Dragon Ball Super – Kale: le differenze fra manga e anime

0

All’interno del manga di Dragon Ball Super debutta Kale, la Saiyan del 6° Universo, ma in maniera differente rispetto all’anime.

ATTENZIONE: L’articolo contiene SPOILER.

Nel corso dello scorso mese, all’interno del numero di V-Jump, è stato pubblicato il capitolo numero 37 di Dragon Ball Super, scritto da Akira Toriyama e disegnato da Toyotaro. Il capitolo manga, che riprende gli eventi del Torneo del Potere (Universal Survival), si intitola “Risvegliati, Super Saiyan Kale” ed è facile intuire come la pubblicazione mensile abbia offerto grande spazio alla Saiyan del 6° Universo che può vantare un potere simile (in particolar modo dal punto di vista del design) a quello del leggendario Broly.

All’interno del capitolo manga la Saiyan sperimenta la prima volta la trasformazione in Super Saiyan Berserker (ovvero l’evoluzione simile a quella di Broly Super Saiyan Leggendario). Tuttavia, il suo debutto lottato nel Torneo del Potere e la trasformazione nel manga presenta delle differenze rispetto a quanto accaduto nella serie animata conclusasi a marzo 2018.

Nella versione animata di Dragon Ball Super (quando il Torneo deve ancora cominciare), Kale, rispetto ai suoi compagni del 6° Universo – Cabba e Caulifla – era ancora indietro in termini di trasformazione in Super Saiyan. Cabba era riuscito a risvegliare il potere grazie alla parole di Vegeta nel corso del Torneo tra il 6° e 7° Universo. In seguito ha insegnato a Caulifla come risvegliare il potere la quale ha poi imparato in poco tempo. Kale restava nell’ombra, ma Cabba e Caulifla, volendo spronare la forza della compagna dal momento che sanno possiede un potere enorme, cominciano a giocare con la sua fragile psicologia e, raggiunto il limite di sopportazione, risveglia finalmente il potere del Super Saiyan Berserker (il potere simile a Broly che supera quello di Cabba e Caulifla).

Successivamente, all’interno del Torneo, Kale risveglia per la seconda volta la trasformazione “leggendaria” nel momento in cui nota l’intesa che vi è tra Goku e la sua sorellona Caulifla nel loro combattimento. Kale prova un senso di gelosia verso la loro affinità, in particolar modo verso Caulifla che punta solo a superare i suoi limiti con sicurezza. Non volendo essere da meno, Kale si lascia prendere dalle emozioni e raggiunge l’evoluzione che mette in difficoltà anche Son Goku.

Nel manga, invece, il raggiungimento del Super Saiyan Berserker è differente.

Nel recente capitolo Caulifla (Super Saiyan) combatte contro Freezer (Golden) e questa è la prima differenza in quanto nell’anime non vi è uno scontro tra i due. Freezer riesce a mettere in fuori gioco la guerriera e Kale vorrebbe intervenire, ma non si sente propriamente sicura dal momento che, nonostante sappia che il suo potere è molto più forte di quello di Caulifla, non vuole insultare l’onore della sorellona che l’ha tenuta sempre al sicuro. Al fine di salvare l’Universo, Cabba prova sprona la compagna a combattere e a liberare quel grande potere, ma senza successo.

Cabba si unisce alla battaglia contro Freezer e l’alieno del 7° Universo si fa beffe dei due Saiyan del 6° Universo. Notando lo scenario distruttivo di fronte ai suoi occhi, Kale non può far altro che lasciarsi andare e liberare la sua evoluzione distruttiva del Super Saiyan Berseker. Anche nell’anime Freezer non ha mai combattuto contro Kale.

Freezer prende con leggerezza la situazione dichiarando che i Super Saiyan non gli impressionano più, ma questa versione è molto più potente tanto che ne resta ferito e costringe anche Goku ad intervenire. Goku blocca gli attacchi di Kale, ma si rende conto che sta combattendo contro un Super Saiyan molto più formidabile e schiacciante e sopratutto differente rispetto ai normali.

Il capitolo si conclude con Kale Super Saiyan Berserker che aumenta ancora di più il suo potere, pronta a seminare panico e distruzione sull’arena e sui guerrieri del Torneo che, a detta dell’Angelo del 6° Universo (Vados), se Kale non riuscirà a controllare il Potere, potrebbe diventare l’ultimo dei problemi.

Damn pic.twitter.com/EwJWlQJfWo

— GovetaXV (@GovetaXV) June 19, 2018

…… pic.twitter.com/BpE3vFXMhJ

— GovetaXV (@GovetaXV) June 19, 2018

Gli eventi appena descritti non sono ancora disponibili all’interno dell’italiana del manga sotto l’etichetta di Edizioni Star Comics. Pertanto continuate, come sempre, a supportare le pubblicazioni nazionali con il Torneo del Potere verso il debutto.

Dragon Ball Super è una serie animata giapponese, prodotta da Toei Animation, trasmessa in Giappone su Fuji Television la quale si pone come seguito alla sconfitta di Majin Bu. La serie si è conclusa con l’episodio numero 131 (Una conclusione miracolosa! Addio Goku, fino al giorno in cui ci rivedremo di nuovo!). La programmazione italiana dell’anime si è arrestata all’episodio 76.

La versione manga è realizzata a cadenza mensile, ideata e sceneggiato da Akira Toriyama e disegnata da Toyotaro. Il manga è serializzato su V-Jump (Shueisha) dal 20 giugno 2015 ed è attualmente giunto al capitolo 37, con i primi 32 scritti raccolti in 6 volumi. Il manga sta in questo momento affrontando l’arco narrativo Universal Survival (Torneo del Potere).

L’edizione italiana del manga è affidata a Star Comics con i primi quattro volumi già disponibili per l’acquisto. Il quinto è già in programma di pubblicazione.

Il 14 dicembre 2018 uscirà nei cinema giapponesi il 20° lungometraggio di DRAGON BALL, Dragon Ball Super: Broly. Ideato interamente da Akira Toriyama, Broly tornerà nel ruolo di villain principale. Qui per gli ultimi aggiornamenti.

Dragon Ball Super – Kale: le differenze fra manga e anime è di MangaForever.net

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Per favore inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.