Questo tipo di PC è salvato e sarà in grado di eseguire Windows 11 anche senza TPM 2.0

0

Probabilmente alla fine non avrete bisogno di un nuovo computer per eseguire Windows 11

Mentre l’annuncio di Windows 11 non è arrivato come una sorpresa, date tutte le fughe di notizie che si erano verificate nelle ultime settimane, è stata una sorpresa vedere il requisito del chip TPM 2.0 incorporato , rendendo così obbligatorio un elemento che i PC meno recenti non includono.

Inoltre, un altro requisito per i dispositivi è che devono avere processori rilasciati negli ultimi anni , il che significa che alla fine Windows 11 sarà un sistema operativo che solo gli utenti che hanno comprato un computer negli ultimi due o tre anni potranno godere. Questa è una buona notizia per il mercato dei PC, ma una cattiva notizia per il portafoglio dell’utente.

Il TPM è un processore costruito nella scheda madre che assicura l’integrità del sistema operativo. Ciò che ha sconvolto la comunità, tuttavia, è che molti utenti dovranno investire in un nuovo computer se vogliono godere di Windows 11.

Sia come sia, secondo un recente documento di Microsoft (via Tomshardware), non tutti i computer devono avere il chip TPM installato, ma ci potrebbero essere diverse eccezioni che dovranno essere approvate in anticipo da Redmond.

In un documento di supporto aggiornato, dichiarano che “ con l’approvazione di Microsoft, i sistemi OEM per sistemi aziendali speciali, gli ordini personalizzati e i sistemi dei clienti personalizzati non devono essere spediti con il supporto TPM attivato“.

Resta da vedere se, con le proteste della comunità e anche dei produttori di hardware, Microsoft rilasserà i requisiti per Windows 11 molto di più entro la fine di quest’anno, anche se sembra che l’aggiornamento per quelli attualmente in esecuzione Windows 10 non sarà disponibile fino al 2022.

Commenta!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.