display Super AMOLED 6.67 pollici | 20:9 aspect ratio | Full HD+ (2,340 x 1,080 pixels) | 144 Hz | HDR10+ | picco di 1.300 nits | 395 ppi
Processore Qualcomm Snapdragon 870 | Adreno 650
RAM e storage 6, 8 e 12 GB LPDDR5 | 128 e 256 GB | UFS 3.1
Fotocamere posteriori Principale: 48 Mpx f/1.8 | Grandangolo: 8 Mpx f/2.2 e 120° | Macro: 5 Mpx f/2.4
Cámara frontal 20 Mpx f/2.0
Batería 4.500 mAh | 120 W di ricarica veloce
Android Android 11 con JOY UI 12.5 (MIUI 12)
Connettività 5G | WiFi 6 (802.11 ax) | Bluetooth 5.2 | USB-C | A-GPS, GLONASS, GALILEO
Dimensioni e peso 163.8 x 76.4 x 9.9 mm | 210 grammi
Prezzo 499 euro

Recensione del Black Shark 4 per sezioni:

Mobile gaming discreto ma i 144 Hz del tuo schermo li danno via

Il Black Shark 4 è mobile gaming che non sembra. Non ci sono luci RGB, nessun logo sovradimensionato e nessun design più simile a un’astronave che a uno smartphone.

Tuttavia, questo non lo priva di essere un ottimo telefono da gioco pur mantenendo un look and feel più convenzionale. Black Shark ci ha inviato un’unità nella finitura Pale Grey che, a differenza del modello Mirror Black, non mostra una finitura lucida con effetto X .

Questo è un telefono di gioco relativamente compatto per quello che di solito troviamo in questo segmento con 163,8 x 76,4 mm . Tuttavia, non è il telefono cellulare più sottile in quanto è 9,9 mm di spessore e 210 grammi di peso.

Il retro in plastica effetto vetro nasconde questo spessore con curve sui lati che ammorbidiscono la consegna nel telaio in alluminio che è visibile.

Nel complesso, è uno smartphone che si sente solido in mano, ma non pesante, e nasconde il girovita molto bene perché non si sente così spesso grazie ai suoi lati e angoli arrotondati.

Il modulo a tre fotocamere è posizionato orizzontalmente nel terzo superiore. Non sporge così tanto come in altri modelli da gioco. Una custodia protettiva in plastica inclusa nel telefono protegge la fotocamera e la parte posteriore senza aggiungere al peso complessivo.

Il bordo destro è più affollato del solito. Oltre al pulsante di accensione con sensore di impronte digitali , ci sono due interruttori a scorrimento che, se spostati, rilasciano i grilletti magnetici. Questi trigger non sono solo utili per migliorare il controllo nei giochi , ma possono anche essere personalizzati con funzioni e scorciatoie come lo scatto della fotocamera, ecc.

Più ordinato è il bordo opposto che ospita il doppio slot per schede SIM e il bilanciere del volume, mentre il bordo superiore ospita l’uscita dell’altoparlante stereo superiore che si sincronizza con il bordo inferiore insieme alla USB Type-C e il jack da 3,5 mm.

Se andiamo sul davanti troviamo uno schermo piatto con bordi arrotondati per ammorbidire il tocco quando lo si usa. Le lunette sono state mantenute ad un livello adeguato e sono quasi simmetriche su tutti i lati. La fotocamera frontale è inserita in un piccolo foro centrato in alto.

A livello tecnico abbiamo uno schermo Super AMOLED di 6,67 pollici con un formato 20:9 e risoluzione Full HD+ (2.340 x 1.080 pixel) lasciando una densità di 395 ppp . Lo schermo in realtà offre una qualità molto buona e non delude nonostante sia installato in un telefono di gioco sotto i 500 euro.

Infatti, questo schermo è molto ben preparato per il gioco con una frequenza di aggiornamento fino a 144 Hz che è possibile configurare dal sistema e un campionamento touch fino a 720 Hz, con conseguente esperienza di gioco con risposta immediata in tutti i sensi.

È una frequenza di aggiornamento variabile, quindi raggiungerà 144Hz solo nei pochi giochi che supportano quella frequenza, quindi la maggior parte del tempo sarà in esecuzione a frequenze inferiori.

In termini di qualità dell’immagine, non è lontano da altri telefoni da gioco più costosi, con supporto per HDR10+ con copertura del 105% dello spazio colore DCI-P3, e luminosità di picco fino a 1.300 nits fornita da un display Samsung E4.

Abbiamo misurato una luminosità media di 804 lux con l’impostazione della modalità manuale al massimo e 1.350 lux quando si attiva la modalità HBM (Hight Brightness Mode) in situazioni di luce intensa. Questo assicura in definitiva un’eccellente visibilità del display sia all’esterno che all’interno.

La luminosità ha anche una grande voce in capitolo nella calibrazione del colore. In questo caso il sistema operativo permette di regolare il colore dello schermo tra tre opzioni: Bright Colour, Auto Adaptive e Standard. Forse il primo è il più naturale, e Standard il più impreciso nei colori, mentre come suggerisce il nome, Autoadaptivecambia la temperatura dello schermo a seconda della luce.

La buona esperienza utente offerta dallo schermo lo rende uno dei punti forti di questo dispositivo, che sorprende con un componente di alto livello in un cellulare da gioco a basso costo che, per il momento, ci sta lasciando una sensazione molto buona.

Non ha l’hardware più potente, ma non vi mancherà

Non è strano che quando si parla di cellulari da gioco si pensi automaticamente ai componenti più potenti del mercato. Ma avete davvero bisogno di un hardware così estremo per il gioco?

Sì, ma non tutto l’hardware è ugualmente importante, ed è probabile che molti utenti siano disposti ad abbassare i requisiti grafici se possono ottenere un prezzo sostanzialmente inferiore per esso.

Questo è l’asso nella manica del Black Shark 4, che è alimentato da un processore Qualcomm Snapdragon 870 a otto core a 7nm supportato da una GPU Adreno 650 integrata. Insieme riescono a far girare giochi come Asphalt 9, Call of Duty, PUBG o Genshin Impact senza grandi sacrifici in qualità o fluidità.

In realtà, lo Snapdragon 870 offre prestazioni simili allo Snapdragon 865+ che fino a pochi mesi fa era in cima alla classifica delle prestazioni, quindi in nessun caso si tratta di uno smartphone che offre scarse prestazioni di gioco.

Black Shark 4 realme GT POCO F3
Procesador SD 870 SD 888 SD 870
Geekbench 4 Single 4.634 5.086 4.548
Geekbench 4 Multi 13.244 14.254 13.151
Geekbench 5 Single 1.003 1.132 984
Geekbench 5 Multi 3.377 3.456 3.363
3D Mark Wild Life (Puntuación| FPS) 4.352 | 26,10 FPS 5.867 | 35,10 FPS 4.236 | 25,4 FPS
AnTuTu 619.508 753.646 674.543
PC Mark 15.230 16.782 12.187

Ovviamente, le differenze di prestazioni rispetto allo Snapdragon 888 sono evidenti e certi titoli come Genshin Impact non permettono alla licenza di alzare la qualità grafica al massimo

La buona performance offerta dallo Snapdragon 870 si unisce alla fluidità fornita dagli 8 GB di RAM LPGDDR5 che integra l’unità che stiamo testando che la accompagna con 128 GB di memoria interna con UFS 3.1.

Non è possibile espandere la memoria con una scheda microSD, ma in cambio otteniamo una memoria molto ben ottimizzata per eseguire giochi senza problemi e muoversi fluidamente attraverso l’interfaccia.

Black Shark 4 realme GT POCO F3
Escritura secuencial 482 MB/s 403,27 MB/s 418,03 MB/s
Lectura secuencial 1,08 MB/s 977,98 MB/s 880,28 MB/s
Escritura aleatoria 26,26 MB/s 27,57 MB/s 32,96 MB/s
Lectura aleatoria 18,52 MB/s 16,73 MB/s 15,89 MB/s
Velocidad de copia en memoria 7,59 GB/s 8,87 GB/s 10,93 GB/s

Abbiamo notato che, anche se secondo la marca ha un doppio sistema di raffreddamento interno, l’aumento della temperatura diventa molto evidente e persino fastidioso a volte dopo un po’ di gioco, soprattutto nella zona dello chassis in alluminio che circonda lo schermo così come nella zona centrale del retro.

Nel complesso, in nessun momento abbiamo sentito che avevamo un telefono di gioco nelle nostre mani che vacillava quando si giocava, o che ha lottato con compiti impegnativi.

Il software ha anche molto da dire in termini di fluidità. Abbiamo un livello personalizzato basato su MIUI 12 che gira sopra Android 11. JoyUI 12.5 è un livello orientato al gioco e, come tale, offre caratteristiche che ottimizzano l’esperienza di gioco offrendo molteplici opzioni per personalizzare il dispositivo.

Visivamente l’interfaccia è abbastanza vicina alla MIUI 12 con praticamente tutte le opzioni di personalizzazione che il livello di Xiaomi permette, ma con opzioni di gioco espanse all’interno di Shark Space, un centro di controllo per tutto ciò che riguarda il giocoe il comportamento dello schermo, le impostazioni di trigger magnetico o la messa a punto delle prestazioni del processore.

Queste impostazioni possono essere configurate anche tirando giù il pannello di controllo strisciando dall’alto verso il basso durante il gioco.

Una delle caratteristiche principali del Black Shark 4 che stiamo recensendo è il suo grilletti fisici pull-down, che a differenza dei grilletti touch di altri telefoni da gioco, offrono un esperienza più organica più vicina a un vero controller di gioco, ma senza l’inconveniente di dover sempre portare uno con voi.

Questi trigger non si limitano alle funzioni di controllo in-game, ma grazie alle impostazioni di sistema, permettono anche di lanciare diverse applicazioni o eseguire azioni come attivare l’otturatore della fotocamera, accendere la torcia o fare uno screenshot premendo uno dei trigger.

Come spesso accade con i telefoni da gioco, con opzioni di configurazione che non si trovano su altri tipi di telefoni, i loro menu delle impostazioni possono essere un po’ più complessi del solito. Tuttavia, Joy UI ha risolto correttamente questo inconveniente con una buona organizzazione delle sezioni.

Sorprendente nella fotografia per un cellulare da gioco

A livello fotografico, il Black Shark 4 offre una qualità equivalente a quella che troveremmo in un cellulare di fascia media. Questo non è sorprendente, dato che la fotografia non è in cima alla lista delle priorità per questo tipo di cellulare da gioco.

L’app della fotocamera del Black Shark 4 è esattamente la stessa che si trova su qualsiasi smartphone Xiaomi, con la visualizzazione delle modalità di scatto nella parte inferiore, mentre il pannello superiore ospita le opzioni di scatto specifiche della modalità e le impostazioni della fotocamera.

Non abbiamo avuto problemi nell’utilizzarla in quanto il processore è in grado di funzionare senza intoppi, senza spegnimenti imprevisti o ritardi nell’elaborazione delle immagini. A questo link troverete alcuni esempi di foto e video come escono dallo smartphone.

Sensori Apertura e stabilizzazione
Posteriore 48 Mpx | 1/1.97″ sensor | 0.7μm f/1.8 | PDAF
Macro: 5 Mpx f/2.4 | AF
Ultra grandangolo: 8 Mpx | 120º | 1/4.0″ sensor | 1.12 μm f/2.2
Frontal 20 Mpx | 0,8 μm f/2.5 | EIS | foco fijo

La fotocamera più performante è quella principale , che utilizza il pixel binning per migliorare la definizione delle foto. In generale i risultati sono buoni con buona luce, ma a volte si esagera con la saturazione dei colori. In particolare i rossi, saturano la foto così tanto che perde profondità.

Il lato positivo è che l’elaborazione del colore è abbastanza costante in tutte le lunghezze focali , il che non ti costringe a usare una macchina fotografica particolare a seconda della luce e fornisce foto senza molta differenza di colore

La combinazione dell’obiettivo grandangolare e dell’obiettivo principale permette uno zoom digitale 2x che regge bene, aumentando la varietà di opzioni disponibili.

La fotocamera Macro deve essere attivata dal pannello a discesa della fotocamera – come sui dispositivi Xiaomi – permettendo di ingrandire il punto di messa a fuoco fino a 4cm.

La bassa risoluzione di questo sensore significa che le foto sono adatte solo per un contesto di social media o per la visualizzazione sullo schermo del cellulare, ma non per formati più grandi a causa della loro bassa definizione.

È anche difficile distinguere quale punto è a fuoco, e con una profondità di campo così bassa non è facile mantenere i dettagli a fuoco.

Il Black Shark 4 ha una modalità notturna che riesce ad eliminare molto del rumore che si genera scattando in Auto , livellando le luci per evitare aree bruciate. Questa elaborazione non migliora la nitidezza, quindi la qualità diminuisce allo stesso ritmo della luce .

La fotocamera anteriore non è anche esente dalla debolezza di un’elaborazione che non sembra essere all’altezza dell’hardware che crediamo che può ottenere qualcosa di più qualità.

In questo caso, i selfies hanno una chiara tendenza alla sovraesposizione con il rischio di mostrare rapidamente zone bruciate nei cieli e negli elementi in pieno sole, oltre a perdere dettagli nelle pelli.

Se applichiamo l’effetto di Ritratto, di nuovo l’elaborazione non è in grado di definire con precisione i confini della silhouette a meno che questa non sia perfettamente contrastata con uno sfondo omogeneo.

Il Black Shark 4 può registrare video in 4k a 60 fps senza stabilizzazione, ma abbiamo ottenuto risultati migliori nelle riprese a 1080p con movimenti molto più stabili e contenuti.

4.500 mAh, 120W e 5G, questo è il futuro del gaming

Hardware ad alte prestazioni significa spesso un alto consumo energetico, quindi i telefoni da gioco tendono ad essere grandi e pesanti a causa delle loro enormi batterie.

Il Black Shark 4 non è esattamente un silfio in termini di spessore, ma almeno non ha peggiorato la situazione cercando di integrare una batteria gigantesca. Invece ha optato per una batteria da 4.500 mAh che in realtà si comporta allo stesso modo della maggior parte dei telefoni di fascia media, ottenendo una media di 7 ore di durata della batteria in uno scenario di uso misto.

Quando le prestazioni sono spinte al massimo, la durata della batteria scende a poco più di 4 ore. Il Black Shark 4 offre abbastanza tempo di gioco per una buona esperienza di gioco?

Beh, dipende da quanto tempo trascorri senza accesso a una presa di corrente, dato che il Black Shark 4 che stiamo recensendo supporta 120W di ricarica ultra-veloce (la versione globale arriverà con un caricatore da 67W).

Questa carica veloce –la più veloce che abbiamo testato fino ad oggi– permette al telefono di caricare fino al 50% in soli 8 minuti, mentre completa il 100% della carica in soli 21 minuti.

Cioè, se si ha accesso a una presa di corrente per almeno alcuni minuti al giorno, si può giocare senza paura di esaurire la batteria e senza dover aspettare molto tempo per recuperare la carica.

D’altra parte, se durante la vostra giornata non avete accesso a una presa di corrente, la sua autonomia può essere compromessa, anche se non avrà grandi problemi con un uso più moderato dello smartphone arrivando alla fine della giornata con un po’ di batteria.

Ciò a cui questo Black Shark 4 non rinuncia è la connettività, un elemento sempre più essenziale per godere di una buona esperienza di gioco.

Il mobile gaming di Black Shark ha il supporto per le reti 5G e WiFi 6 per garantire una velocità di connessione senza scatti e cali per i giochi online. Lo completa anche con connettività Bluetooth 5.2 e posizionamento A-GPS, GLONASS, Galileo, QZSS, BDS.

Quello che non abbiamo trovato è il supporto NFC per i pagamenti mobili o per facilitare la connettività con altri dispositivi, che sottrae un punto in questa sezione.

Avere due altoparlanti fornisce un certo comfort durante la riproduzione audio, riducendo la distorsione in tutta la gamma di potenza. Tuttavia, il suono ottenuto è un po’ piatto e privo di bassi , anche se con un buon livello di volume.

Il fatto che sia diretto verso le mani dell’utente rende anche l’esperienza sonora meno coinvolgente, poiché le mani stesse ostacolano la dispersione necessaria. Ci sarebbe piaciuto trovare un suono anteriore proiettato verso l’utente , ma sia in termini di potenza che di qualità, il Black Shark 4 offre in questo senso.

Cellulare da gioco alla portata di tutti ma con poco da spendere

Vogliamo approfittare degli ultimi momenti della nostra recensione del Black Shark 4 per darvi la nostra opinione sulla esperienza utente offerta da questo cellulare da gioco economico.

In effetti, dobbiamo dire che questo smartphone ha superato le nostre aspettative. Temevamo che senza il processore più potente sul mercato, il Black Shark 4 potesse non offrire la migliore esperienza di gioco. Niente poteva essere più lontano dalla verità.

In certi titoli particolarmente esigenti abbiamo dovuto rilassare le richieste grafiche per mantenere un buon tasso di fps ed evitare scatti durante il gioco ma, in generale non abbiamo trovato differenze insormontabili tra questo Black Shark 4 e altri cellulari da gioco che equipaggiano lo Snapdragon 888.

La grande forza di questo Black Shark 4 è lo schermo e i grilletti fisici che offrono una risposta più organica nei giochi. In realtà, il fatto che abbia 144Hz passa in secondo piano rispetto al fatto che raramente funzionerà a quella frequenza di aggiornamento. Ma la frequenza di campionamento del tocco e, soprattutto, la qualità e la luminosità offerte dal pannello Samsung E4 sono importanti.

La proposta Black Shark 4 è davvero interessante perché permette di avere un cellulare da gioco da 499 euro . Un prezzo ben al di sotto di altri cellulari in questa nicchia di mercato.

Tuttavia, il taglio delle caratteristiche che è stato necessario per raggiungere questo traguardo lo lascia in balia di altri concorrenti come il Realme GT-che abbiamo già recensito qui-, che per gli stessi 499 euro offrono caratteristiche molto simili, un processore Snapdragon 888 e supporto tecnico in Spagna.

Al di là del dibattito sulla reale utilità dei cellulari da gioco rispetto ai cellulari convenzionali, il Black Shark si trova a metà strada tra i due con un aspetto molto discreto, ma con caratteristiche molto specifiche che lo posizionano come uno dei cellulari da gioco economici più interessanti del momento.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.